Prete indagato per molestie verso un militare

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
sacerdoteE’ indagato per calunnia continuata e aggravata e per stalking il cappellano militare della 46ª Brigata Aerea di Pisa, ‘in servizio’ nella città della Torre da nemmeno un anno. La notizia è riportata dal quotidiano Il Tirreno  e rilanciata nel salernitano da Metropolis e Le Cronache. Il sacerdote è stato allontanato perchè finito al centro di un’inchiesta della Procura della Repubblica per presunte avances sessuali rivolte a più riprese ad un militare che ha sempre rifiutato. Il prete avrebbe anche inviato lettere al giovane con minacce. Esasperato il militare ha presentato denuncia ai Carabinieri.

Sono partite così le indagini. Nel corso della perquisizione domiciliare in casa del cappellano, sono state rinvenute numerose buste bianche, già affrancate, uguali a quelle inviate al militare, oltre ad una sveglia contenente una videocamera e una penna capace di registrare conversazioni audio.“

Ha suscitato anche la reazione della curia di Pompei la vicenda del sacerdote, ex cappellano militare della 46/a brigata aerea di Pisa, nominato a giugno e allontanato dall’incarico dopo essere finito al centro di un’inchiesta per calunnia e atti persecutori, scaturiti, secondo le denunce presentate nei suoi confronti, da prestazioni di natura sessuale più volte richieste e rifiutate da parte di un militare.

Ieri la presa di posizione della curia di Pompei, città al cui clero il prete appartiene, ed il cui vescovo ha invitato il sacerdote a non esercitare il ministero sacerdotale. La Curia di Pompei esprime infatti in una nota “l’auspicio che l’operato della magistratura, nella quale si ripone piena fiducia, porti ad un rapido accertamento della verità che sta a cuore a tutti.

Il sacerdote ha lasciato Pompei da circa un anno. In ogni caso – prosegue la nota – allo scopo di rendere più liberi gli accertamenti della magistratura, il vescovo ha invitato il sacerdote ad astenersi dall’esercitare pubblicamente il ministero sacerdotale. Non si può nascondere, perché è vivo – si afferma ancora nel documento – il dolore che provoca l’accostamento del Santuario di Pompei con notizie di questo tipo”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. scusami alfonso ma non è che sei un ex prete pure te parli come un demente in attesa di essere curato da un buon dottore

  2. A’ Formisà famm’ u piacer’! Alfonso forse ha esagerato un poco nel linguaggio, ma che la Chiesa Cattolica, come dimostra tutta la sua storia recente e passata, è composta da lestofanti e criminali è una realtà che nessuno può nascondere. Si salvano solo una minima parte di uomini per lo più missionari che dedeicano la loro vita al VERO CRISTIANESIMO!

  3. Ovviamente il signor Alfonso ha letto solo il titolo dell’articolo.
    La Chiesa invita il prete, in attesa delle indagini, ad astenersi da fare il prete. Non ad astenersi negli interrogatori.
    Purtroppo il signor Alfonso è il solito tipo di personaggio allarmista , che crede di sapere qualcosa solo perché legge le notizie su Facebook.
    Mi correggo, i titoli delle notizie.
    Invito anche l’autore dell’articolo a cambiare il titolo perché non è per niente idoneo alla verità . Cerchiamo, infine, di salvare quel po’ di buono che esiste nelle cose , altrimenti faremmo tutti la fine di Alfonso : rivoluzionari ed intellettuali del terzo millennio, seduti avanti ad un computet

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.