Giovani coppie – bonus per arredo anche per immobili aquistati di Luca De Franciscis

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
luca de franciscisLa legge di stabilità per il 2016 oltre a prorogare il bonus per la ristrutturazione con le detrazioni previste per il 2015 permette, alle giovani coppie under 35, che hanno acquistato un’abitazione, di poter beneficiare del bonus mobili.

E’ un bonus mobili allargato alle coppie giovani che hanno acquistato l’immobile e non devono ristrutturarlo.

Con il nuovo bonus le giovani coppie che hanno acquistato nell’anno 2015/2016 un immobile, anche a titolo gratuito, e non devono ristrutturarlo, possono accedere ad un bonus fiscale nella misura del 50% dell’importo speso per acquistare nuovi mobili e arredare la loro casa tanto desiderata. Il bonus concesso dallo Stato è per un importo massimo di 16 mila euro, per spese effettuate in tutto l’arco dell’anno 2016 (stesso importo concesso per la ristrutturazione).

Gli immobili acquistati nell’anno 2016 devono essere adibiti ad abitazione principale della giovane coppia entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi per questo periodo d’imposta, ovvero entro ottobre di quest’anno.

L’immobile delle coppie giovani può essere intestato ad entrambi, o anche acquistato da uno dei due, che non deve però aver superato i 35 anni di età nell’anno 2016.

La circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 7/E del 31-03-2016 precisa: “Per non creare disparità di trattamento in base alla data di compleanno, il requisito anagrafico deve intendersi rispettato dai soggetti che compiono il 35° anno d’età nell’anno 2016, a prescindere dal giorno e dal mese in cui ciò accade” (la precisazione è quanto mai opportuna).

Per accedere al bonus per gli immobili acquistati dalle giovani coppie, sono necessarie altre precisazioni.

Il bonus può essere richiesto anche da una coppia convivente more uxorio, ovvero da due persone che, pur non avendo contratto matrimonio tra loro, convivono come in matrimonio, ripetendo lo stile di vita proprio delle coppie sposate. La coppia convivente, per avere il bonus, deve però dimostrare che la convivenza duri da almeno tre anni. La dimostrazione potrà risultare dallo stato di famiglia o anche con autocertificazione. Per la coppia coniugata, invece, basta che l’evento si sia realizzato nell’anno 2016.

Il bonus fiscale permette di avere un risparmio, dalle imposte sul reddito delle persone fisiche, da pagare con il modello 730 o con la normale dichiarazione dei redditi. Il risparmio, ovvero l’agevolazione per le giovani coppie, consiste nel detrarre metà di quanto speso per arredare la loro casa, dalle imposte da pagare, nel limite di spesa di 16.000,00 euro. Questa metà, dell’importo riconosciuto per gli acquisti fatti nell’anno 2016, pari a massimo 8.000,00 euro, dovrà essere divisa per 10 quote, di uguale importo, e sarà detratta dalle imposte per i dieci anni successivi. Per gli acquisti effettuati nel corrente anno, la prima quota del bonus, la si detrarrà dalle imposte da pagare con la dichiarazione dei redditi che sarà presentata nel 2017.

Potranno beneficiare del bonus entrambi i componenti la coppia o anche uno solo di essi.

A differenza degli altri bonus questo, concesso per le giovani coppie, semplifica il metodo di pagamento. Infatti è previsto che si potrà pagare con un normale bonifico bancario o postale, con l’indicazione del codice fiscale del beneficiario della detrazione e numero di partita IVA del venditore, o anche pagare con carta di credito e la prova della tracciabilità sarà data dalla ricevuta di avvenuta transazione, stampata dall’apposita macchina che legge la carta di credito. Tutta la documentazione relativa agli acquisti effettuati e le fatture emesse dal venditore, con la usuale specificazione della natura, qualità e quantità dei beni e servizi acquisiti o gli scontrini parlanti, dovrà essere ben conservata.

 La suddetta circolare chiarisce, infatti, che non è necessario utilizzare il bonifico appositamente predisposto per le spese di ristrutturazione edilizia, cioè del bonifico soggetto a ritenuta, e chiarisce anche che non è consentito effettuare il pagamento mediante assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento.

Tutti i mobili nuovi possono rientrare nel bonus con esclusione degli acquisti di porte, di pavimentazioni (ad esempio, il parquet), di tende e tendaggi, nonché di altri complementi di arredo.

E stato chiarito che per fruire della detrazione non rileva quale dei componenti il nucleo familiare acquisti i mobili, le cui spese possono, pertanto, essere sostenute indifferentemente, da parte di entrambi i componenti la giovane coppia, da uno solo di loro, anche se diverso dal proprietario dell’immobile e anche se ha superato i 35 anni d’età.

Quanto giova il bonus per le giovani coppie?

Da quanto detto innanzi su una spesa di acquisto per mobili nuovi di € 20.000,00 viene concesso un bonus massimo di € 8.000,00 (16.000: 2 = 8.000) che diviso per 10 quote, consente di detrarre dalle imposte 800 euro all’anno e per 10 anni.

Si supponga, dopo aver predisposto la dichiarazione dei redditi, ci si trovi a dover pagare un’imposta di € 6.000,00 e si possiede il bonus per le giovani coppie, l’imposta dovuta sarà di euro 5.200. E’ poco? Quando si pagano le imposte la sorpresa del bonus forse non dispiace a nessuno.

Per approfondimenti le circolari dell’Agenzia delle Entrate m. 7/E del 31-03-2016 che richiama le circolari n. 29/E del 2013 e11/E del 2014.

Luca De Franciscis

dottore commercialista

www.studiodefranciscis.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.