Processo Sea Park Salerno: assolti De Luca e altri 41 imputati

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
21
Stampa
vincenzo_de_lucaL’ex sindaco e attuale governatore della Campania, Vincenzo De Luca, e altri 41 imputati tra tecnici, funzionari comunali ed imprenditori sono stati assolti “perché il fatto non sussiste” dalla seconda sezione penale del tribunale di Salerno nel processo Sea Park, relativo a presunte irregolarità nell’iter per la realizzazione di un parco acquatico, poi mai ultimato, nella città di Salerno.

Il Sea Park, che non vide mai la luce, avrebbe dovuto accogliere milioni di visitatori nell’area industriale di Salerno, dove da poco aveva chiuso i battenti l’Ideal Standard, con 200 lavoratori finiti sul lastrico.

De Luca, all’epoca deputato, intervenne per accelerare i tempi per l’erogazione della cassa integrazione ai dipendenti dello stabilimento. L’ipotesi accusatoria riguardava queste procedure e l’iter urbanistico per la trasformazione dell’area.

De Luca era stato accusato di associazione per delinquere, falso e abuso d’ufficio. Lo stesso pm Vincenzo Montemurro aveva chiesto nell’aprile scorso l’assoluzione di tutti gli imputati.

Vincenzo De Luca commenta l’assoluzione nel processo Sea Park e chiama in causa, senza nominarla, la presidente dell’Antimafia Rosy Bindi. “Assoluzione piena dopo 18 anni. Esprimo piena soddisfazione e rispetto – scrive in un tweet – per la magistratura. Era questa la vicenda per cui una avventurosa parlamentare ci aveva presentato come ‘impresentabili’. Oggi ci presentiamo a testa alta”.

La vicenda degli “impresentabili” segnò un altissimo momento di tensione nel Pd. De Luca definì “infame ed eversiva” l’iniziativa della collega di partito, arrivando addirittura a presentare una denuncia-querela contro di lei, poi archiviata dal gip di Roma. Secondo l’ex sindaco di Salerno, Bindi aveva “danneggiato in maniera pesante e consapevole il Pd a 24 ore da un voto importante. Nei Paesi civili che si rispettano impresentabili sono coloro che hanno una condanna definitiva, e non quelli che stanno sullo stomaco a qualcuno”. Accuse “inaccettabili” secondo la presidente dell’Antimafia, che riscosse ampia solidarietà tra i colleghi di partito e chiese l’intervento degli organi interni di garanzia del Pd: “Le accuse che ci sono state rivolte non sono un fatto personale ma toccano il cuore delle istituzioni”.

“E’ una sentenza giusta che finalmente pone fine alla sofferenza degli imputati”. Così l’avvocato Paolo Carbone, difensore di Vincenzo De Luca, commenta la sentenza di assoluzione per l’ex sindaco di Salerno e tutti gli altri imputati nel processo Sea Park.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

21 COMMENTI

  1. E adesso chi paga per tutti il tempo e gli stipendi lauti che lo stato ha pagato per 18 anni? Il giudice o i giudici che all’epo da lì hanno inquisiti dovrebbero pagare .

  2. “impresentabili”, personalmente sono fermamente convinto che è stato & lo è ancora …!!! COSA IMPORTANTE E’ CHE “nell’area industriale” SI E’ REALIZZATO:IL DEPURATORE,L’IMPIANTO di COMPOSTAGGIO & IL MEGA PARCHEGGIO di SALERNO PULITA, GIUSTO PER RENDERE L’ARIA PIU’ RESPIRABILE …!!! MAGISTRATURA, FATE IN PIENA COSCIENZA & SOPRATTUTTO IN RISPETTO DELLA LEGGE, IN VOSTRO LAVORO FINO IN FONDO, CHE A SENTIRE LA TV & LEGGERE I QUOTIDIANI NON RISULTA …!!!
    NON CENSURARE.

  3. pentastellato ti brucia vero?
    pronti a condannare prima del processo…quando gli indagati sono della parte politica avversa
    siete solo delle nullita’
    sapete fare solo casino e dire no a tutto

  4. Naturalmente è stato omesso il fatto fondamentale che si è arrivati a questo risultato grazie alla distruzione delle intercettazioni che riguardavano il sig. De Luca.

  5. Mi raccomando continua a farti il fegato così per De Luca e a non indignarti neanche un poco per un processo che si è trascinato per 18 anni. Continuate pure a vedere il marcio dove fa comodo solo a voi.

