Referendum: Trivelle; aperti seggi elettorali, 47mln al voto

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Seggi_scrutinio_Elezioni_URNA

Quorum lontano e giornata all’insegna delle polemiche e della violazione del silenzio imposto dalla legge. In attesa della chiusura dei seggi, lo scontro sulla questione del non voto per il referendum sulle trivelle ha avuto momenti molto duri, nel Pd e negli altri partiti.

Con una appendice velenosa tra i dem, dopo un tweet del renziano Ernesto Carbone che salutava con un “ciaone” tutti coloro che avevano confidato nel raggiungimento del quorum.

In giornata, comunque, le massime autorità dello Stato si sono recate al seggio mostrando plasticamente la loro posizione sul tema del non voto: dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, a quello del Senato Pietro Grasso, fino alla presidente della Camera Laura Boldrini. Questi ultimi due, su Twitter hanno espresso una breve riflessione.

“”Rispetto ogni posizione ma sono affezionato all’idea di esprimere un voto quando, da cittadini, siamo chiamati a farlo”, ha scritto Grasso, mentre Boldrini ha postato: “La partecipazione è un valore. Questa mattina ho votato”. E se il presidente del Consiglio, come annunciato, si è astenuto, hanno invece votato i suoi predecessori Enrico Letta (“Ho esercitato il mio diritto-dovere”, ha twittato) e Romano Prodi.

Niente urne anche per l’ex presidente del Consiglio e leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, che ha preferito recarsi al Salone del Mobile. Si sono recati invece a votare di buon mattino i leader del fronte del Sì, come Michele Emiliano, Beppe Grillo, Stefano Fassina, Roberto Speranza, Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Giovanni Toti. C’è stato poi chi, pur contrario nel merito al quesito, è andato a votare in contrapposizione all’invito all’astensione del Premier: “ho votato per mandare a casa Renzi”, ha detto Renato Brunetta.

Al seggio sono andati anche diversi esponenti del Pd che nel Partito sostengono Renzi, come il governatore delle Marche Luca Ceriscioli o quello della Calabria Mario Oliverio. Sui social media, poi, in diversi hanno postato foto del seggio in cui hanno votato.

Per Vincenzo De Luca, invece, il referendum “è una palla”. Dopo che è stato diffuso il dato dell’affluenza a Mezzogiorno, dell’8,34%, proprio sui social è partita una guerra. I favorevoli al quesito hanno esortato ad andare a votare sostenendo che il quorum era raggiungibile, in base ad un paragone con il referendum del 1999.

A fare l’invito anche Beppe Grillo, che al seggio aveva rispettato il silenzio elettorale. Nel pomeriggio il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini ha affermato che in base ad alcuni dati del Partito il quorum era lontano. Ernesto Carbone ha allora scritto su Twitter un “#ciaone al quorum”, suscitando una pioggia di critiche, persino da parte di alcuni militanti Dem che si erano astenuti. Questi tweet, ha detto il bersaniano Miguel Gotor, “possono diventare un boomerang per il partito”.

Alle 19 arriva infine un dato con un affluenza piuttosto bassa: il 23,38%, che mette in salita, ripidissima, il raggiungimento del quorum. In ogni caso anche se lontani dai 25 milioni necessari a rendere valido il quesito, il superamento della soglia dei 10 milioni di votanti viene considerato come “successo” a livello politico, dal governatore della Puglia Michele Emiliano. E infatti Pietro La Corazza, presidente del Consiglio regionale della Basilicata non ha dubbi: si tratta di “un’importante affluenza ai seggi che porterà a un importante segnale politico”.

A SALERNO. A Salerno sono stati allestiti 152 seggi, di cui due ospedalieri. Il corpo elettorale è composto da 114mila cittadini, compresi i residenti all’estero. Sette le richieste pervenute, all’ufficio elettorale, da parte di salernitani residenti nei cosiddetti paesi senza intesa per l’esercizio del voto. Per tutta la giornata di oggi per la richiesta di duplicati dei certificati elettorali saranno aperte le sezioni anagrafiche degli uffici comunali di viaNizza,Ogliara, Fratte, Pastena e Fuorni. Lo scrutinio deivoti inizierà già a partire dalle 23, al temine delle operazioni di voto.

In provincia di Salerno sono 875.181 gli aventi diritto al voto, di cui 422.954 uomini e 452.227 donne. Ben 1.160 le sezioni elettorali, distribuite nei 158 comuni della provincia. La città con il maggior numero di elettori è il capoluogo di provincia – 110.237, di cui 59.056 donne e 51.182 uomini– mentre il comune che ne ha di meno è Valle dell’Angelo, che ne conta solo 223. La pattuglia dei centri con meno di 500 elettori è composta  da Serramezzana (284), Romagnano al Monte (315), Santomenna (374), Campora (399), Tortorella (443), Monteforte Cilento (464), Cuccaro Vetere (483), Corleto Monforte (494).

Dopo Salerno, i comuni con il maggior numero di elettori sono: Cava de’ Tirreni (43.365); Battipaglia (39.423), città che il 5 giugno prossimo è chiamata anche all’elezione del sindaco e del consiglio comunale; Scafati (38.666); Nocera Inferiore (37.047); Eboli (28.383); Pagani (27.810); Angri (26.220); Sarno (24.152).

 

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Cosa c’entra la salernitana?Tu vota e fatti i caxxi tuoi! Ognuno si vive la vita come vuole!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.