Scherma, agli interregionali under 14 anche il Rettore Tommasetti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
scherma tommasettiCon la visita del rettore dell’Università degli Studi di Salerno, Aurelio Tommasetti, è calato il sipario sulla Terza Prova Interregionale Under 14 di scherma, un’intensa tre giorni d’agonismo nell’ormai consolidata location del PalaCus di Baronissi.

Il numero uno dell’Ateneo salernitano, partecipando alla cerimonia ufficiale di premiazione di domenica, ha portato il suo saluto ai mille baby-tiratori partecipanti in rappresentanza di cinque regioni, alle proprie famiglie e a tecnici e dirigenti delle società sportive d’appartenenza.

«La nostra Università punta sui giovani – ha detto Tommasetti -. Siamo convinti della bontà di manifestazioni del genere e orgogliosi d’ospitarle, anche perché su queste pedane sono passati alcuni dei grandi campioni di questo sport, che ora danno lustro all’Italia nel mondo».

Oltre al rettore, non hanno voluto far mancare la loro presenza alla kermesse – tra gli altri – il componente della Giunta nazionale Coni, Nello Talento, il presidente del Comitato olimpico regionale, Cosimo Sibilia, il presidente del Cus Salerno, Felice Lentini, il direttore del Centro sportivo universitario Michele Di Ruocco e l’assessore allo sport del Comune di Baronissi, Tony Siniscalco. Presente, ma solo in veste di madre di una delle partecipanti, anche Diana Bianchedi, ex olimpionica che ora guida il comitato per la candidatura di Roma 2024.

A rappresentare la Federscherma, invece, c’erano tutti i vertici delle regioni coinvolte: in testa il “padrone di casa” Matteo Autuori, presidente del Comitato regionale campano (e vicepresidente del Coni Campania), affiancato dai “colleghi” Claudio Fontana e Renato Martino, presidenti rispettivamente della Fis Lazio e Puglia, e dai delegati di Calabria e Basilicata, Maria Fedele e Luciano Di Ruvo. Motore del Comitato organizzatore il presidente del Club Scherma Salerno, Valerio Apolito, affiancato dal delegato provinciale della Federscherma salernitana, Vincenzo Vigilante, e dal componente della Commissione Semi, Elia De Nicola.

Un week-end intenso, dunque. E caratterizzato per la società ospitante anche da eccellenti risultati raccolti in pedana. Trionfo nella categoria Giovanissime di spada femminile per Alessia Maria Ippoliti, che è salita sul gradino più alto del podio sbaragliando l’agguerritissima concorrenza – in particolare – delle atlete laziali e pugliesi. A medaglia, tra gli spadisti allenati da Francesco Napoli, anche Sergio Maria Janik Mughini, che si è classificato al terzo posto tra i Maschietti. Stessa categoria ma altra arma, e nuove gioie per il Club Scherma Salerno: nel fioretto ha conquistato la seconda piazza Giancarlo Russo, al termine di una gara d’ottimo livello per l’allievo del maestro Marco Autuori.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.