Rassegna stampa: i giornali salernitani in edicola mercoledì 6 aprile

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
giornali_rassegnaEcco i titoli delle prime pagine sui giornali La Città, Metropolis, Mattino e Le Cronache. Rassegna stampa a cura di Salernonotizie

 

 

 

 

 

 

FOTO_SINGOLA_CITTA

 

 

Sul quotidiano LA CITTA’ il titolo di apertura è:

Mazzette per farsi operare prima. Arrestati il primario Brigante e una caposala. Nomine sanità, Coscioni nei guai.

Di lato: La politica. Il ritorno di Mastursi. De Luca perle sueliste richiama il compagno M (di Carlo Pecoraro).

Ed ancora di lato: Piazza Libertà. Rinvio a giudizio. Lembo: la richiesta non è depositata.

E poi: Giallo a Pontecagnano. A fuoco l’auto del sindaco: «Non mi intimidiscono».

La foto notizia: Il degrado del Lungomare. Scale transennate, accessi negati in spiaggia.

A centro pagina: «Cave, sos inascoltato». Aree ridotte a discariche, già 15 anni fa l’allarme dell’Anpa.

Di spalla: Università. Pochi medici. Smembrato l’ambulatorio del campus.

Ed ancora di spalla: Inquinamento. Task force dell’Arpac subito al lavoro a Fratte e nell’Irno.

Taglio basso: La cultura. Masuccio, lo scrittore che amò Salerno (di Paolo Romano).

Ed ancora in basso: Lo sport. La Salernitana deve mettere la “sesta”.

I box in alto: Panama Papers. Già cominciata la caccia ai paperoni italiani.

E poi: Petrolio. La Guidi contro Gemelli: «Mi stai utilizzando».

Sempre in alto: Referendum. Trivelle, avvocato cilentano denuncia il premier Renzi.

FOTO_SINGOLA_METROPOLIS

 

 

Sul quotidiano METROPOLIS la notizia di apertura è:

Baroni, mazzette e manette. Scandalo al Ruggi: ai domiciliari il primario Brigante, il medico Liberti e la caposala Iannicelli. Soldi dai malati terminali per saltare le liste d’attesa in ospedale.

Di lato: Basta che c’è la salute (di Gigi Casciello).

A centro pagina: L’inchiesta su Piazza della Liberta. De Luca, la Procura nega.

Sempre a centro pagina: Figc Campania. L’intrigo. Gagliano tenta il grande colpo ma è in off-side.

E poi: Lo sport. Salernitana senza difesa, l’ansia di Leo.

Ed ancora: Febbre Cavese per la Lega Pro e l’eterno Mari.

Di spalla: Salerno. Centrosinistra. Candidature dem. C’è il triumvirato.

Ed ancora: Battipaglia. La spaccatura. La exit strategy del solista Ciotti.

Sempre di spalla: L’odissea dei trasporti (di Enzo Todaro).

I box in alto: Incendiata l’auto del sindaco Sica. Pontecagnano. Notte di fiamme e paura, l’ombra del dolo.

Taglio basso: Il punto. Oggi a Napoli. Renzi sulle macerie del Pd.

 

FOTO_SINGOLA_MATTINO

 

 

Sul quotidiano IL MATTINO in prima pagina troviamo:

«Ruggi, pagavamo per non morire». Scandalo in Neurochirurgia, i familiari dei pazienti denunciano: nel reparto tutti sapevano. Ai domiciliari il primario Brigante e il braccio destro del luminare Fukushima. Liste d’attesa, Greco guiderà la commissione.

Di lato: Il commento. Storie di viltà sulla pelle degli ammalati.

Sempre in apertura: L’altra inchiesta. Assenteisti, il procuratore: «Sodalizio criminoso».

Di spalla: Il caso. Pressioni sui dirigenti indagato Coscioni.

A centro pagina: I morosi dei mercati pronte 400 cartelle. Stretta sugli ambulanti che non versano la Tosap.

Ed ancora: I parcheggi. Centro storico entra in vigore la macroarea.

La foto notizia: Le infrastrutture. Aeroporto, due milioni per salvare voli e personale.

Taglio basso: Il calcio. Salernitana, Sos difesa c’è l’incognita Bagadur.

Sempre in basso: Il ricordo. Amendolara, la poetica di un amante della vita.

I box in alto: Il cinema. DEMOLITO IL VALLE. L’EX «CASA» DEL GFF.

Ed ancora: La cultura. CAPPUCCIO MANAGER DEL BRITISH COUNCIL.

Sempre in alto: Il personaggio. DE BERARDINIS, GENIO TRADITO DA SALERNO.

 

le cronache

 

 

 

Sul giornale Le Cronache in prima pagina:

Il Brigante del Ruggi. Arrestati il primario del reparto di neurochirurgia, la caposala Annarita Iannicelli e il dottor Gaetano Liberti. Graziato il fantomatico medico del Papa, sospeso per 9 mesi Renato Saponiero.  Mazzette da 20mila euro: così si evitavano le liste di attesa. Accertati nove casi.

Di spalla: Indagato il consigliere di De Luca. Asl Na 3 fatale a Coscioni. Panaro: “Mi hanno costretto a lasciare”. In attesa di diventare primario guai giudiziari. All’Asl di Salerno il suo legame è con Corrivetti, sono colleghi della Fondazione Ebris.

A centro pagina: Pontecagnano. Incendiata l’auto di Sica: molti dubbi sul corto circuito. Il sindaco prova a ridimensionare l’accaduto e prova a darsi forza: «Vado avanti, sono sereno»

In basso: L’intervista. L’ira di Aliberti: “Mai fatto accordi con camorristi. Altri…”.

 

LE PRIME PAGINE DEI GIORNALI FOTO RASSEGNA STAMPA

#Salerno, prime pagine giornali in edicola mercoledì 6 aprile 2016

Pubblicato da salernonotizie.it su Martedì 5 aprile 2016

 

LE PRIME PAGINE IN VIDEO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.