Onde anomale e terremoti Salerno è a rischio. Lo spiega a La Città il geologo Ortolani

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
marsili-vulcano«Il vulcano sommerso Marsili può rappresentare un pericolo non per l’attività vulcanica, ma per il fatto che si possono staccare delle porzioni di roccia in seguito a dei fenomeni sismici con un conseguente risucchio di acqua che scatenerebbe un’onda di maremoto».

A dirlo in una lunga intervista pubblicata sul quotidiano La Città diretto da oggi da Andrea Manzi. Ortolani parla dei rischi e dei pericoli per la costa salernitana in un momento particolare per il nostro paese sconvolto dal terremoto che continua a colpire l’Italia centrale

Per Ortolani «il pericolo potrebbe derivare dal fatto che, essendo un apparato con i versanti molto inclinati ed essendo sommerso, si stacchino delle porzioni di roccia in seguito, ad esempio, a dei fenomeni sismici. Tali rocce, rotolando velocemente verso il fondo del Tirreno, potrebbero determinare un risucchio di acqua per poi creare un ritorno con innalzamento che scatenerebbe un’onda di maremoto, il famoso tsunami. L’onda anomala andrebbe a colpire le coste della Campania, della Basilicata, della Calabria tirreniche e del nord della Sicilia. È questo il vero pericolo costituito dal Marsili: uno tsunami causato da eventuali distaccamenti di rocce e non da un’eruzione»

Oltre al maremoto Ortolani rappresenta anche il pericolo sismico per la provincia di Salerno «Nell’Alta Val d’Agri ci sono delle faglie attive che hanno causato diversi terremoti di cui 3 principali: nel 1561, nel 1857 e quello tristemente famoso del 1980. Il Vallo di Diano, il Tanagro e l’Alto Sele sono ad alto rischio sismico naturale e certificato. Spostandosi verso la costa salernitana e cilentana, il rischio va diminuendo. Non ci sono faglie attive ma si hanno sollecitazioni provenienti dalle zone con il rischio certificato. Discorso diverso per il Golfo di Policastro. Lì ci sono delle faglie attive in mare che hanno causato onde sismiche, seppur di bassa magnitudo e con pochi danni, avvertite sulla costa. In generale possiamo dire che il Cilento costiero è a basso rischio sismico. Il pericolo aumenta nel Vallo di Diano».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Voi giornalisti di questo sito dovete per forza adeguarvi alle notizie di ciò che succede in altre parti d’Italia altrimenti non dormite la notte…adesso giustamente terremoto…poi tsunami e quant’altro!!!

  2. Però se i parlamentari si tagliano lo stipendio e il vitalizio non avremo più Terremoti, Maremoti ed Eruzioni vulcaniche, la gente vivrà più a lungo parola di Giggino ò Webmastèr

  3. Secondo me tu non stai bene. Ormai De Luca per molti salernitani è diventata una malattia patologica. Ma durante la giornata uscite a prendere un paio di ore di aria fresca?

  4. Per Anonimo: Hai ragione la colpa è di DE LUCA visto che si spaccia per Onnipotente. Fatti vedere la lingua che è un pò consumata a furia di LECCARE.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.