Equitalia, procedure illegittime. Sentenza da Salerno può fare scuola

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
cartelle_equitaliaSentenza contro Equitalia destinata a far discutere e soprattutto a fare giurisprudenza. A darne notizia il quotidiano il Mattino. La decisione è stata presa  dal Tar Salerno che oltre a dare ragione al ricorrente e a condannare l’agente che si occupa della riscossione alle spese legali, ha imposto anche la restituzione di tutte le cartelle esattoriali in copia conforme al cittadino che ha presentato il ricorso tramite l’avvocato Alessandro Giani. La vicenda – racconta Il Mattino – ha inizio nel marzo del 2015 quando un privato cittadino, per avere una visione chiara delle proprie posizioni debitorie nei confronti di Equitalia, fece richiesta di copia degli estratti di ruolo a suo carico. Fu così che, con sua grande sorpresa, scoprì che aveva a suo nome ben cento cartelle.




Cartelle delle quali non di tutte aveva avuto notifica o, comunque, non lo ricordava. Così, guardando le carte, si è reso conto che molte delle sue posizioni debitorie nei confronti dell’agente erano prescritte o decadute. Ma, presentata una richiesta di accesso ai dati che lo riguardavano, aveva ricevuto soltanto un parziale riscontro da parte di Equitalia. Laddove l’agente non è stato in grado di fornire i documenti richiesti, ha creato ex novo le cartelle per notificarle con procedure più corrette. Di qui la decisione del cittadino di rivolgersi ad un avvocato il quale è riuscito non soltanto ad ottenere l’accoglimento del proprio ricorso ma anche una sanzione nei confronti dell’agente che ha avuto un comportamento non corretto violando una serie di norme sull’applicazione della legge e dei principi di imparzialità, buon andamento e trasparenza della pubblica amministrazione.

Fonte Ilmattino.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. eh, e come li vogliamo definire questi metodi di equitalia?? qui non si tratta di recuperare giustamente quanto dovuto, ma di COME viene fatto e se davvero quelle somme sono dovute.
    Il fatto grave sta nei metodi che potrebbero essere definiti al limite del ******.. e il tar conferma

  2. e questa la dice lunga sui modi superficiali e addirittura illegali con i quali opera equitalia, fermo restando che chi ha debiti deve pagarli

  3. I mafiosi sono quelli che non vogliono pagare le tasse, massima solidarietà ai dipendenti di Equitalia sottoposti ad attacchi vergognosi.
    Chi si comporta bene non ha nulla da temere. Vanno rafforzati i poteri di Equitalia; in America chi non paga le tasse va in galera.

  4. Massimo: mafioso è chi chiede soldi e cose non dovute, e su questo equitalia è piena di condanne dei vari tar e consigli di stato.
    Chi si comporta bene ha da temere eccome! sei poco informato: a me hanno mandato raccomandate e avviso di blocco auto per una somma non dovuta di 500 euro per un’imposta locale non dovuta.. Di fatto ho dovuto pagare per non trovarmi la macchina bloccata, visto che poi gli avvisi erano arrivati poco prima.

    Colpa anche dell’ente creditore, ma tu forse ignori che sugli accertamenti dell’evasione Equitalia, o meglio i dirigenti, obbliga i dipendenti a recuperare delle somme prestabilite: è quindi ovvio che mandano avvisi e fanno controlli anche errati o superficiali.
    Magari i dipendenti fanno il loro lavoro, non si giudica il singolo, ma l’ente in sé è fallimentare dal punto di vista morale (e molto spesso anche illegale, considerate le sentenze di condanna).
    Pignorare un capannone industriale e metterlo all’asta, (S)vendendolo a 200mila euro, quando poi il valore di mercato era 400mila è un crimine che non produce nulla: da un lato non si ripagano i debiti, dall’altro la cosa peggiore, si uccide solo il tessuto produttivo, l’economia di un paese.

    E forse neppure sai che molte imprese sono andate a finire nelle mani di equitalia perchè lavoravano col pubblico, il quale non paga e non viene condannato. E pure se viene condannato non paga lo stesso..

    E non solo, vogliamo parlare delle tasse che dobbiamo pagare per la merce che abbiamo comprato e NON per cassa??? Vogliamo parlare degli studi di settore che stabiliscono che io per forza devo guadagnare 50mila euro, senza appello???
    E se non fosse così, loro mi mandano la multa a prescindere, e poi STA A ME dimostrare l’innocenza: LORO NON SONO TENUTI A DIMOSTRARE NULLA!

    informati.

    Se io DAVVERO non ho i soldi per pagare qualcosa, a causa di qualche terzo che non mi ha pagato, a cosa mi serve che mi pignori l’autocarro con il quale lavoro?? in questo modo avrai la certezza ASSOLUTA che non ti potrò MAI pagare, visto che mi togli il mezzo di lavoro! Dovrei solo rubare o andare in mano agli usurai…

    Come lo chiami questo modo di procedere???

    Il risultato di tutto questo, unito alla tassazione ai massimi, porta le nostre industrie a fallire o al massimo a spostarsi nella vicina Svizzera, Slovenia, Austria.. QUESTO è un altro fallimento di Equitalia

    E sia chiaro, non sto dicendo che è giusto non pagare le tasse, o che Equitalia in sé è un errore: io parlo della gestione, di quello che viene imposto ai dipendenti dall’alto, molto alto… e mi fermo qui.

  5. Massimo, senza considerare il lato morale o di economia generale, in italia ci sono decine se non centinaia di sentenze che danno torto a equitalia: pure quei giudici e quei tribunali sono mafiosi, in errore, cattivi, evasori e quant’altro?? riesci ad ammettere che equitalia è stata per lo meno gestita male e che ha commesso molti errori anche ideologici?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.