Lungomare Salerno: sotto la ruota il panorama…di tanti venditori abusivi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
15
Stampa
lungomareSerata dal clima primaverile più che autunnale a Salerno. E la temperatura mite ha incentivato la passeggiata sul Lungomare cittadino dove stasera erano tante le persone in cerca di relax vicino al mare. Unica nota stonata la presenza di molti venditori abusivi extracomunitari e non che esponevano la mercanzia senza nessun problema di controllo. Ovviamente con le Luci d’Artista alle porte, i mercatini di Natale tra qualche settimana e la ruota panoramica con tanto di cena in alta quota e con una presenza di molti turisti mal si sposa il panorama dei tanti venditori ambulanti.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

15 COMMENTI

  1. Premetto che non sono razzista, ma adesso la misura è colma!
    Passeggiare sul lungomare lato mare è diventato impossibile, i venditori ambulanti creano imbuti, non hanno rispetto!
    La situazione è facilmente risolvibile!
    Il comune metta una multa( tipo 500 euro)per chi compra dagli abusivi, dopo le prime 2 multe, non faranno più affari e se ne andranno!
    Mi chiedo come mai in Italia esista un corpo specializzato, la guardia di finanza, che fà multe per un mancato scontrino di 1 euro e poi non faccia nulla contro questo Km di illegalità ed evasione.

  2. Il buon vecchio scemo del villaggio scrive lasciandosi tirare come un pesce arpionado dall’amo della informazione piccolo borghese destroide…quelli come lui vomitano la loro rabbia verso chi si guadagna la vita come può senza mai dare addosso a chi realmente è artefice del male altrui.

  3. non capisco tutto questo entusiasmo per luci d’artista e per questa ruota perchè quello che vedo a salerno e solo caos, traffico,bordello a destra e a sinistra e poi l’assoluta mancanza di vigili per strada, nessuna autorità che ti da una informazione cè solo anarchia e confusione

  4. Sai che bello… comunque la polizia municipale e la guardiadi finanza lo sannone non fanno niente. È da anni ormani che il mercatino del falso risiede nel sottopiazza… bellissimo panorama

  5. Quelli che si lamentano che i vigili e la finanza non lavorano, sono gli stessi che issano il vessillo della liberta’ e del “cosa sta facendo di male” a favore dell’abusivismo e dell’abusivo ogni volta che gli stessi vigili e finanzieri sequestrano la merce contraffatta!!!! Se sei bello ti tirano le pietre, se sei brutto ti tirano le pietre, saraaaa cosiii fincheeee vivrai…….

  6. dimenticate che le bancarelle abusive sono uno dei motivi (se non il principale) per i quali c’è gente sul lungomare, che vi piaccia o no.

    SAESTERO, il borghese destroide non c’entra nulla, è solo un tuo motivo di risentimento personale e ideologico: la legalità non è di destra o di sinistra, forse un giorno lo capirete, tu e quelli che la pensano come te.

    Se TU vuoi aprire un’attività devi avere cento permessi, così come pure se vuoi andare all’estero, ti servono visto e documenti;
    quindi se ti ritieni più fesso degli altri, continuando a ritenere giusto il fatto che TU paghi e chiedi i permessi e altri no, allora fai pure!

  7. sicuramente durante i sequestri scatterà il pietismo di tanti, ma oggi il Km di Lungomare dimostra che gli extacomunitari che vendono merci contraffatte non sentono in alcun modo l’Autorità delle nostre Forze Armate, allora create un precedente, in borghese fate le multe agli Italiani che comprano, poi vediamo se il fenomeno persiste!

  8. Grazie a te L’ideologia comunista è finita dietro i soliti stereotipi vuoti di ragione.
    Io se vado in Senegal o Bangladesh e mi metto a vendere su di un lungomare ostruendo ai residenti ed ai turisti il passaggio ed il panorama, sono irrispettoso verso quella cultura e le loro bellezze.

  9. Quello del lungomare invaso dai venditori senegalesi o bengalesi è un problema che non si VUOLE risolvere!

  10. e un fenomeno che non si vuole combattere quello degli ambulanti. un commerciante paga le tasse contributi e altro e questi niente per di più la guardia di finanza ti contesta uno scontrino non emesso e questi che vendono a nero e per di più mercie contraffatta siamo alla frutta !!

  11. Non saranno belli da vedere ma non mi risulta che a Roma, Milano, Napoli, Torino ed ogni città piccola, media e grande d’Italia non ci siano di questi venditori abusivi, anzi….vuoi vedere che solo a Salerno ci sono 4 esaltati che fra poco si impiccano per il fastidio della loro presenza? hahahaha che poi sono i primi a fare i fighi con i giubbotti e borse contraffatte! SCHIATTATE! 😛

  12. Scrivi sempre la stessa inutile filastrocca, io non l’ho votato il capo, ma sentire commenti copia incolla senza senso, mi fà venire voglia di continuare a non votare, soprattutto se penso che l’alternativa è rappresentata da grillini e qualunquisti, praticamente gente inutile che sa solo criticare!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.