Sgombero ex Apoff ad Eboli: Sen. Cardiello, ‘guerra ai caporali inizia ora’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Cellerini_antisommossa_1Il Senatore di Forza Italia Franco Cardiello a seguito dello sgombero avvenuto nei giorni scorsi all’interno della fabbrica ex Apoff commenta così: “L’operazione non ha avuto quel resoconto da me sperato, anzi, a causa di qualche ‘informatore’ sono stati scovati solo 36 immigrati. Dalle fonti in mio possesso erano ben oltre 200 le unità costrette a vivere in condizioni disumane, frutto evidente dell’imposizione dei caporali. Il quadro emerso e conosciuto da tempo impone una seria riflessione: è giunta l’ora di avviare indagini approfondite per vedere dove questi individui si recavano durante le giornate lavorative; chi li assisteva fiscalmente e smistava le loro pratiche burocratiche; chi erano i ‘cap’ di questo sistema di schiavitù collaudatissimo.

Non possiamo fermarci ad applaudire, come è stato doveroso fare, l’intervento delle forze dell’ordine ma bisogna sradicare il problema alla radice, mettere una lente di ingrandimento su chi lucra alle spalle dei migranti è ineludibile. Grazie alla nuova legge contro il caporalato – prosegue il Senatore-  approvata in via definitiva prima della pausa estiva, che inasprisce le pene per questi tipi di reati, sarà mio dovere segnalare alla Procura della Repubblica, all’Ispettorato del lavoro e a tutti gli Enti competenti le aziende che sfruttano manodopera in maniera illegale.




Anche le associazioni, i cittadini ed i sindacati offrano una collaborazione seria e non omertosa, affinché i lavoratori nel comparto agricolo, se pur immigrati, siano trattati come persone e non come oggetti da sfruttare. Questo sistema non può e non deve avere la meglio sull’azione di ripristino della legalità da parte delle Istituzioni, perché se tra qualche giorno la bidonville riprende vita allora significa che ‘abbiamo perso’.

Alta vigilanza, chiusura ed eventuale abbattimento di quel rudere da una parte per non consentire il ripopolamento; inchiesta ferrea e di contrasto al caporalato, ai centri che favoriscono il lavoro nero e ai conniventi locali dall’altro. Queste – conclude Cardiallo – sono le due direttive su cui muoversi nei prossimi giorni”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.