‘Dalla D alla B alzando le coppe’, i ricordi di Perrone e Menichini

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
perrone_e_menichiniE’ stato presentato presso la sede dell’EPT in via Velia a Salerno il libro di letteratura sportiva “Salernitana 19:19, dalla D alla B alzando le coppe” (racconti di Pietro Nardiello e foto di Nicola Ianuale), dove il calcio diventa la metafora per raccontare la vita, l’occasione per fotografare anche ciò che avviene lontano dal rettangolo verde penetrando nella quotidianità di un popolo che vive in simbiosi con la Città, il proprio territorio e la sua quadra.

La Salernitana per i suoi tifosi ha sempre rappresentato una passione insostituibile. Al pubblico granata non è mai interessata la categoria in cui militava la propria squadra, o l’avversario di turno, per loro è importante quella casacca granata e quel cavalluccio marino simboli di un’identità collettiva. A quasi cento anni dalla fondazione, non sono state tante le vittorie da mettere in bacheca, ma il popolo granata continua a seguire sempre numerosissimo le sorti della propria squadra.




Dopo la promozione nel 1990 in serie B e la seconda storica promozione in serie A, i salernitani hanno vissuto delusioni e fallimenti ma sono stati capaci, nello stesso tempo, di dimenticare e andare avanti. Con l’avvento di Lotito e Mezzaroma, in soli quattro anni, pur dovendo ripartire con un nome e un colore diverso, si è vissuto una cavalcata trionfale che ha riportato la società granata dalla serie D alla B.

Alla presentazione sono intervenuti Monica Matano, giornalista Rai. Antonietta Piscione, editor Print Art Edizioni Riccardo Santoro, presidente CCSC, Mariano Turco, allenatore ‘‘Valentino Mazzola’’ ed una delegazione della US Salernitana 19:19 nonché di ex calciatori e tecnici tra cui Carlo Perrone e Leonardo Menichini.

Il trainer laziale si è detto molto emozionato di rivedere vecchi amici ed è stata l’occasione per raccontare vecchi aneddoti: “Vincere in una piazza come Salerno è un qualcosa di meraviglioso. Porto ancora nel cuore la coreografia della Curva contro il Poggibonsi, mi manca l’Arechi pieno ma il mio nome è scritto nella storia di questo club e ne sono orgoglioso”.

Anche Leonardo Menichini ha espresso il suo pensiero: “Mi aspettavo la riconferma, ma non ho rancore nei confronti di nessuno. Ho vinto a Salerno, ho contribuito alla salvezza ereditando una situazione difficile, queste serate mi fanno capire che la gente ha saputo apprezzare a mente fredda la nostra impresa. Qui ho lasciato tanti amici e ricordo ancora con gioia la festa contro la Casertana e quando Morò ci fece venire i brividi cantando durante la festa”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.