Avvocati copioni all’esame, in 13 verso il processo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
avvocato-togaAvrebbero copiato da internet un esame per l’abilitazione alla professione forense. Respinta dal giudice per le udienze preliminari presso il Tribunale di Salerno, Stefano Berni Canani, la richiesta di archiviazione presentata dal sostituto procuratore Maria Chiara Minerva. Tra i convolti anche un ufficiale della Guardia di Finanza. Nel mirino era finita la sessione 2011/2012 e in particolare la prova scritta che nel dicembre di 4 anni fa si svolse presso l’Università degli Studi di Salerno con correzione affidata alla commissione esaminatrice di Lecce dove poi fu scoperto “il trucco” e dove i futuri avvocati sarebbero stati bocciati.




Quella prova era sin da subito finita al centro della polemica in quanto molti dei candidati lamentarono un sistema di controllo assai rigido, supportato da un utilizzo di metal detector che non avrebbe permesso raggiri. Secondo le accuse avevano pensato di superare l’esame dando una sbirciato  su internet consultando il portale Altalex per superare il compito. Nonostante gli strettissimi controlli eseguiti la mattina dell’ esame persino con il metal detector, qualcuno riuscì ad introdurrenell’aulaun telefonocellulare di ultima generazione con il collegamento ad internet.

E così, quell’elaborato pubblicato dal noto sito specializzato finì, secondo l’accusa,integralmente suifoglidei candidatiche,noncambiandoneppure una virgola, speravano di passare l’esame con un ottimo voto La commissione che valutò gli elaborati si accorse che tredici svolgimenti sembravano  scritti in fotocopia e che a loro volta replicavano quello circolato quello stesso giorno sul web. L’anomalia fu segnalata alla Procura e adesso per quei tredici esaminandi (tra cui un colonnello della Guardia di finanza).

Ad aprile del 2015 ci fu la conclusione delle indagini e successivamente una richiesta di archiviazione in quanto il Pm non avrebbe trovato gli estremi per una richiesta di processo. Nel frattempo i 13 sono diventati avvocati ma contro di loro oggi c’è lo spettro di un processo dopo la decisione di ieri del Gup

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. PER NON PARLARE DI QUELLI CHE VANNO IN SPAGNA O PAESI SIMILI ORMAI LA PROFESSIONALITA E FINITA LA MERITOCRAZIA CON IL SISTEMA POLITICO UNIVERITARIO CHE CI CIROCONDA E DAVVERO UNO SCHIFO

  2. Parli per sentito dire, ci sono buoni avvocati e cattivi avvocati e la meritocrazia e’ implicita, quelli cattivi fanno la fame.

    Sono liberi professionisti non impiegati statali.

  3. Aldo, ti chiedevo se tu fossi laureato perché una persona che fa un commento del genere deve avere almeno un po’ di cultura se non un titolo per poter criticare, e per questo volevo soltanto farti notare che nella tua frase “e davvero uno schifo”, avresti dovuto mettere l’accento sulla e!!!
    Studia invece di dire cretinate! Studia studia studia studia studia studia!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.