Nota del Governatore De Luca: ‘Inaudita campagna aggressione mediatica’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
13
Stampa
de_luca_vincenzo_nervoso“Come un anno e mezzo fa, con una puntualità cronometrica, anche oggi alla vigilia di un voto importante, viene costruita, sul nulla
assoluto, una campagna di aggressione mediatica inaudita. Si ha paura del voto in Campania, che oggi come alle Regionali, è politicamente decisivo. Allora, i promotori di quella campagna si sono coperti alla fine di vergogna e noi abbiamo camminato a testa alta. Così succederà anche oggi. A chi alza polveroni per nascondersi, riproporremo le domande scomode che cercano di evitare. Luigino Di Maio restituisca i 13mila euro al mese che percepisce e i 110mila euro di “spese elettorali”.




Rispondano i Cinque Stelle sull’illegalità vera (firme false a Palermo e Bologna). Dicano perché, da quando volevano cambiare il mondo, si sono ridotti a difendere la palude burocratica dell’Italia così com’è. Rinnovo la mia sfida a Di Maio a un dibattito pubblico, in diretta, sui temi della legalità e della trasparenza, oltre che su quelli referendari. C’è una sola questione in campo oggi in Italia; una sola domanda cui rispondere: si vuole superare il bicameralismo perfetto e la palude burocratica? Si o no? Fino al 4 dicembre, ogni discorso dovrà partire e concludersi su questa domanda. Tutto il resto è un diversivo”.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

13 COMMENTI

  1. Luigi Di Maio è stato democraticamente eletto e percepisce 5000 € lordi restituendo il resto dei 13000 che va a finanziare medie e piccole imprese, è storia facilmente riscontrabile. Le tue, caro giullare, sono chiacchiere da osteria come è tuo costume.
    Chi deve restituire, perchè non eletto ma nominato, è tuo figlio Roberto che senza alcuna esperienza percepisce un lauto stipendio alle spalle dei contribuenti

  2. Pagliaccio, parli pure? Con tutti gli amici magistrati che fanno sparire persino dai (sedicenti) notiziari degli amici prezzolati le inchieste e i processi che ti riguardano? Hai davvero fegato…speriamo spappolato (ma con rispetto)…Per fortuna gli amici del tuo partito hanno insegnato da tempo quest’arte; a proposito, vuoi vedere che anche le firme false sono una illusione….d’artista?

  3. Mi dispiace caro Sindaco (per me resti il Sindaco di Salerno con le “S” maiuscole!) ma stavolta ti sono contro! Grande il tuo operato come amministratore locale e regionale… ma la palude burocratica è una scusa… il governo/parlamento quando vuole apporvare le leggi a loro comde… ci mettono anche mezxz’ora.
    Se anche fossero tutti buoni gli altri quesiti nel referendum (e non lo sono!) anche solo per questo motivo… Io voto NO!

  4. Ogni giorno in più che questo figuro passa nelle istituzioni, é una punto in più di vergogna per l’intera nazione, ed il motivo vero per cui gli stranieri non si fidano di investire in Italia.
    La magistratura lo metta in condizione di non nuocere più a Salerno ed alla Campania.

  5. Per colpa di De Luca i salernitani stanno facendo una figuraciia a livelo nazionale, in quanto ci prendono tutti per la stessa cap’i’merd di questo vecchio cafone di montagna che ha trovato la fortuna a Salerno…

  6. Il giorno del referendum volevo democraticamente restarmene a dormire ma mi sa tanto che andrò a votare SI. Premesso che per quello che mi riguarda la classe politica italiana può andare anche a buttarsi in fila indiana da un dirupo, preferisco 100 lestofanti che almeno non nascondono né la propria natura di ladri né le proprie indubbie abilità in materia, piuttosto che i pentastellati che con la loro aria da professorini credono di essere gli unici possessori della Verità e poi, una volta al potere, dimostrano di non sapere fare una ceppa. De Luca non sarà uno stinco di santo ma ha detto, in una riunione a porte chiuse, quello che qualsiasi politico avrà detto ai suoi in questo periodo, in un senso o nell’altro. Lui lo hanno beccato, gli altri no. Ovviamente tanto è stato sufficiente a sollevare un polverone da parte dei cinque stelle che farebbero meglio a guardare in casa propria perché ho l’impressione che i comunicati stampa in cui Grillo proclama “chi sbaglia paga” stiano diventando quasi quotidiani, segno che i pentastellati, in quanto a magagne, si sono adattati quasi subito all’ambiente; la differenza è che lo fanno con ipocrita supponenza…per questo voto SI! Altro che pentastellati…ridatemi il pentapartito!

  7. Sul fatto che ci sia il solito massacro mediatico non c’è dubbio. La frase incriminata è stata carpita fuori onda e sono parole che nel privato diciamo tutti contro chi ci ferisce o da fastidio, poi purtroppo c’è anche chi passa ai fatti ma questa è un’altra storia. Il problema di fondo è ma cosa stiamo per votare? Ci sono interessi politici dietro questa scelta, ma siamo sicuri che poi cambierà veramente qualcosa tra il si ed il no? Chi comanda non si taglia lo stipendio e anche se vincesse il si troveranno un altro sistema per continuare a comandare.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.