Uccise la madre e la sorella, niente carcere per il 32enne Giovanni De Vivo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
mercato-san-severino-omicidioAssolto per totale incapacità di intendere e di volere con contestuale applicazione della misura di sicurezza del ricovero in opg (ospedali pschiatrici giudiziari) da eseguirsi presso Rems (strutture residenziali sanitarie). Lo ha deciso il gip di Nocera Inferiore, Alfonso Scermino, al termine dell’udienza preliminare per decidere la sorte di Giovanni De Vivo, il giovane 32enne di Mercato S. Severino che nell’agosto del 2015, nell’abitazione di famiglia, ha ucciso, strangolandole, la madreAntonietta De Santis di 58 anni e la sorella Deborah di 29 anni, tentando infine il suicidio.

De Vivo raccontò al giudice di aver «liberato» le due donne, perché «possedute dal demonio». Furono entrambe uccise a distanza di pochi minuti.

Al magistrato, il 32enne disse di essersi ispirato ad un telefilm, suggestionato dalla tv e scoprendo come interrompere il flusso di sangue nelle arterie, stringendo la testa con il braccio. La sua descrizione fu apocalittica, con il mancato uso di armi giustificato dalla volontà di compere un’azione pulita e senza sofferenza. Entrambe le vittime morirono al termine dell’episodio di violenza, con i corpi rinvenuti il giorno dopo. Il gesto si legava ad un contesto familiare precario, dove entrambe le vittime risultavano afflitte da precise tipologie, con Deborah affetta da una forma di autismo e un parallelo, difficile quadro economico pregresso.

A rendere il clima ancor più pesante la morte del padre di Giovanni, avvenuta negli anni 80 e tale da condizionarlo al punto che lo stesso ammise di vedere sempre la data della morte sul suo cellulare. Soffriva di schizofrenia paranoide, secondo quanto riferironoi primi accertamenti.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Piccola precisazione il padre è morto negli anni 2000 , aveva un negozio di abbigliamento chiuso i primi anni 2000

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.