Lùmina, il fascino delle foto di Lello D’Anna in mostra

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
foto-lello-d'annaVenerdì 1 aprile (18.30-21.30), nella Sede FAI Salerno (via Portacatena 50) si terrà l’inaugurazione della mostra fotografica di Lello d’Anna, Lùmina. Introdurrà il maestro Pasquale Ciao, Scultore.

Lello d’Anna, art director TPP-Pubblicitari Professionisti fino al 2003, opera dal 1979 nella fotografia e nella comunicazione visiva in progetti di fotografia commerciale e pubblicitaria, ricerca creativa ed elaborazione di immagini. Si occupa inoltre di postproduzione e photoretouching digitale professionale.

 

In mostra nove fotografie tutte realizzate in ‘Light Painting’ con soggetti naturali e rurali, riprese in piena oscurità con l’ausilio di torce marine alimentate a batteria per creare illuminazioni personalizzate delle scene. Il rimando del titolo (proprio per questa illuminazione che ‘genera’ un’immagine dall’oscurità) è alla concezione della luce come legame diretto col divino, teorema portante all’alba del periodo gotico. A questi stessi concetti si lega anche una breve narrazione audiovisiva di supporto alle fotografie. Il progetto è tutt’ora in corso e in fase di ampliamento con nuovi soggetti. La mostra rimarrà aperta tutti i mercoledì e venerdì di aprile, dalle 18 alle 20.

Secondo Alessandro Demma, che ha curato il testo critico: “Il lavoro di Lello d’Anna si sviluppa attraverso un complesso processo di “analisi” costituito da molteplici fasi di ricerca. Attraverso un procedimento esplorativo, utilizzando fonti luminose portatili di differenti temperature cromatiche, il fotografo salernitano si muove come un esploratore alla ricerca dello spazio giusto, della sua “scena del crimine”. Così, cattura e imprigiona l’immagine, mettendo in scena una condizione di spaesamento, di smarrimento, uno stato di turbamento ottico e concettuale dettato dall’assenza di avvenimenti che crea un cortocircuito visivo e mentale tra ciò che si osserva e ciò che la nostra mente immagina. Lello d’Anna ci presenta un universo in cui, passo dopo passo, in un esercizio sempre in bilico fra natura e artificio, tra realtà e finzione, viene rappresentata, usando un’espressione cara a Baudrillard, la verità alterata.Le opere sono concepite come trappole visive in cui “l’apparenza” gioca un ruolo fondamentale, un’apparenza non intesa in maniera frivola, ma come passione della deviazione e seduzione dei significati. In Lùmina, così, costruisce un universo percettivo concreto e al contempo illusorio, una rappresentazione di verità manipolate e ricodificate. Spingendo il suo sguardo su alcuni aspetti della realtà indaga la possibilità di rendere visibile ciò che si nasconde nelle pieghe del reale, attraverso le sperimentazioni di meccanismi fisici e mentali. Le luci artificiali e i suoi movimenti e il contrasto con il buio, il tempo e lo spazio, diventano l’alfabeto visuale col quale costruire il suo racconto, un racconto immaginifico ed immaginario della realtà.

 

L’universo realizzato dal fotografo salernitano – aggiunge ancora  Demma – è un luogo mai concluso di un processo alle immagini, uno spazio teorico e fisico, in cui le percezioni possono assumere un nuovo significato, nuova voce e nuova attualità; un universo che è giocato sul concetto di simulazione e che mette in causa la differenza tra il vero e il falso tra il reale e l’immaginario, sviluppando situazioni che creano “effetti di visione” che affascinano, seducono, inquietano, attraggono gli occhi dello spettatore e li incatenano alle ”immagini” delle sue fotografie”.

 

Lello d’Anna ha partecipato, con le sue opere, tra le altre cose, a Salerno in Arte, Salerno 2012; Vin’Arte 2012, Salerno; Natale in Arte 2011-2012-2013, Salerno; Le forme della vita, Galleria del Ponte Maiori, 2013; Cielo Terra Mare Luce, Galleria Leggermente Fuori Fuoco, Salerno 2013;CetarArte, Cetara 2013; Acqua di chef di ItaliaSquisita e Ferrarelle SpA, Milano 2013, Primo Premio categoria Concept; PrimaverArte, Salerno 2013; Beauty_Full, ediz. I, II, III Salerno Santa Sofia, Baronissi Villa Romana, Pontecagnano Museo Archeologico Nazionale; Arte Al Fellini 2014, Giffoni Valle Piana: Lello d’Anna Light Tales; Salerno Street Photography, Luci d’Artista 2014 Salerno; Espressioni, Palazzo Mezzacapo Maiori 2014; Picentini Arte 2015, San Cipriano Picentino; 6 Artisti contro la violenza, Minori 2015; Carpe diem, Giffoni Film Festival 2015, Primo Premio sezione Fotografia; Gif Days Laboratorio di Fotografia, Terravecchia; Premio CostieraArte, Palazzo Mezzacapo Maiori 2015, Primo Premio Sezione Fotografia; Spoleto Festival Art 2014, Chiostro San Nicolò Spoleto; Photofestival Attraverso le pieghe del tempo, Nettuno 2014;Spoleto Festival Art 2015, Palazzo Leonetti Luparini Spoleto; Qart3 Street Festival di Arte Contemporanea, Firenze 2015; Fotoarte in Puglia 2015, Taranto.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.