Isee bebè/nido (13 e 25mila €) Congedo papà sale a tre giorni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
codacons-bollette-tariffe-soldi-tasse

Nella Manovra spunta un tetto Isee per il bonus mamma e nido. Due emendamenti Pd, approvati in Commissione Affari Sociali,prevedono agevolazioni solo per i nuclei familiari con un Isee non superiore a 13mila euro per il bonus mamma e non oltre 25 mila per il bonus nido.

Un emendamento Ncd prevede di portare da 210a 600 le detrazioni per le attività sportive dei figli. Un altro emendamento porta da 2 a 3 giorni il congedo per i neo papà.Sì a concorsi straordinari per assunzioni nei Pronto Soccorso.

Spunta una norma ‘Airb&b’, che si propone di regolare il mercato degli affitti brevi in strutture ‘extralberghierè da parte di privati o di intermediari online. La commissione Finanze della Camera ha approvato un emendamento del Pd alla manovra, che andrà ora sottoposto alla commissione Bilancio, che prevede la cedolare secca al 21% per questo tipo di attività, l’istituzione di un apposito registro all’Agenzia delle Entrate e una clausola antievasione, con la responsabilità ‘in solidò sul pagamento delle tasse da parte del privato e dell’intermediario.

CONGEDO PAPÀ Sale da due a tre giorni il congedo obbligatorio per i papà. Lo prevede un emendamento a firma Paola Binetti, approvato dalla commissione Affari sociali della Camera e che ora però deve comunque passare all’esame della commissione Bilancio così come previsto dai regolamenti parlamentari. Le risorse necessarie salgono conseguentemente da 20 a 30 milioni di euro.

TETTO ISEE Spunta un tetto Isee per il bonus mamma e per quello nido, previsti dalla manovra. Due emendamenti presentati dal Pd e approvati dalla commissione Affari sociali della Camera stabiliscono che i nuclei familiari che possono usufruire delle agevolazioni siano solo quelli con un Isee non superiore a 13mila euro annui per il bonus mamma e non superiore a 25mila euro per il bonus nido. Come prevede il regolamento però ora la proposta sarà ulteriormente valutata dalla commissione Bilancio della Camera.

DETRAZIONI SPORT FIGLI Portare da 210 a 600 euro le detrazioni per le attività sportive dei figli. Lo prevede un emendamento alla manovra, presentato da Ncd anche a firma del presidente Maurizio Bernardo, che è stato approvato dalla commissione Finanze della Camera. La proposta dovrà ora passare alla commissione Bilancio. Prevista anche la piena deducibilità delle spese per la manutenzione degli impianti sportivi dati in uso gratuito e l’Iva al 5% sull’iscrizione a piscine e palestre per chi non fa sport agonistico. Il pacchetto costa 250 milioni.

DETRAZIONI PER RISTRUTTURARE GIARDINI Tornano, dopo essere stati bocciati nel corso dell’esame del decreto fiscale, le proposte per inserire anche le ristrutturazioni di pertinenze e giardini, anche di valore storico artistico, compresa la «riqualificazione di tappeti erbosi» tra quelle che possono godere di detrazione fiscale. La proposta di Ap è infatti stata approvata dalla commissione Finanze della Camera nel pacchetto di emendamenti da sottoporre ora alla commissione Bilancio.

CONCORSO ASSUNZIONI PRONTO SOCCORSO Entro tre mesi dall’approvazione della legge di bilancio le regioni e le province autonome potranno indire un concorso straordinario per l’assunzione a tempo indeterminato di personale del comparto sanità a copertura del turn over nei pronto soccorso. Il personale così assunto dovrà restare a lavorare nel settore dell’emergenza per otto anni. Lo prevede un emendamento alla manovra approvato dalla commissione Affari sociali della Camera e che ora dovrà però passare il vaglio della commissione Bilancio.

BOTTONI E PARRUCCHE C’è anche la richiesta di sostenere la ricerca industriale per chi produce bottoni, ombrelli, chiusure lampo o parrucche tra la trentina di emendamenti approvati dalla commissione Finanze della Camera alla manovra, che ora dovranno passare al vaglio della commissione Bilancio. L’emendamento, sottoscritto dall’intero gruppo Pd in commissione, prevede che non concorrano a formare il reddito d’impresa gli investimenti fino a un massimo di 30 milioni per la ricerca «precompetitiva finalizzata alla creazione di campionari».

TAX CREDIT PER I GIOVANI ARTISTI  Tax credit per le opere musicali di giovani artisti anche nel 2017 (nonché nel 2018 e nel 2019). La novità è contenuta in un emendamento alla manovra approvato in commissione Cultura alla Camera, che ora dovrà passare comunque il vaglio della commissione Bilancio. Nella proposta, oltre alla proroga per il prossimo anno, viene cancellato il tetto per il credito di imposta previsto (30% dei costi sostenuti) e che era fissato a quota 200mila euro. La misura originariamente stanziava risorse per un massimo di 4,5 milioni di euro all’anno per le imprese produttrici di fonogrammi e di videogrammi musicali e per le imprese organizzatrici e produttrici di spettacoli di musica dal vivo, esistenti almeno dal 1 gennaio 2012.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Le solite manovre ante votazioni…tutto fumo e niente arrosto…cosa si fa per beccare i si della popolazione, Renzi e compagnia hanno il sentore di perdere la poltrona su cui poggiare il loro sedere lercio….che squallore!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.