Rosina subito uomo copertina!

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Spezia_Salernitana_6_Rosina_ZitoSe il buongiorno si vede dal mattino, si può sperare che la stagione 2016/2017 di Alessandro Rosina potrà essere ricca di soddisfazioni. Arrivato da pochi giorni a Salerno, con pochi allenamenti coi comagni e una condizione fisica ancora non ottimale, il mancino calabrese è stato subito gettato nella mischia da Sannino e gli è stata anche affidata la fascia di capitano. Al “Picco”, Rosina ha giocato titolare ed è stato impiegato da interno di centrocampo, un ruolo che (come confessò il tecnico di Ottaviano in conferenza stampa) il mancino calabrese aveva già ricoperto con lui ai tempi del Siena.




Chiaramente, Rosina ha interpretato i compiti ricevuti dal trainer granata principalmente con licenza di offendere, ma l’ex Catania non si è risparmiato, sebbene non sia di certo al top della forma. In un avvio in cui le due squadre giocavano principalmente a ping pong, Rosina ha faticato a trovare la giusta posizione. Ma col passare dei minuti, il calabrese è cresciuto e ha cominciato a prendere per mano i compagni. L’azione del gol è nata da un suo cambio di gioco intelligente, il cross di Zito è stato puntuale come la sponda all’indietro di Donnarumma (che ha fatto un lavoro “invisibile” ma estremamente importante in terra ligure), Rosina s’è ricordato di avere classe cristallina e anche capacità realizzative e di destro, con la complicità di una deviazione, è riuscito a battere Chichizola.

In attesa di indossare i panni di “Rosinaldo”, con le serpentine e gli slalom che gli hanno permesso di giocare ad alti livelli in A, di indossare la maglia della nazionale e poi di guadagnare tanti soldini allo Zenit (dove solo il rapporto mai decollato con Spalletti gli ha impedito di esplodere), il mancino ha rotto il ghiaccio, ma ha dimostrato anche di sapersi sacrificare per la causa, rincorrendo gli avversari nella propria metà campo. Non solo un valore aggiunto, ma anche un leader, pronto a dare indicazioni ai compagni e a recepire i consigli di coloro i quali già conoscono la realtà salernitana, come Zito, col quale ha dimostrato di avere già feeling. La Salernitana ha subito messo in vetrina il suo numero 10, che però dovrà lavorare (e tanto) per poter far vedere tutto ciò di cui è capace.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Per favore non cominciamo come lo scorso anno con gabionetta. Che dopo 5 giornate già si parlava di giocatore da serie A. Grazie

  2. anonimo hai ragione ROSINA fino a ieri ha giocato in lega pro……. FORZA SALERNITANA

  3. Ma guarda che Rosina è un giocatore di serie A… dove egli fa anche la differenza… è un pezzo da 90 per noi. Comunque era da tempo che non avevamo un bel giocatore dai tempi di Di Napoli

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.