Baronissi: discarica Cariti, nessun allarme. Solo assestamento del terreno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
baronissi-comune

Il Comune di Baronissi smentisce le irresponsabili informazioni, destituite di ogni fondamento, diffuse negli ultimi giorni relativamente a smottamenti della ex discarica di Cariti, bonificata di recente e messa in sicurezza dopo oltre trent’anni di attesa.
I lavori sono stati eseguiti  dall’impresa incaricata con l’evoluta tecnica del “capping” che ha previsto la realizzazione di una “barriera” di copertura e la piantumazione di specie vegetali “iperaccumulatrici” per la rimozione della contaminazione mediante processi biologici. Il trascinamento di piccoli lembi di terreno da una scarpata è un evento prevedibile e previsto per i primi ventiquattro mesi e costituisce il fisiologico assestamento dell’opera.
“L’atteggiamento di chi tenta di screditare il lavoro di questa amministrazione è irresponsabile e tendenzioso – sottolinea il sindaco Gianfranco Valiante – il “procurato allarme” messo in campo è gravissimo perché crea preoccupazioni destituite di fondamento tra i cittadini.
Prima di scrivere sciocchezze bisognerebbe informarsi senza creare scompiglio ingiustificato”. “Abbiamo gia’ convocato per mercoledì 2 novembre il progettista e direttore dei lavori e l’impresa esecutrice – rivela l’assessore ai lavori pubblici, Luca Galdi – per sistemare lo scivolamento del terreno ed evitare così il ripetersi del problema. Il telo che isola i rifiuti e che si è divento a causa del forte vento non è stato intaccato, quindi non vi e’ alcun problema di fuoriuscita dei rifiuti.
Il primo monitoraggio effettuato nei mesi scorsi ha inoltre evidenziato la bontà dell’intervento in quanto il Berillio – che e’ l’elemento da monitorare – e’ diminuito sensibilmente rispetto ai dati prebonifica”. I lavori hanno previsto la sistemazione orografica dell’area, la creazione di terrazzamenti con la regimentazione delle acque e di gabbionate, un sistema di canalette per convogliare le acque. Realizzati pozzi di estrazione di biogas “spia” per verificare la presenza di percolato. L’area è stata completamente impermeabilizzata.
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.