Vienna Cammarota ha percorso i primi 40 km a piedi. Oggi attraversa comuni colpiti da sisma dell’80

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
vienna-cammarota“Ho già percorso a piedi i primi 40 chilometri. Ho raggiunto la Diga di Persano che fu costruita ai tempi del fascismo. Sono purtroppo rimasta colpita dal degrado di alcuni percorsi fluviali ed anche dal fatto che quei sentieri antichi che collegavano la Puglia alla Campania creando il percorso della transumanza, purtroppo ho constatato che non ci sono più. Solo in alcuni tratti ho incontrato strade fatte di pietre miliari antiche ma poca cosa”.

Il primo racconto a caldo reso da Vienna Cammarota, Guida Ambientale Escursionistica, alle ore 20 di ieri sera quando si è fermata per la prima volta durante la prima giornata del lungo cammino che la condurrà a piedi in Puglia.

Vienna era partita alle 5 del mattino di Lunedì 7 Novembre, ha 67 anni, ed è Coordinatrice delle Guide Ambientali Escursionistiche AIGAE della Campania. E’ partita da sola e non sta utilizzando mezzi tecnologici ma solo uno smartphone ed una cartina. Vienna Cammarota ha già attraversato a piedi la Palestina ed ora sta sfidando le intemperie e gli ambienti dell’Appennino, da sola, per raggiungere Manfredonia nel cuore del Parco Nazionale del Gargano ed aggregarsi alle altre 300 Guide Ambientali Escursionistiche che giungeranno da tutta Italia per la loro XIV Convention Nazionale. Vienna arriverà a piedi il 17 Novembre.




“Ho raggiunto le Terme di Contursi – ha proseguito Cammarota – ed ho appreso con piacere che in questo paesino stanno facendo davvero tanto. Il turismo termale è una grande risorsa per l’Italia, ma in alcune zone non è ancora sviluppato nei migliori dei modi. In quest’area ad esempio ci sono le acque calde del Sele molto importanti in quanto curative già dall’epoca dei romani. Dobbiamo assolutamente sfruttare meglio tale risorsa”.

Due simpatici incontri durante il cammino ed i primi 40 chilometri “sulla mia strada ho trovato prima un pescatore – ha proseguito Vienna – il quale mi ha raccontato di come tali sentieri antichi siano ormai quasi tutti persi ed anzi lungo il percorso che ho fatto seguendo il fiume ho trovato una frana e sono stata costretta a deviare per altra strada. L’altro incontro è stato con un ciclista che mi ha fortemente incoraggiato a proseguire ed io non mollo sfidando anche il tempo non buono”.

Ecco cosa ha mangiato a pranzo

“Frutta secca – ha affermato Vienna Cammarota – noci, noccioline e semi di girasole, poi ho bevuto acqua”.
Oggi alle 7 del mattino – attraverserà Valva e Colliano – poi salita alla sorgente del Sele.
Alle 7 di oggi Vienna riparte perché l’obiettivo odierno è raggiungere la sorgente del Sele prima che cali il Sole. “Devo assolutamente vedere il fiume – ha dichiarato Vienna Cammarota – perché è sul Sele che possiamo ammirare la Farfalla Monaca, sarebbe una grande occasione . Oggi attraverserò Valva, paesino di 1700 abitanti che fu duramente colpito dal sisma del 1980. A Valva c’è il Giardino dei Cavalieri di Malta, ben 17 ettari con statue bellissime. Si possono ammirare la Chiesa Madre: dedicata a San Giacomo Apostolo.

Con pianta a tre navate, risale al XVIII secolo, la Cappella di Sant’Antonio, chiesa settecentesca, la Cappella della Madonna degli Angeli con splendido affresco di epoca rinascimentale rappresentante la Beata Vergine con il Bambino, la Villa d’Ayala-Valva: Parco di 17 ettari circa, finemente abbellito da statue, all’interno del quale sorge un Castello, di proprietà del Sovrano Militare Ordine di Malta. Importanti sono i suoi giardini, adornati di fiori per tutto l’anno. Questi giardini occupano il settimo posto nella classifica dei giardini più belli d’Italia dopo i giardini di Villa Durazzo, che occupano il primo posto.

