Sub morti a Palinuro nel 2012: Pm chiede quattro condanne

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
sommozzatori_Palinuro_SUBNelle giornate di giovedi e venerdi scorso si sono tenute nel Palazzo di Giustizia di Vallo della Lucania le due ultime udienze straordinarie relative al processo dei sub morti nella “grotta degli occhi” a Palinuro il 30 giugno 2012, nelle quali sono state rappresentate,rispettivamente dalla accusa e dalle difese, le discussioni finali.

Il Pm, Dott. Palumbo, ha chiesto, al Giudice Monocratico Dott. Fabio Lombardo, durante la sua lunga requisitoria, durata l’intera mattinata, la condanna per Roberto Navarra (titolare del diving di Palinuro “Pesciolino Sub”) a 6 anni di reclusione; per gli istruttori romani della “Big Blue School”, sono state chieste rispettivamente le condanne, per Marco Sebastiani ad anni 5 di reclusione, per Stefano D’Avack e Annalisa Lupini ad anni 4 di reclusione.

Inoltre, il Pm, ha ritenuto che non dovessero essere concesse le attenuanti generiche agli imputati.
Omicidio colposo plurimo è l’imputazione dei quattro imputati per aver cagionato la morte di quattro sub neofiti portati ad immergersi in una grotta – secondo l’accusa – “senza la preparazione e l’attrezzatura subacquea idonea”. Si è discusso, altresì, sulla adeguata conoscenza dei luoghi da parte della guida Douglas Rizzo, facente capo al diving di Palinuro. Per la Procura e per le Parti Civili, la guida, avrebbe sbagliato il percorso, generando caos e l’inevitabile sospensione di limo presente nella grotta, facendo sì che i sub smarrissero l’uscita, andando ad infilarsi nel mortale ramo infangato, dove – chi per asfissia, chi per annegamento – hanno perso tragicamente le vite.

Al termine dell’udienza, l’Avv. Benedetta Sirignano, difensore per la Parte Civile di Telios, ha commentato : “le responsabilità sottese alla vicenda, iniziano ancor prima della fatale immersione. Se solo uno dei quattro imputati avesse adempiuto ad una regola cautelare, non ci sarebbe stata nessuna vittima, poiché i subacquei non si sarebbero immersi nella grotta”.

Fonte InfoCilento

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.