Referendum: Calderoli, esposto in Procura su parole De Luca

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
calderoli“La settimana prossima presenterò un esposto in Procura per chiedere alla magistratura di attivarsi e verificare se ci sono fatti penalmente rivelanti alla luce delle dichiarazioni del governatore campano Vincenzo De Luca che, martedì scorso, a Napoli, durante una riunione, ha esortato un centinaio di sindaci del Pd a far arrivare voti favorevoli alla riforma costituzionale non per convinzione politica ma solo per mostrare gratitudine al premier Renzi che, parole di De Luca, ha fatto arrivare un fiume di soldi pubblici in Campania”.

Lo annuncia il senatore della Lega Roberto Calderoli vicepresidente del Senato e responsabile organizzazione e territorio della Lega Nord . “Un’elencazione precisa e dettagliata di questo ‘fiume di denaro’ quella fatta da De Luca che ai sindaci ricorda: ‘Abbiamo fatto una chiacchierata con Renzi. Gli abbiamo chiesto 270 milioni di euro per Bagnoli e ce li ha dati. Altri 50 e ce li ha dati. Mezzo miliardo per la Terra dei fuochi e ha detto sì. Abbiamo promesse di finanziamenti per Caserta, Pompei, Ercolano e Paestum.

Sono arrivati fiumi di soldi: 2 miliardi e 700 milioni per il Patto per la Campania, altri 308 per Napoli…Che dobbiamo chiedere di più?’. Ora, al di là o meno di fatti penalmente rilevanti, la cui valutazione toccherà alla magistratura, resta comunque una questione morale: cosa ne pensano quelli che sostengono che il Si cambierebbe l’Italia sentendo il Governatore campano arringare i sindaci Pd a convincere i loro cittadini a votare Si alla riforma non per i contenuti della stessa, ma per la gratitudine al benefattore Renzi (‘Vi piace Renzi non vi piace Renzi a me non me ne fotte un c…’)?

Le parole di De Luca gettano poi un’ombra sui recenti patti territoriali siglati da Renzi in tutta Italia con amministratori targati Pd, un altro fiume di denaro che, alla luce del ragionamento di De Luca, assumerebbe una valenza meramente elettorale”, aggiunge.. Renzi, stando alle parole di De Luca, “starebbe utilizzando i soldi pubblici, i soldi dei cittadini, per comprarsi i voti per il Si al referendum: un teorema inquietante quello ipotizzato da De Luca, per questo è necessario che intervenga, e subito, la magistratura per fare chiarezza”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Xandrea alfieri
    per la verità fa ridere il giullare tuo padrone. Infatti tutti sospettavano che il suo consenso venisse dalle clientele, però mai nessuno ha indagato, adesso è palese quale sia la sua politica.
    Tenendo in conto di quello che ha detto contro la Bindi l’altro gionro, ci si può fare un quadro di chi rappresenta la Campania e ci fa vergognare. Io spero che la magistratura proceda e ci liberi di questa vergogna immensa. Poi va in TV a dire che Di Maio non guadagnava niente prima di entrare in politica e lo paragona al nepotismo perpetuato con i suoi due rampolli.
    Per cambiare questa politica marcia e corrotta che sta distruggendo il bel paese bisognerà solo votare NO

  2. E meno male che arrivano fiumi di danaro in Campania e dobbiamo pure lamentarci????? E meno male che c’è De Luca che ci rappresenta!!!
    Immagina se fosse stato Salvini o Calderoli…… col c…..zo. vedevi i soldi in Campania.
    PS mi sono dimenticato di De Maio: quello sta ancora a scuola serale a studiare storia e geografia del Sud America.

  3. E meno male che arrivano fiumi di danaro in Campania e dobbiamo pure lamentarci????? E meno male che c’è De Luca che ci rappresenta!!!
    Immagina se fosse stato Salvini o Calderoli…… col c…..zo. vedevi i soldi in Campania.
    PS mi sono dimenticato di De Maio: quello sta ancora a scuola serale a studiare storia e geografia del Sud America.
    Quindi vota SI !!!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.