Rifiuti: De Luca a Baronissi, differenziata? Napoli ferma al 20 %

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
de-lucaPer completare il ciclo integrato dello smaltimento dei rifiuti “dobbiamo avere una raccolta differenziata che su base regionale arrivi al 65% e Baronissi da questo punto di vista è un comune virtuoso, ma dobbiamo incrementare soprattutto nella città di Napoli la raccolta differenziata perché siamo poco sopra il 20%. “Raccolta differenziata, bonifica delle discariche, impianto di compostaggio: sono queste le cose che servono a completare il ciclo di gestione integrata dei rifiuti in Campania”. A dirlo il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel corso dell’inaugurazione dell’ex discarica bonificata in località Cariti, a Baronissi (Salerno), un’area di 14mila metri quadrati dove fino al 1988 sono stati scaricati inerti e rifiuti solidi urbani.

“La Comunità Europea – aggiunge De Luca – ha proceduto per infrazione ambientale stabilendo una multa. Paghiamo 120mila euro al giorno da gennaio di quest’anno. Formalmente paga il Governo italiano, sostanzialmente paga la Regione Campania perché il governo si rifà su di noi. Dobbiamo completare gli altri 48 interventi di bonifica delle discariche nei quali gli interventi sono in corso. Contiamo di completarli entro il 2016 per cercare di alleggerire la multa dell’UE. Qui parliamo di una piccola discarica, ma abbiamo discariche nell’area di Napoli Nord – la Resit in particolare – dove abbiamo oltre un milione di tonnellate di rifiuti accumulati, fra cui inquinanti. Dobbiamo essere credibili nei confronti dell’Unione Europea. Credo che andremo il mese prossimo per cercare di alleggerire la multa, dimostrando che stiamo producendo fatti. Cominciamo a riconquistare la fiducia delle istituzioni europee. Se ci presentiamo già avendo completato il lavoro di bonifica di venti, trenta discariche, cominciamo a ragionare in termine diversi. Finché non completiamo tutto il ciclo – sostiene ancora De Luca – il rischio di avere nuove emergenze è sempre presente. “Portiamo avanti – aggiunge il sindaco di Baronissi Gianfranco Valiante – scelte importanti quali il rispetto dell’ambiente, la prevenzione del rischio. Devo ringraziare la regione Campania perché grazie al corretto utilizzo delle risorse europee, siamo riusciti a realizzare quest’opera che aspettavamo da 32 anni”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Per dovere di informazione i finanziamenti per la bonifica della discarica erano già stati stanziati con la precedente amministratore Moscatiello, l’attuale amministrazione non ha fatto altro che ereditare l’operato di altri così come tante altre opere che si sono concluse ultimamente appropriandosi di un meriti impropriamente.

  2. Solo e soltanto parole come sempre. Si era presentato come il messia che risolveva in un attimo tutti i problemi ma le ecoballe sono ancora dov’erano e la differenziata, lo dice lui, a Napoli non decolla.
    Condivido quanto detto dall’amico delle 00:13 dato che i fondi erano stati ad appannaggio della giunta Moscariello che organizzato ottimamente anche la raccolta differenziata a Baronissi.
    Per quanto riguarda il resto, il governatore non parla delle fonderie Piasano, come mai? Forse perchè la situazione che si è creata lo si deve anche alla mancata vigilanza durante tutti questi anni?
    Oramai al governatore riescono solo gli spettacoli cabarettistici su LiRa TV, anche se pure questi stanno diventando stantii.

  3. Chiacchierone che non sei altro. Ricordo ancora quando rompevi le scatole in TV a Salerno mentre facevi il fenomeno con le cifre della differenziata ed il sito di compostaggio più bello e funzionale di Europa. Oggi hai Cantone sul collo perché, come al tuo solito, tutto è stato fatto male con costi da capogiro, non produce efficienza e ricavi ma solo disorganizzazione e continui aumenti delle tariffe per i cittadini.
    Le chiacchiere ed il brillante le hai fatte pure quando invitavi a conferire alle isole ecologiche, dove in base al peso conferito, avremmo potuto usufruire di agevolazioni o sconti per la Tarsu/Tares.
    Le balle le continui a raccontare a manetta, mentre quelle che ti eri impegnato a spostare dalla Terra dei Fuochi, nonostante il Governo ti abbia dato milioni di euro stanno ancora la’. Non è’ che le potevi smaltire tutte in un anno, ma se ne raccogli qualche quintale ogni anno come hai appena fatto, ne occorreranno 20 di anni.
    Fai la persona seria, hai tanto e tanto di cui occuparti e di cui ti sei voluto occupare perché’ ti sei voluto candidare, ch non avresti neanche il tempo di una gazzosa ed invece stai sempre a fare il polemista del piffero su qualsiasi tema, raccontando cavolate e disquisendo su argomenti di cui faresti meglio a tacere tra meriti della politica, buona amministrazione, ritardi delle opere ed elezioni/ nomine dirette o meno di gente che non ha alcuna esperienza

  4. è’ sempre il solito servetto che sistematicamente rende servizio al suo Padrone. Tempo qualche minuto di servizio qua’ sopra, poi ritornerà al disbrigo del riassetto casa e si occuperà del pranzo.

  5. Soliti arroganti. Se a baronissi la destra avesse governato bene oggi era al suo posto. . soliti arroganti. Offendere per vincere. Ma questo vi fa perdere. Avete leccato per anni un padrone come Silvio ed ora giudicate gli altri? Servi, servetti….sapete dire soli questo ma proposte zero e restate perdenti

  6. Ma le ecoballe della discaricarica piu’ grande d’Italia Taverna dei Re e Coda di Volpe non dovevano essere svuotate in 2 mesi??? cosi avevi detto tu e Renzi…..e i roghi nella terra dei fuochi…chiedi a Don Patriciello…..la terra dei fiori….. i fiori per il momento li mettono sulle tombe dei morti di tumori vari …….la differenziata a Napoli al 20% chiedi a Cosentino ti risolverà subito il problema.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.