Olimpiadi: Confindustria Campania, sì ai Giochi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
olimpiadiLa ‘sindaca’ di Roma ha ufficializzato il no alla candidatura per le Olimpiadi del 2024. Raggi ha sottolineato che sarebbe stato ‘da irresponsabili dire sì’ spiegando di non aver cambiato idea: ‘Non ipotechiamo il futuro di Roma. Diciamo no alle Olimpiadi del mattone, stiamo ancora pagando i Giochi 1960’.

Per Raggi inoltre le Olimpiadi sono ‘un sogno che diventa incubo’ ed ‘il 70% dei romani ha già detto di no’. Saltato anche per un ritardo dell’esponente M5s l’incontro con il presidente del Coni Malago’ che le risponde: ‘E’ solo un discorso di principio, era tutto scritto. Meritavamo più rispetto, ora andiamo avanti. Il
Comune si assuma le responsabilità, gireremo il danno erariale su chi dice no’.

Per il commissario del Pd romano Orfini ‘è uno schiaffo al futuro della città’. Grillo: brava, avanti così. “Considero gravissimo il ‘no’ della sindaca di Roma, Raggi, al progetto di candidatura di Roma per le Olimpiadi 2024 perché non si tiene conto del grande valore permanente dei Giochi Olimpici come occasione d’incontro e di confronto per la conoscenza reciproca e per la pace tra i popoli è importante occasione di crescita economica e sociale” afferma il presidente di Confindustria Campania, Costanzo Jannotti Pecci.

”Il ‘no’ purtroppo appare anche espressione di una rinuncia a misurarsi a priori con la complessità della progettazione di un ammodernamento delle opere e delle infrastrutture al servizio dello sport e del Paese” aggiunge Jannotti Pecci.

”Appare una scelta di “decrescita felice” e forse anche di sfiducia nelle proprie capacità di “cambiare verso” nella realizzazione di grandi eventi” prosegue il presidente di Confindustria Campania. “A Napoli e in Campania si è scommesso sui valori positivi delle Universiadi del 2019 con l’obiettivo di realizzare un grande evento sportivo per i partecipanti e benefici permanenti per i servizi e le infrastrutture del territorio.

Auspico che l’Italia, che viene gravemente danneggiata da questa incomprensibile e inaccettabile decisione, sappia al più presto ritrovare fiducia e il gusto per un impegno collettivo condiviso per grandi sfide sportive come le Olimpiadi 2024 e la capacità di gestirne tutti gli aspetti senza tentazioni e comportamenti negativi”. ”Al presidente Malagò e al Comitato di Roma 2024 va l’apprezzamento di Confindustria Campania per il progetto e l’opera svolta che, in ogni caso, costituisce un prezioso patrimonio per il Paese” conclude Jannotti Pecci.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.