Salvare ospedale Curteri: anche l’ex procuratore capo provincia Salerno in campo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Ospedale_Fucito_Mercato_San_Severino “7 anni fa all’ospedale di Curteri sono stato salvato. Ora mi batterò con il dottore Vincenzo Sica, per non far chiudere il nosocomio, dove ci sono delle grandi eccellenze, come il reparto di Urologia diretto dal professor Barba, che mi ha operato”. Queste le parole rilasciate ieri mattina davanti al comune di Mercato San Severino, dal dottor Luigi Apicella, ex procuratore capo della repubblica. Apicella fu operato e salvato a Curteri con un delicato intervento alla prostata, in quella occasione il nosocomio fu blindato per consentire l’intervento e la degenza del magistrato in quel periodo molto esposto per la guerra con la procura di Catanzaro per l’inchiesta Why not, condotta da Luigi De Magistris attuale sindaco di Napoli.

“Sono pronto a portare avanti qualsiasi iniziativa e firmare qualsiasi documento per salvare l’ospedale di Curteri. Io sulla mia pelle posso assicurare che vi è tra gli addetti grande professionalità e umanità, l’ospedale va difeso a qualunque costo.” Intanto i commercianti di Curteri sono in rivolta in quanto la chiusura dei 6 reparti, ha determinato la diminuzione degli incassi di circa il 50%. Ad aggravare ulteriormente la situazione per gli esercenti locali, e la voce secondo cui l’imprenditore Moccia, con il sostegno di un noto industriale di Scafati, è intenzionato a costruire un mega centro commerciale a confine tra Sant’Angelo e Curteri, proprio di fronte all’Eurospin. Ci dice che Moccia abbia già acquistato i suoli e vi trasferirebbe il centro commerciale di San Severino, che deve chiudere per problemi tecnici. Una notizia, a dire il vero questa, non confermata dalle autorità competenti, ma che comunque ha allarmato gli esercenti locali. Che con l’Acir(Associazione commercianti imprenditori Rota) guidata da Marco Perozziello, è intenzionata ad avviare una petizione popolare, sia per richiedere la riapertura dei reparti, ma soprattutto per dire no all’insediamento del centro commerciale di Moccia.

“È una situazione gravissima –  dicono i commercianti di Curteri – quella che viviamo a Curteri. Già siamo in difficoltà per le tasse e la grave crisi economica, la chiusura dei reparti e la notizia, se confermata, dell’apertura del nuovo centro commerciale, sarebbero il colpo del Ko per il nostro comparto. Chiediamo il sostegno di tutte le forze sociali e politiche.”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.