I fatti del giorno: giovedì 10 novembre 2016

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
rassegna fatti del giornoAMERICA SCEGLIE TRUMP. PRESIDENTE, NESSUNO SARA’ DIMENTICATO
CLINTON, SCONFITTA DOLOROSA E LO SARA’ PER MOLTO TEMPO

L’America volta pagina. Donald Trump diventa il 45/mo presidente
degli Stati Uniti grazie ai voti di chi si sente escluso dalla
societa’ e ritiene di non aver trovato risposte adeguate dalla
politica tradizionale. ”Saro’ il presidente di tutti”, le
prime parole del neo eletto. Oggi l’incontro con Barack Obama
alla Casa Bianca. ”Nessuno sara’ piu’ dimenticato, sarete
orgogliosi di me”, promette il tycoon appena sceso dalla sua
Trump Tower all’Hilton, subito dopo la certezza della vittoria.
”E’ una sconfitta dolorosa e lo sara’ per molto tempo. Sono
delusa”, dice Hillary Clinton comparendo soltanto il giorno
dopo la sconfitta. In serata decine di migliaia di persone in
strada in tutti gli Stati Uniti per protestare contro l’elezione
di Trump. Le manifestazioni piu’ imponenti a New York e Chicago.
—.

BORSE EUROPA: PAURA, POI CRESCITA. GIU’ ASIA, TOKYO RISALE
RENZI, AMICIZIA RESTA FORTE. PUTIN, RICOSTRUIRE RAPPORTI

Sui mercati la paura di Donald Trump dura poco piu’ di una
mattinata. Poi l’apertura rassicurante di Wall Street e le Borse
europee crescono. Paga il conto solo l’Asia ma oggi Tokyo
rimbalza addirittura del 6% poco dopo l’apertura. ”A nome
dell’Italia mi congratulo con lui e gli auguro buon lavoro
convinto che l’amicizia resti forte e solida”, e’ il
riconoscimento al vincitore di Matteo Renzi. Per Beppe Grillo
”e’ la deflagrazione di un’epoca”. Matteo Salvini torna
all’attacco dell’Europa e chiede l’uscita dall’euro. Gelo da
Parigi e Berlino e giubilo dei leader dei partiti populisti
europei, da Marine Le Pen in Francia a Viktor Orban in Ungheria.
”Mosca e’ pronta a far la sua parte e desidera ricostruire i
rapporti a pieno titolo con gli Usa” commenta Putin. Il
cardinale segretario di Stato Pietro Parolin fa gli auguri per
una presidenza che sia ”a servizi della pace nel mondo”.
—.

RENZI, REFERENDUM 4 DICEMBRE NON SARA’ COME BREXIT O TRUMP
SI’ E’ VOTO CONTRO VECCHIA GUARDIA, TOLTO ALIBI ITALICUM

Il referendum del 4 dicembre non sara’ per l’Italia
l’equivalente della Brexit o della vittoria di Donald Trump. In
un dialogo in diretta Facebook con i cittadini, Matteo Renzi
risponde alla domanda del giorno dopo le elezioni americane. Il
Si’, dice il premier, e’ un voto contro ”la vecchia guardia”
che ha fallito e ora e’ ”unita solo dall’odio”. E sottolinea
di aver tolto ”l’alibi” del legame tra legge elettorale e
riforma costituzionale con l’accordo interno al Pd.
—.

COMMISSIONE UE, IN ITALIA RIPRESA MODESTA E CRESCITA DEFICIT
MOSCOVICI, COMMISSIONE COMPRENDE DIFFICOLTA’ E LE ACCOMPAGNA

Una ripresa ”modesta”, un deficit in aumento, la
disoccupazione che scontera’ la fine degli sgravi per i
neoassunti e il debito in salita ancora per due anni: le nuove
previsioni economiche della Commissione europea dipingono un
quadro a tinte fosche per l’Italia. Il commissario agli affari
economici Pierre Moscovici pero’ rassicura: ”Questa Commissione
comprende le difficoltà economiche e le difficolta’ sociali
dell’Italia e la accompagna nel suo spirito di riforme”.
—.

ROTTAMAZIONE CARTELLE EQUITALIA ESTESA A TUTTO IL 2016
BANCHE POPOLARI, DIVISIONI INTERNO GOVERNO E MAGGIORANZA

Novita’ in arrivo sulle cartelle esattoriali, con l’allungamento
dei tempi per la rottamazione di quelle di Equitalia, estesa
anche al 2016, e l’ampliamento delle rate nonche’ dei tempi per
il loro pagamento. Sulle banche popolari le divisioni
all’interno del governo e della maggioranza hanno portato a un
nulla di fatto. L’arrivo del decreto legge in aula e’ cosi’
slittato a lunedi’.
—.

APERTA FINO A STASERA E POI DOMANI CAMERA ARDENTE VERONESI
FIGLIO PAOLO, PADRE PER GENERAZIONI MEDICI E SCIENZIATI

Sara’ aperta fino a stasera alle 22,30 e dalle 8,30 di domani,
nella sala Alessi di Palazzo Marino, sede del Comune di Milano,
la camera ardente per l’ultimo saluto all’oncologo Umberto
Veronesi. Poi, alle 11, l’addio allo scienziato di fama
internazionale avverra’ nel palazzo comunale. ‘Ci ha lasciato
una persona unica, un padre non solo per noi figli ma anche per
piu’ generazioni di medici e scienziati” ha detto il figlio
Paolo. (Fonte ANSA).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.