Iren: sale al 50% di Salerno Energia Vendite e rileva altri 115mila clienti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
irenIren sale al 50% di Salerno Energia Vendite. Il consiglio comunale di Salerno nel corso della riunione di oggi ha deliberato l’approvazione del contenuto di tutti gli allegati relativi all’accordo quadro, già sottoscritto tra Salerno Energia Vendite e Iren  lo scorso 6 luglio. Con questa delibera il consiglio comunale ha dato il via libera per procedere con il progetto di fusione.

Attualmente il capitale sociale di Salerno Energia Vendite è detenuto per il 39,4% da Gea Commerciale (100% Iren Mercato), per il 59% da Salerno Energia Holding e per l’1,6% da Gescom. Successivamente alla chiusura dell’operazione, che avverrà tramite la fusione per incorporazione di Gea Commerciale in Salerno Energia Vendite, la struttura dell’azionariato di quest’ultima sarà la seguente: Iren Mercato 50%, Salerno Energia Holding 48,8%, Gescom 1,2%. Questa governance permetterà a Iren  di consolidare integralmente la società risultante dalla fusione.




La società incorporata e quella incorporante sono entrambe attive nella vendita di gas naturale, in aree geografiche di interesse: Gea Commerciale è infatti presente principalmente nelle province di Grosseto in Toscana e Frosinone nel Lazio, mentre Salerno Energia presidia quasi tutte le province campane, oltre che alcuni Comuni delle Regioni Basilicata e Calabria. Il portafoglio cumulato delle due società è pari a circa 115.000 clienti e rafforzerà il presidio dell’area tirrenica.

L’operazione, in linea con il percorso delineato nel piano industriale, oltre a contribuire al raggiungimento dei target di crescita della base clienti, avrà effetti positivi in termini di efficienza, competitività e qualità del servizio offerto: oltre al gas consentirà, infatti, di proporre contratti nel libero mercato dell’energia elettrica; verranno messe a fattor comune le esperienze delle due società e ciò, unitamente al know how di Iren  Mercato nella gestione dei clienti energetici, permetterà sia l’estrazione di importanti sinergie sia la possibilità di offrire dei servizi ad alto valore aggiunto e contratti dual fuel. Una gestione unitaria del business faciliterà, inoltre, l’allargamento del bacino territoriale di riferimento attraverso campagne di marketing che mireranno all’acquisizione di nuovi clienti oltre che alla fidelizzazione di quelli attuali.

“La partnership tra Iren  e Salerno Energia Holding è perfettamente in linea con quella che è la filosofia del gruppo fin dalla sua nascita: garantire un servizio di qualità e innovativo in modo tale da giocare un ruolo di primo piano tra i principali player del mercato, costituendo allo stesso tempo un motore di sviluppo, efficienza e aggregazione all’interno dei territori nei quali opera”, ha sottolineato il presidente, Paolo Peveraro.

L’pk alla fusione per l’ad, Massimiliano Bianco, costituisce un importante tassello per il progetto di sviluppo commerciale del gruppo e, insieme all’acquisizione di Atena, avvenuta quest’anno, completa la crescita della base clienti per linee esterne indicata nel piano industriale recentemente presentato. “La fusione tra le due entità coinvolte, insieme all’esperienza di Iren  nel settore, avrà come risultato un rafforzamento della nuova compagine societaria e consentirà di incrementare la capacità di attrazione verso nuovi clienti nelle aree di interesse, cogliendo opzioni di crescita altrimenti non raggiungibili”, ha concluso Bianco.

In borsa il titolo Iren  avanza dello 0,37% a quota 1,636 euro all’indomani dell’emissione da parte dell’utility di un bond da 500 milioni di euro a valere sul piano di EMTN da 1,5 miliardi di euro. Il bond ha scadenza al 2024, cedola dello 0,875% e reoffer al 98,974%, per un rendimento complessivo a scadenza dell’1,009% a circa 80bps sopra il midswap. L’1% di costo ottenuto si confronta con l’attuale 3,4% di costo del debito complessivo. In contemporanea, Iren  attiverà ulteriori azioni di liabilities management con il riacquisto dei titoli in essere alle scadenze 2019-20-21-22 per un ammontare di 150 milioni di euro.

“Una notizia molto positiva per Iren  che ha annunciato nel piano una riduzione degli oneri finanziari dal 3,4% al 2,6%, di cui questa emissione obbligazionaria, pari al 20% della posizione finanziaria netta complessiva, costituisce parte rilevante. L`emissione in corso consentirà infatti risparmi sugli oneri finanziari pari al 5% dell’utile nei prossimi anni, considerando i 250 bps di minore costo del debito sulle maturities in scadenza per pari ammontare”, hanno indicato gli analisti di Equita ribadendo il rating buy e il target price a 1,95 euro sul titolo Iren.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.