Con ogni probabilità raggiungerò Colliano, 4577 abitanti, nell’Alta Valle del Sele a 630 metri sul livello del mare Colliano ha una grande storia perché risalirebbe almeno al I Secolo d.C. Sono numerosi i reperti del patrimonio storico-artistico di Colliano che testimoniano l’esistenza di agglomerati urbani sparsi per il territorio fin dall’epoca della pacificazione romana dopo le guerre con Annibale. Tante le Chiese come la Madre Santi Pietro e Paolo, risalente al Duecento e ricostruita nel XVIII secolo nel Centro storico di Colliano, la Chiesa Santa Maria del Borgo (X secolo), laChiesa San Martino (XV-XVI secolo), nel Borgo di Collianello, la Cappella Madonna del Soccorso, sita nel perimetro del Castello normanno, la Cappella San Pasquale, nel Centro storico di Colliano e l’Abbazia dell’Annunziata, località Bisigliano. Colliano è famosa per i tartufi.

Terminerò la giornata a Caposele sulla sorgente del fiume Sele. A Caposele fu costruito dai romani l’Acquedotto Pugliese e voglio raccontarlo nel mio viaggio. Nell’Anno dei Cammini , del Giubileo della Misericordia e della XXIV Convention Nazionale AIGAE, voglio dare voce ai luoghi che attraverserò legandoli all’antropologia , non solo sotto gli aspetti ambientali e naturalistici, ma anche con i “cunti” (racconti), leggende e storie di genti, tradizioni culturali o enogastronomiche, che incontrerò nel mio percorso.

Partendo a piedi dalla Valle dei Templi di Paestum nel Parco Nazionale del Cilento, Vienna Cammarota, Guida Ambientale Escursionistica della Campania, all’età di 67 anni da sola entrerà nei boschi dell’Appennino, risalirà e costeggerà le montagne, attraverserà fiumi e borghi, incontrerà culture diverse e popoli diversi e racconterà tutto con foto e video in tempo reale. Vienna il 17 Novembre si unirà alle altre 300 Guide che da tutta Italia si recheranno all’Oasi del Lago Salso nel Gargano per partecipare alla XXIV Convention Nazionale delle Guide Ambientali Escursioniste AIGAE, in programma dal 16 al 20 Novembre a Manfredonia, in Puglia.

Nell’anno del Giubileo di Francesco e dei Cammini. A piedi per onorare l’anno dei cammini ed il Giubileo di Francesco e partecipare al XXIV Congresso Nazionale delle Guide Italiane AIGAE che si svolgerà nel Parco Nazionale del Gargano dal 16 al 20 Novembre. “Il 2016 è l’anno dei cammini, oltre ad essere il Giubileo della Misericordia e Misericordia è anche incontrare culture diverse, amarle, studiarle, capirle. Misericordia è incontrarsi per amare – ha concluso Vienna – ed è bello incontrare tante persone nella natura con la natura. Voglio dare voce a chi voce non ha. Voglio raggiungere a piedi un luogo straordinario quale il Parco Nazionale del Gargano che appena 9 anni fa fu colpito da un incendio spaventoso. Oggi è un luogo fantastico, da vivere. Partirò a piedi da un Parco Nazionale e giungerò a piedi in un altro Parco Nazionale, in mezzo attraverserò i boschi e risalirò l’Appennino centrale in atmosfere scenografiche donateci dalla natura”.

Vienna Cammarota è la coordinatrice delle Guide Ambientali Escursionistiche AIGAE Campania. AIGAE, Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche è l’unica rappresentanza ufficiale del settore presso il Governo, riconosciuta dal MISE.

CLICCA QUI PER LA PAGINA FACEBOOK

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.