Il lanciano rischia grosso: penalizzazione di quattro punti in arrivo?

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Lanciano_esultanzaIl grande girone di ritorno, l’importante quanto fortunata vittoria di Salerno e tanti punti preziosi conquistati potrebbero non bastare al Lanciano per tirarsi fuori dalla bagarre salvezza. I punti conquistati sul campo rischiano di essere condizionati non poco dall’ulteriore penalizzazione che incombe a causa di irregolarità amministrative. Di sicuro sarà l’ultima quest’anno (il Lanciano ha già pagato con 2 punti) ma la decisione che dovrebbe arrivare il 14 aprile lascia tutti, in casa frentana, col fiato sospeso. La formazione rossonera potrebbe essere colpita da un ulteriore -4 se non addirittura -5. Si sfrega le mani proprio la Salernitana e non solo che potrebbe ritrovarsi i rossoneri nel mirino, dopo che all’Arechi qualche settimana fa lasciò un incredibile pass per la salvezza.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Può essere che diano quattro o cinque punti di penalizzazione al LANCIANO, però rimane il fatto che le partite che restano da qui a fine campionato bisogna vincerle e non perdere manco un punto. …
    Il LANCIANO, ha dimostrato di essere più squadra e di lottare sempre fino all’ultimo secondo, cosa che la Salernitana non ha fatto basta guardare i primi tempi regalati sempre agli avversari….
    Quello che conta, ora, penalizzazione a parte, e la determinazione e la convinzione di poter vincere gli scontri diretti, sperare nel passo falso di qualcuno è, soprattutto, che l’allenatore non combini guai…

  2. Concordo con Pippo, speriamo il mister non riproponga nell’11 iniziale nè Pestrin nè Trevisan e che tutti si impegnino al massimo e fino al 95°

  3. il CentroPESCARA
    SPORT

    Abodi: stop ai ripescaggi in B
    07 aprile 2016
    Il presidente di Lega: «I problemi del Lanciano? Non sembrano gravi»
    7
    PESCARA. Non ci saranno rispescaggi in serie B la prossima estate. Parola di Andrea Abodi. Il presidente della Lega B lunedì scorso ha partecipato a una cerimonia a Salerno durante la quale ha risposto ai giornalisti, mettendo in chiaro alcune situazioni. In primis sullo stato di salute dei 22 club della cadetteria. «Siamo ancora in convalescenza. Non abbiamo lasciato del tutto i rischi e le patologie di qualche tempo fa, ma le decisioni prese sul tetto salariale e il rapporto bilanciato tra costi e ricavi garantiscono adesso maggiore equilibrio alle società». Diversi club sembrano in affanno. «Spesso si ragiona di società agonizzanti con molta facilità e leggerezza», la replica, «come se ci si trovasse davanti ad un bar. La verità è che l’unico strumento che certifica la difficoltà è la penalizzazione che matura». Lanciano, infatti, penalizzato e di nuovo deferito… «E poi? Chi altri? Il Lanciano ha avuto la penalizzazione ma ha un budget in equilibrio. Penalizzato per un problema di sincronizzazione tra entrate ed uscite. Non mi risultano altre criticità. Il Vicenza ha avuto un travaglio societario: c’è stata fibrillazione durante il passaggio di consegne da una proprietà all’altra, ma non ha avuto punti di penalizzazione. Non ho riscontri sul Livorno. Pure il Modena, che ha comunque un budget in equilibrio, ha avuto difficoltà di sincronizzazione tra entrate ed uscite, ma fin qui il club ha rispettato le scadenze degli stipendi. Leggo anche di Ascoli in affanno. Non so da dove sia venuta fuori questa notizia: la proprietà dell’Ascoli ha potenzialità economiche tali da poter comprare un club di A».

    I ripescaggi saranno bloccati o no? «Fosse dipeso solo da noi, i ripescaggi li avremmo bloccati già negli anni precedenti ma abbiamo dovuto attenerci alle disposizioni del Collegio di Garanzia. Se vogliamo la riduzione del numero di squadre iscritte al campionato di serie B, lo strumento del blocco dei ripescaggi garantisce questo obiettivo. Sono cinque anni che proviamo a restare a 20 squadre e abbiamo fatto anche riunioni con Lega Pro e Lega Nazionale Dilettanti. Ne abbiamo già parlato e il nostro orientamento è stato espresso, è chiaro: il ripescaggio è uno strumento per ricomporre l’organico, è un diritto legittimo ma di sicuro non è un obbligo».

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.