Musica: ‘Après La Rouge’ in concerto al ristorante Vinile di Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
apres_le_rougeUn tocco di rosso, la voce potente di Anna Rinaldi, le corde della takamine di Piero Noschese e i legni percussivi di Giuseppe Pellegrino: sul palco di Vinile_Live ritornano a grande richiesta gli Après La Rouge.  Un live tutto in acustico, quello del trio composto dai tre giovanissimi musicisti salernitani, in cartellone giovedì 13 ottobre alle ore 21.30 (ingresso libero). Un viaggio in versione unplugged nell’universo pop-rock,  dal repertorio internazionale alla canzone italiana, da Pino Daniele agli Extreme, da Michael Jackson ai Queen. On stage la Jessica Rabbit dei monti picentini, Anna “la rouge”, con il suo sinuoso caschetto rosso, interpreta con pienezza e calore i testi delle canzoni con impostazione jazz ed influenze soul-rock, raggiungendo un risultato finale fresco, colorato e primaverile.  Dietro di lei (Apres), Piero Noschese alla chitarra acustica eGiuseppe Pellegrino al cajon. 




Piero Noschese viene dal percorso accademico classico con impostazione trascendentale e cubica. “Mangiare pane e musica”, però, l’ha portato alla ricerca di suoni spumeggianti, sinusoidali e genuini . Finalista ad importanti eventi musicali nazionali e regionali, è riuscito a trasformare vocazione e talento, facendone il proprio lavoro. Giuseppe Pellegrino proviene da un percorso musicale completamente diverso caratterizzato da sensazioni e feeling profondi con il suo strumento. La ricerca del suono e delle ritmiche che si fondono armoniosamente con la chitarra lo avvicina al flamenco, al funky-jazz e ai suoni afro-mediorientali, toccando momenti di estremismo musicale con colorazioni nervose e bipolari. Gli Apres la Rouge propongono un repertorio ricco di sorprese e d’emozioni, divertente e leggero, fatto di sorrisi, complicità e condivisione con il pubblico.

Domenica 16 ottobredalle ore 19, l’open space di via Velia si apre invece ad un nuovo appuntamento con Vinile #InDrink, l’aperitivo happy nel cuore della city, tra live set ed estemporanee creative, accompagnato dalla degustazione dei lieviti salati dello chef Angelo Borghese. In consolle, la musica senza tempo del disco in vinile di Francesco Sabatino Dj. Amante dei 4/4, degli snare e degli hat, Francesco ha fatto dei vinili, che colleziona da quando aveva 13 anni, la sua passione più grande, il suo credo. I suoi dj set sono ricercati ed apprezzati, un viaggio nel tempo composto da selezioni variegate e sfaccettature brillanti che spaziano dall’house, in particolare  garage/detroit house anni ‘90, alle atmosfere più soulfoul con i suoi suoni profondi e le influenze soul, jazz e funky. In contemporanea il vernissage di Andrea McVill.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.