Salernitana verso il derby: da sciogliere gli ultimi dubbi di formazione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
salernitana-trapani-2016-43-allenamento4-3-1-2 o 3-4-1-2? Questo è il dilemma. Mister Sannino sfoglia la margherita e valuta quale possa essere lo schieramento tattico di partenza più adatto per affrontare il derby col Benevento. Visto il recupero di Perico e la probabile disponibilità di Mantovani, la difesa (orfana di Tuia e Schiavi per due settimane) esce dall’emergenza. Il tecnico di Ottaviano potrebbe sia confermare la difesa a tre (giocherebbero Perico, Bernardini e Mantovani col solo Marchi come alternativa) che rispolverare l’assetto coi quattro in linea (Perico sarebbe in vantaggio rispetto a Laverone, Mantovani farebbe coppia con Bernardini e Vitale agirebbe da esterno basso a sinistra, Marchi e l’ex Vicenza partirebbero dalla panchina).




Tutto dipende da come il trainer granata vorrà impostare la partita. Se Sannino volesse provare aggredire l’avversario sin dai primi minuti, ovviamente il 4-3-1-2 sarebbe la soluzione più adatta (con Busellato e Odjer certi del posto, uno tra Ronaldo e Della Rocca a completare il reparto e Rosina dietro Coda e Donnarumma). Nel caso in cui, invece, il tecnico di Ottaviano volesse dai suoi un approccio più “equilibrato”, ecco che allora la conferma dello schema utilizzato nelle ultime settimane (il sacrificato sarebbe uno dei centrocampisti) potrebbe fornire maggiori garanzie di tenuta e, allo stesso tempo, consentirebbe ai granata di mantenere immutato il tasso di pericolosità offensivo (Vitale avrebbe maggiore licenza di offendere, dalle fasce potrebbe arrivare qualche pallone in più per le punte).

Quale che sia il modulo iniziale, sarà fondamentale avere l’atteggiamento giusto, la voglia di arrivare primi sul pallone, di aiutarsi, di non mollare di un centimetro, di ragionare, la capacità di non farsi prendere dall’ossessione di cercare il gol o la soluzione personale a tutti i costi. La Salernitana deve affrontare il derby da squadra, compatta, grintosa, consapevole dei propri punti di forza (confidando anche in progressi da parte di un giocatore chiave come Rosina), perchè di fronte avrà una signora squadra, un gruppo plasmato da Baroni a sua immagine e somiglianza. Probabilmente sulla carta ci sono team più forti del Benevento, ma in questa fase i sanniti hanno una forza mentale, una convinzione nei propri mezzi che le altre non hanno e che Baroni è stato bravissimo ad alimentare.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.