Mercato San Severino: consiglieri Pd pungono il sindaco dopo riapertura reparti all’ospedale di Cava

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Ospedale_Fucito_Mercato_San_SeverinoDopo il ricorso presentato dal sindaco Vincenzo Servalli, il Tar ha riaperto i reparti di ginecologia e ostetricia dell’ospedale di Cava de’ Tirreni. Il Tribunale amministrativo regionale, infatti, ha accolto l’istanza del primo cittadino della città metelliana. “E ora cosa succede ai reparti di ginecologia e ostetricia dell’ospedale “Fucito” di Curteri di Mercato S.Severino?

Probabilmente, resteranno chiusi perché il sindaco Romano non ha presentato il ricorso al Tar”: lo affermano Carmine Ansalone, Fabio Iannone e Gerardo Figliamondi, consiglieri comunali (Pd) di Mercato S.Severino. “E’ un altro “regalo” alla nostra città – dice Fabio Iannone – da parte dell’amministrazione “lungimirante” e del “fare”.

Cava de’ Tirreni e il suo sindaco vincono un’importante battaglia che hanno avuto il coraggio e la forza di sostenere. Al contrario, i sanseverinesi perdono. Avevamo chiesto, in qualità di consiglieri comunali, al sindaco Romano di predisporre analogo ricorso al Tar per il mantenimento dei reparti di ginecologia e ostetricia presso l’ospedale di Curteri.

Invece, il sindaco non ha accolto la nostra istanza a difesa dei cittadini della Valle dell’Irno”. “Ora” – prosegue Fabio Iannone – resta incerto il futuro dei nostri reparti, già chiusi all’utenza da tre mesi circa. La responsabilità è del sindaco Romano che non ha presentato ricorso al Tar.

Il primo cittadino, durante un’intervista televisiva, affermò che non era pensabile un’azione legale ma che ne serviva una politica. Il provvedimento della chiusura dei reparti del nostro ospedale, fu decisa dall’ex manager Viggiani , mentre la Regione Campania era amministrata dal governatore Stefano Caldoro, e il nostro sindaco era assessore regionale all’ambiente.

Inoltre Romano sostiene che, negli ultimi 5 anni, il nostro ospedale è cresciuto. Invece, è vero il contrario, come si vede dal ridimensionamento del reparto di ortopedia e ora dalla chiusura di ginecologia e ostetricia. Inoltre, Romano ha preferito far realizzare una struttura residenziale nei pressi del nosocomio quando quei terreni potevano essere impiegati per l’estensione della struttura sanitaria. Tutto ciò è la conferma che a Romano non interessano le sorti del nostro ospedale”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. il problema e’ che al nostro carissimo sindaco non interessa niente di San Severino e dei San Severinesi

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.