  6. X pentastellato: la finite di lamentarvi?
    vai dai carabinieri e denuncia fatti e persone e FIRMA LA DENUNCIA

  7. Egregio sig. Pentastellato,
    il suo livore contro De Luca e la sua ignoranza dei fatti le fanno lanciare invettive prive di fondamento. Una tiratina d’orecchi, a dire il vero, la si dovrebbe fare anche all’estensore dell’articolo; il famigerato Sea Park doveva essere allestito nell’area che va, più o meno, dallo stadio Arechi fin verso la cittadella finanziaria e poco oltre, erano stati effettuati in loco addirittura dei pre-esporpri. Quindi la zona industriale non c’entra e non poteva entrarci perchè le attività previste dal Sea Park confliggevano con una area idustriale e nessuna variante si sarebbe mai potuta varare al riguardo. L’Ideal Standard (le aree) ed i suoi dipendenti entrano nella vicenda perchè nei capannoni dismessi dell’insediamento industriale si sarebbero dovuti attivare le produzioni relative alla gestione del parco (costruzione delle attrazzioni, delle attrezzature e del catering) e il tutto prevedeva l’impiego dei lavoratori ex Standard. Infine, mi dica sig. Pentastellato, secondo Lei gli impianti da Lei citati nel commento, dove si sarebbero dovuti realizzare? A piazza Malta? La lascio con un sommesso consiglio: prima di metter mano alla tastiera si informi e poi conti fino a dieci, se possibile anche oltre, perchè corre il rischio di fare solo brutte figure.

  8. il nuovo PM ha smontato del tutto la tesi accusatoria e per cui ha chiesto l’assoluzione con formula piena……mah….quindi si mette in dubbio il lavoro del vecchio PM….e come mai costui ha inventato una così pesante accusa nei confronti del ns Re sole e della sua corte di giullari….
    Uno dei due, allora, ha mentito….i magistrati, a questo punto, dovrebbero indagare e andare avanti sulla faccenda perchè, come dice il Re sole, non è possibile sperperare denaro pubblico solo perchè “si sta sullo stomaco a qualcuno”. si faccia chiarezza una volta per tutte….
    NON CENSURARE GRAZIE!!!!

  9. pentastellato cosa mi dici che il tuo capo Grillo dice che l’ads non esiste ma è un invenzione delle multinazionali? vergognatevi

  10. tu sei irricevibile, come cittadino e come uomo/donna. L’ignoranza, ovvero la mancanza di conoscenza di norme e regolamenti vi pone al servizio di chi grida, di chi la spara più forte. Quel briciolo di democrazia (malata…) che ci rimane non può- e non deve -essere mortificato da miserabile come te/voi. Gli specialisti del no…del contro…del vaffa…! Ricambio di cuore.

  11. chi non salta con i 5 stelle è, è!
    chi non salta con la Bindi è, è!
    andate a mietere il grano, il grano, il granooo!
    raccoglierete le stelle, le stelle, le stelleee!
    Caproni.

  12. Ovviamente si è omesso di dire, dire che questo sito è la voce di re sole è poco, che si è arrivati a queste conclusioni perché sono state distrutte le intercettazioni che riguardavano De Luca. Questo perché era deputato all’epoca e non c’era autorizzazione preventiva della camera. Solo questo ha fatto si che il nuovo PM chiedesse l’assoluzione, quindi è inutile che si da la caccia alle streghe perché è questa la ragione della richiesta di assoluzione e non perché l’altro magistrato abbia lavorato male. semplicemente hanno distrutto le prove che aveva il primo magistrato. Tempo fa Gasparri, in una nota trasmissione ebbe a dire, in presenza di re sole che non smentì, che quella decisione cambiò la destinazione d’uso ed il valore dei terreni. Chi fu favorito? Per i fan di re sole: non esultate troppo perché ci sono altri processi in cui le intercettazioni non potranno essere distrutte dato che non era più deputato ma sindaco. Vedremo, il tempo è galantuomo

  13. Amico: ovvio ! le intercettazioni sono prova schiacciante solo quando dentro c’è la voce di berlusconi! quando ci stanno altri, a partire dal -napolEItano- e passando per deluca e il resto, diventano illegittime e addirittura da distruggere (e distrutte), mica sono prove (in quei casi)?!

  14. Bravi pentastellati, continuate a far ridere la popolazione, è il modo migliore per far vincere De Luca in eterno.

    Io ci metterei anche un po di scie chimiche, falsi allunaggi e la terra cava.

  15. anonimo senza argomenti delle 19 e 43, ci vado ma dovrò aspettare molto visto che ci sei tu prima di me, e ne hai per parecchio. quello che ho scritto è la pura cronaca. le intercettazioni negli “altri casi” sono state distrutte, è un fatto che ti piaccia o no (mentre sei a c…gare riflettici magari ci arrivi)

  16. Caro Ugo intanto De Luca te mis nata suppost a te e ai 5 cagoni quindi tacci. Anche perché Salerno è stata, è, sarà di De Luca. Non ti sta bene vattene un coglione in meno

  17. tacci tua, non ho niente a che fare con il 5. se ti piace la monarchia va benissimo, stessa cosa se ti piace essere schiavo e suddito cieco

  18. I giornali come al solito fanno pena per non dire schifo?
    E mi spiego :
    Quando è iniziata l’ inchiesta tutti i nominativi degli imputati erano scritti a lettere gigantesche, ora che sono stati tutti assolti a formula piena, si limitano solo a dire i 41 imputati.
    Signori giornalisti fate pena, per non dire di più .
    Un imputato del processo 18 di Gogna .
    Roberto Caltagirone.
    Vergognatevi

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.