Travolto da un’auto dopo un incidente: un morto e cinque feriti a Nocera

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
incidente-notte-ambulanza-carabinieri

Questa notte intorno alle ore 03.00 in Via Napoli a Nocera Inferiore si è verificato un grave incidente stradale nel quale un uomo di 74 anni, Giuseppe Prisco residente del posto, ha perso la vita. Nel sinistro sono rimaste ferite altre 5 persone di cui due Carabinieri appartenenti al Nucleo Radiomobile di Nocera che si trovavano sul posto per eseguire dei rilievi di un altro sinistro avvenuto poco prima.




L’incidente mortale è stato causato dal conducente di un’autovettura Lancia Y, condotta da un giovane barista, A.B. di 31 anni, anch’egli di Nocera Inferiore, il quale ha travolto i due carabinieri, nonché altre tre persone che erano rimaste coinvolte nel sinistro avvenuto in precedenza. Fra queste ultime c’era l’uomo deceduto, il figlio Giovanni De Prisco di 50 anni, attualmente ricoverato in prognosi riservata ed una donna di 47 anni, madre di uno dei conducenti dei veicoli coinvolti nel precedente sinistro.

In particolare uno dei due Carabinieri ha riportato fratture al bacino ed al femore, per le quali è stato sottoposto ad intervento chirurgico presso l’Ospedale Umberto I. Lo stesso conducente dell’auto investitrice è rimasto seriamente ferito, riportando lesioni giudicate guaribili in 30 giorni. Sul posto è intervenuta una pattuglia della Polizia Stradale (Sottosezione di Angri) che ha effettuato i rilievi del caso per accertate le responsabilità del sinistro.

Gli Agenti hanno anche arrestato immediatamente il giovane barista, risultato in stato di ebbrezza alcoolica con un tasso di 2,33 g/l, oltre quattro volte superiore al limite massimo tollerato di 0.5 g/l. Il ragazzo, dopo aver ricevuto le prime cure mediche presso l’Ospedale di Nocera Inferiore, è stato trasferito presso il reparto detenuti dell’Ospedale di Salerno, dove resta piantonato. Dovrà rispondere del nuovo reato di omicidio stradale, di recente introdotto nel nostro ordinamento, e rischia una pena fino a 18 anni di reclusione, oltre alla revoca della patente.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.