Discarica di Parapoti, Gambino: a quando i lavori di messa in sicurezza?

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
discarica“Nonostante gli sforzi messi in campo dall’allora Presidente Caldoro e dalla Provincia di Salerno a guida Antonio Iannone, i lavori di messa in sicurezza e sistemazione finale dell’ex discarica consortile sita in località Parapoti del Comune di Montecorvino Pugliano non solo non sono stati avviati ma addirittura non è stata espletata nemmeno la gara per l’affidamento di essi”. E’ quanto dichiara in una nota il Consigliere Regionale Alberico Gambino.

“Sette milioni di euro, richiesti dalla Provincia di Salerno a Luglio 2014 – stanziati e attribuiti dalla Regione Campania a guida Caldoro il 3 Novembre 2014 e oggetto di convenzione sottoscritta il 13 Novembre 2014, non sono stati mai utilizzati per eseguire la bonifica di un’area e di un territorio che ancora oggi è costretto a vivere disagi e inquinamenti di una gravità inenarrabile.




Eppure si trattava di lavori, progettati definitivamente, il cui cronoprogramma prevedeva il completamento di essi nel corso dell’anno 2015 e la cui esecuzione era indispensabile per tirare fuori tale discarica consortile dalla procedura di infrazione n. 2011/2215 “ per violazione art. 14 lett. b) e c) della Direttiva 1999/31/CE relativa alle discariche di rifiuti in Italia”.

Tali ritardi, al di là delle responsabilità di coloro che avrebbero dovuto provvedere, vanno immediatamente recuperati a partire dalla necessità di “ individuare fonti sostitutive del finanziamento caducato”. Il compito grava tutto sulla Provincia di Salerno e sulla Regione Campania, consapevoli che il Comune di Montecorvino Pugliano, e quindi la sua comunità già troppo tartassata e danneggiata dallo sfruttamento del suo territorio effettuato per soddisfare esigenze consortili, non può essere nemmeno lontanamente individuato come soggetto passivo della “procedura di rivalsa” che il Ministero Economia e Finanze può avviare – o sta per avviare – ai sensi e per effetto art. 1 comma 813 Legge di Stabilità 2016.

Non è revocabile in dubbio, infatti, che le comminate sanzioni – da parte della Commissione Europea – non sono attribuibili a responsabilità locali ma agli organismi sovraordinati che hanno prodotto i ritardi ingiustificati nell’esecuzione dei lavori. Urge, quindi, un intervento concreto e risolutivo della Giunta Regionale, unitamente alla Provincia di Salerno, per affrontare “ il problema” prima che esso si incancrenisca ulteriormente ed il Comune di Montecorvino Pugliano ne subisca ulteriori effetti negativi”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.