I fatti del giorno: sabato 29 ottobre 2016

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
rassegna fatti del giornoCROLLA CAVALCAVIA SULLA MILANO-LECCO, UN MORTO E 4 FERITI
ACCUSE A VICENDA ANAS E PROVINCIA LECCO, APERTA INCHIESTA

Un morto e quattro feriti: questo il bilancio provvisorio del
crollo di un cavalcavia ieri alle 17,20 all’altezza di Annone
Brianza sulla strada provinciale 36 Milano-Lecco, sotto il peso
di un tir che trasportava bobine di acciaio. L’unica vittima
accertata al momento e’ il conducente di un’automobile rimasta
schiacciata dal crollo. Illesi l’autista del tir e gli occupanti
di altre automobili investite dall’autotreno. Tre ore prima del
cedimento un addetto alla sorveglianza dell’Anas aveva dato
l’allarme per la caduta di alcuni calcinacci. La Provincia di
Lecco ha chiesto, per chiudere la strada, un’ordinanza formale
da parte dell’ente. Quando e’ arrivato l’ispettore dell’Anas per
l’ispezione era troppo tardi. Sul disastro la procura di Lecco
ha aperto un’inchiesta. Una commissione d’inchiesta sara’
istituita anche dal ministero delle Infrastrutture.
—.

TERREMOTO, DUE GIORNI DOPO SISMA 4 MILA PERSONE ASSISTITE
IN MANOVRA FONDI RICOSTRUZIONE E PREVENZIONE ANTISISMICA

Due giorni dopo il terremoto del 26 ottobre che ha colpito le
Marche e l’Umbria sono circa 4mila le persone assistite nelle
strutture ricettive di Porto Sant’Elpidio e Civitanova Marche.
L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia valuta un
abbassamento del suolo di 20 centimetri. Con la legge di
Bilancio saranno stanziati 2,8 miliardi per ricostruire, anche
le scuole, e circa 2 miliardi di bonus per la prevenzione
antisismica. Trecento milioni di euro sono il danno all’economia
del ‘brand’ dei Monti Sibillini. Polemiche per le parole del
vice ministro della Cooperazione regionale di Israele Ayooub
Kara che ha definito il terremoto una punizione divina
all’Italia per essersi astenuta alla votazione dell’Unesco sulla
Città Vecchia di Gerusalemme. In serata presa di distanze
dell’ambasciata israeliana a Roma.
—.

MANOVRA ARRIVA AL COLLE, TESTO PASSA DA 122 A 104 ARTICOLI
RIMANGONO ANTICIPO PENSIONI E PIANO PER MIGRANTI E TERREMOTO

La manovra arriva al Colle in una versione piu’ leggera rispetto
alle prime bozze circolate. Il testo si ‘asciuga’ e ‘perde’ 18
articoli passando da 122 a 104. Si confermano comunque i
‘grandi’ capitoli: dall’anticipo delle pensioni agli interventi
per migranti e terremoto. Arrivano anche nuovi dettagli: dalla
gara per il Superenalotto alla lotteria degli scontrini. Dopo
l’esame del Quirinale la manovra approdera’ alla Camera per
essere assegnata alla commissione Bilancio.
—.

EMAILGATE, HILLARY CLINTON: IMPERATIVO CHE FBI SPIEGHI
PRIMA REAZIONE CANDIDATA DEMOCRATICA A RIAPERTURA INCHIESTA

”Il popolo americano merita i fatti al completo,
immediatamente”. ”E’ imperativo che l’Fbi spieghi”. E’ la
prima reazione di Hillary Clinton alla comunicazione del
direttore dell’Fbi sulla riapertura di fatto dell’inchiesta
relativa alle mail. Nello stesso tempo la candidata democratica
alla presidenza si dice ”certa che le nuove mail non muteranno
le conclusioni gia’ raggiunte dall’Fbi” lo scorso luglio,
quando l’agenzia federale aveva chiuso l’inchiesta
sull’emailgate escludendo responsabilita’ penali.
—.

SCONTRO TRA ITALIA DI RENZI E UNGHERIA DI ORBAN SU MIGRANTI
ORBAN, RENZI NERVOSO. RENZI, ITALIA NON SALVADANAIO EUROPA

E’ scontro aperto tra l’Italia di Matteo Renzi e l’Ungheria di
Viktor Orban sui migranti. Roma e’ pronta a mettere il veto sul
bilancio europeo se non verranno rispettati gli impegni sulla
materia, mentre Budapest rilancia, minacciando lo stop alle
‘quote’. Orban ha attaccato Roma parlando di un ”Renzi in
difficoltà, nervoso”. Renzi ha replicato che ”l’Italia ogni
anno da’ 20 miliardi all’Europa e ne recupera 12 e il tempo in
cui l’Italia faceva il salvadanaio e’ finito”.
—.

BOB DYLAN ROMPE IL SILENZIO E ACCETTA IL PREMIO NOBEL
IL CANTAUTORE HA CHIAMATO SEGRETARIA PERMANENTE DEL PREMIO

Bob Dylan rompe il silenzio e accetta il Nobel. Due settimane
dopo il pronunciamento della fondazione svedese, Dylan ha
chiamato Sara Danius, la segretaria permanente del premio, per
dire che la notizia lo ha lasciato muto. Il cantautore ha
aggiunto che ”apprezza molto l’onore ricevuto”. ”A Stoccolma
per il Nobel? Ci andro’…se posso” ha detto ancora, parlando
in ”esclusiva mondiale” con il Daily Telegraph. (Fonte ANSA).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.