Salerno: rapinò la pizzeria di Porta Rotese, arrestato giovane 20enne

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Polizia_notte_arrestoGli Agenti della Polizia di Stato appartenenti alla Squadra Mobile della Questura di Salerno in mattinata hanno arrestato per il reato di rapina, Guido Torraca, ventenne salernitano, in esecuzione della misura cautelare personale richiesta dalla Procura della Repubblica di Salerno (dottoressa Cristina Giusti) ed emessa dal Giudice per le indagini preliminari di Salerno (dott. Stefano Berni Canani). Le indagini sono state avviate dalla Squadra Mobile nella sera del 17 giugno scorso allorché un giovane, che le indagini hanno poi rivelato essere Guido Torraca, è entrato all’interno della pizzeria “L’Angolo” nei pressi della caserma Pisacane, impugnando una pistola ed a volto coperto, intimando al proprietario e alla moglie di quest’ultimo, di consegnarli l’incasso della serata.




Il rapinatore ha puntato inoltre  la pistola alla testa del gestore e dopo aver bloccato quest’ultimo con una presa, lo ha colpito ripetutamente al capo con l’arma brandita, rivelatasi una replica priva di tappo rosso. Il gestore della citata pizzeria non ha assecondato le richieste del rapinatore, ingaggiando una colluttazione con il malvivente, tale da metterlo in fuga non prima di avergli strappato il passamontagna.

Le immediate indagini della Squadra Mobile, indirizzatesi su batterie di individui che dimorano nel capoluogo e sono dediti alla commissione di rapine ad esercizi commerciali, hanno permesso di concentrare l’attenzione proprio su Guido Torraca, in quanto, per età e tratti somatici, era compatibile con la descrizione fornita dalle vittime.

Il giorno dopo la rapina, il 18 giugno 2016, il giovane è stato sottoposto ad una  perquisizione ad iniziativa della Squadra Mobile di Salerno, nel cui corso, una volta vistosi oramai individuato dagli Agenti della sezione anti rapina, quest’ultimo ha ammesso di aver tentato la rapina la sera prima ai danni della pizzeria da asporto “L’Angolo”.

Comunicato Ufficiale della Questura di Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. da un accurata indagine parlamentare abbiamo dedotto che il suddetto personaggio che si cela dietro il suggestivo nik di gianni formisano cè un ominide che e un ex paziente di villa chiarugi , si invitano le autorità a tenerne conto, perchè la sua demenza rischia di peggiorare con il passare degli anni, divenendo pericoloso e turbativo per le fragili e delicate menti dei nostri giovani salernitani, notoriamente abituate al vivere civile e in simbiosi delle nostre tradizioni democratiche.

  2. caro gianni a furia di leggere le tue parobole su salernotizie sono uscita pazza pure io se cè un posto letto nella tua dimora per deviati mentali portami con te distinti saluti

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.