Raffaele Sollecito a Salerno per parlare di giustizia e media

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa

Ci sarà anche Raffaele Sollecito al convegno che si terrà il 19 novembre all’hotel Mediterranea per parlare di “processo mediatico tra diritto all’informazione e gogna”. Condannato in primo grado ma poi assolto con sentenza definitiva dall’accusa di avere partecipato nel 2007 all’omicidio di Meredith Kercher a Perugia, l’ex studente ora ingegnere è stato invitato a intervenire a Salerno in qualità di “assolto nel processo per l’omicidio”, per offrire “la sua testimonianza diretta sotto il profilo umano e mediatico”.

A organizzare il convegno, che riconoscerà agli avvocati quattro crediti formativi, è stata l’associazione forense Nova Juris, con il patrocinio morale dell’Unione delle Camere penali. A introdurre il dibattito saranno il presidente dell’associazione, Luca Monaco, e appunto Sollecito, che pochi mesi fa ha chiesto allo Stato un risarcimento di 516mila euro per una detenzione rivelatasi ingiusta.

Dopo di lui ci saranno gli interventi del noto penalista romano Carlo Taormina, docente di procedura penale all’Università di Tor Vergata a Roma, del giudice Claudio Tringali presidente di una sezione della Corte d’Appello di Salerno, del neuropsichiatra Guido Milanese, degli avvocati Gianluca D’Aiuto e Rosa Maria Landi consiglieri distrettuali forensi e deui colleghiAntonella Mastrolia, Marco Nigro e Giovanna Sica del direttivo di Nova Juris. “In nome del popolo o a furor di popolo?” è il sottotitolo dell’iniziativa, che prenderà il via alle 9.30 nell’hotel di via Allende e alla quale sono previsti anche i saluti del presidente dell’Ordine degli avvocati, Americo Montera, di quello della Camera penale, Michele Sarno, e del presidente dell’Ags (Associazione giornalisti salernitani) Enzo Todaro. A darne notizia il quotidiano La Città oggi in edicola

foto presa da internet

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Caro Gianni Formisano,
    la giustizia umana ha parlato e Sollecito è stato assolto.
    Ciò che tu hai scritto può essere ora usato da Sollecito per quelerarti e lavarti anche i perizomi.
    Ho già provveduto a farne screenshot ed inviarlo a Sollecito stesso

  2. Mi raccomando,ora fatene un altro corona!Un altro parassita che vuole guadagnarsi la pagnotta senza sporcarsi le mani e soprattutto comodamente.Anche perchè ora come ora corona è in carcere,il posto da parassita è vuoto,e quindi giustamente si è fatto avanti costui,e perchè no,dopotutto corona ha fatto quello che ha fatto e si è guadagnato milioni,allora questo che ha commesso reati molto più gravi rispetto a corona dovrebbe guadagnare di più,o sbaglio???!!!

  3. Cari amici noi non siamo stati in grado di riportare in italia I maro’ , L’aMERICA NON APPENA è INTERVENUTA SI è RIPORTATA A CASA AMANDA , E NON DICO PIù NULLA.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.