Cilentana e viabilità nel Cilento: la Cisl Salerno chiede incontro con Canfora

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
cilentanaPreoccupano e non poco le dichiarazioni dell’ing. Lombardi, esperto tecnico di grandi opere infrastrutturali, sui tempi di consegna della strada provinciale n. 430 c.d., “ Cilentana “, chiusa dal marzo 2013 tra Agropoli e Prignano Cilento. Matteo Buono, segretario generale Cisl Salerno  chiede al Presidente della Provincia Canfora di fare chiarezza. “Crediamo che sia il tempo di non dare più false illusioni e di dire esattamente come stanno le cose.

Da troppo tempo sono ormai penalizzati i cittadini che sono obbligati a lunghi giri per bypassare il tratto di strada ceduto. “Ma il ragionamento si estende a tante altre strade provinciali che o sono chiuse o si trovano in condizioni pessime e che ogni giorno possono causare gravissimi danni ai cittadini.

“Le strade chiuse o pericolose  e movimenti franosi che hanno stravolto lo stato di tante arterie stradali in questi anni hanno isolato intere comunità. Per raggiungere i presidi ospedalieri  le ambulanze sono costrette, talvolta, ad allungare il percorso per diversi chilometri, che si presentano in condizioni precarie. Anche quest’anno gli studenti sono obbligati ad affrontare viaggi infiniti per recarsi a scuola “ ha continuato Buono. Infine, una richiesta alla Provincia.

“Non può certamente essere una scusante per la Provincia il fatto che continua a lamentare la mancanza di risorse. Se non si è nelle condizioni di svolgere fattivamente il proprio compito si dovrebbero trarre le dovute conclusioni. Invece si continua ad assistere ad un rimpallo di responsabilità che appartiene ad un modo vecchio di fare politica “  – ha continuato Buono –

Abbiamo chiesto un incontro al presidente Canfora per sapere, con certezza, quanti di quei 40 milioni di euro, fondi relativi all’accelerazione della spesa, destinati alla riparazione delle strade, sono stati utilizzati o andati persi o, nel peggiore dei casi, non c’erano affatto”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. C’e’ solo una viabilità da percorrere quella della Secessione del Cilento dall’Italia e costituire un piccolo stato libero e indipendente.

  2. Ma di quali conclusioni da trarre parla il responsabile Cisl?
    Personalmente non sono quel che si dice un estimatore del Presidente Canfora. Ma ora pare esagerato pretendere che gli enti intermedi, condannati, come sono stati, ad una progressiva deriva e marginalizzazione istituzionale sulla scia di un furor di popolo che ne ha disconosciuto le funzioni, eroghino servizi efficaci e tempestivi senza risorse e prospettive di lungo periodo.
    Ma poi sarebbe interessante capire chi abbia conferito la patente di esperto di grandi infrastrutture a questo ingegnerone che ad ogni piè sospinto cerca pubblicità personale facendo leva su problemi che sono sotto gli occhi di tutti?
    Fuori il curriculum e poi i predicozzi!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.