Aeroporti, derby Napoli – Salerno per Ryanair, la spunta Capodichino

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
15
Stampa
ryanair-aeroportoTre tratte ogni settimana collegheranno l’aeroporto di Orio al Serio a Bergamo con quello di Capodichino a Napoli. La novità sarà annunciata ufficialmente domani dalla compagnia lowcost irlandese Ryanair, che andrà così ad aggiungere una nuova rotta nelle già numerose dallo scalo bergamasco. Il nuovo volo nasce dall’accordo tra David O’Brien, il capo delle operazioni commerciali della compagnia irlandese, Armando Brunini, amministratore delegato della Gesac, società di gestione dell’aeroporto internazionale di Napoli-Capodichino e il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris.

Il capoluogo campano ha vinto così la sfida con Salerno: gli irlandesi avevano infatti individuato in una di queste due città il prossimo scalo per la loro compagnia. E dopo attese e discussioni, l’ha spuntata Capodichino. Da marzo 2017 si potrà volare da Napoli a bordo di aerei Ryanair per raggiungere 17 diverse destinazioni. La compagnia ha deciso di potenziare la sua offerta e ha scelto l’aeroporto internazionale di Capodichino per implementare il numero delle sue basi italiane che con lo scalo partenopeo arrivano a 16.




Grazie a Ryanair i napoletani potranno raggiungere Brema, Copenhagen, l’East Midlands, Eindhoven, Francoforte Hahn, Danzica, Kaunas, Lisbona, Madrid, Manchester, Bergamo, Siviglia, Stoccolma, Tolosa, Treviso, Valencia e Varsavia Modlin. Tre gli aeromobili che saranno basati a Napoli. ”Siamo- come spiegato da David O’ Brien, Chief commercial officer di Ryanair – la prima compagnia in Italia.

Su Napoli abbiamo un investimento di 300milioni di euro e il nostro obiettivo è trasportare entro la fine del 2017 da e per Napoli un milione di passeggeri. Ringraziamo – ha aggiunto – l’aeroporto di Capodichino per il duro lavoro svolto messo in campo per ottenere questo risultato importante per l’aeroporto, per la città e per la nostra compagnia”.

Da O’ Brien un ringraziamento anche al Governo Renzi e in particolare al ministro Delrio che – ha sottolineato O’ Brien – ”con la decisione coraggiosa di revocare l’incremento di 2,5 euro della tassa municipale, ci ha permesso di avere piani di sviluppo per l’Italia nel prossimo anno”. Ryanair stima di incrementare il traffico di passeggeri da e per l’Italia passando dagli attuali 32 milioni a 36 milioni. Da Napoli decolleranno ogni settimana 69 voli Ryanair e l’apertura della base napoletana si stima possa creare 750 posti di lavoro.

”Per Napoli è una giornata importante – ha affermato il sindaco Luigi de Magistris – questa città vuole sempre di più confermare il suo ruolo internazionale e lo può fare anche grazie alla crescita e al consolidamento dell’aeroporto di Capodichino. Avere 17 nuove rotte – ha proseguito – è un risultato incredibile che da un lato porterà tanti turisti nella nostra città e dall’altro consentirà ai napoletani, soprattutto ai giovani, di poter viaggiare”.

L’arrivo di Ryanair a Capodichino – come sottolineato dall’amministratore Gesac, Armando Brunini – ”è frutto di grande lavoro e di scelte che noi operiamo nell’esclusivo interesse del territorio e dell’aeroporto”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

15 COMMENTI

  1. Non c’è mai stata una sfida. Il nostro aeroporto non esiste e nessuno ha mai fatto nulla per far sì che esistesse.

  2. Ringraziamo calorosamente quell’******* di de Luca e la sua banda di collusi idioti,capaci di sperperare i nostri soldi per le luci cinesi tarocche Per una sagra di paese degna del popolino ignorante salernitano e di e di non implementare ,l’unica cosa che contava l’aeroporto per un turismo stanziale ed estivo in una città di mare e non una città con i pinguini sul lungomare . Banda di deficienti incapaci ,tornate a casa e nelle campagne Lucane

  3. Ora usciranno i soliti servetti di De Luca che cominceranno con la solita solfetta a lanciare i soliti insulti ed improperi a tutti coloro che GIUSTAMENTE se la prenderanno con il Governatore.
    In campagna elettorale (quasi due anni fa) andava ripetendo come un mantra che, una volta eletto, (un anno e mezzo fa) che avrebbe immediatamente fatto di tutto per rendere lo scalo operativo, allungando la pista, per poter permettere a competitive low cost di poter effettuare voli di linea e non più lasciarlo in mano alla politica politicante clientelare che ruota tra nomine ed incarichi in inutili CdA e societa’ di gestione che avevono a che fare soltanto con occasionali o stagionali voli charter estivi.
    Infatti, Una volta eletto, ha pensato bene ne’ di più e neanche di meno dei suoi tanto vituperati predecessori piazzando, ovviamente,soltanto i suoi uomini.
    Intanto Ryanair, pur di volare, sceglie un intasatissimo Capodichino.

  4. Ricordo all’estensore dell’articolo che le attuali caratteristiche tecniche dell’aeroporto di Salerno-Costa d’Amalfi NON consentono il movimento di aeromobili come quelli di Ryanair (B737-800).
    Si prega, pertanto, di EVITARE di creare INUTILI, DANNOSI e APODITTICI campanilismi. Grazie.

  5. È’ arrivato fiaschetta!!
    Lo sappiamo, purtroppo, da decenni, che le caratteristiche tecniche del campo di volo di Pontecagnano non sono sufficienti per gli Airbus di Ryanair.
    Proviamo, molto semplicemente, molta delusione per la classe politica dirigente di turno incapace, al netto di proclami propagandistici-elettorali, di trasformare un campo di volo in un modesto ma funzionale Aeroporto.
    Tutto qui.
    Posa vino e Zingarelli e non rompere le scatole.

  6. scusate, c ‘ è qualcosa di illogico: l’articolo parla di una sfida Napoli/Salerno x ottenere l ‘appalti con Ryan Air e che l’avrebbe spuntata Napoli. Poi c ‘ é qualcuno commenta affermando che l’ aereoporto Costa D ‘Amalfi non é idoneo per gli aerei Ryan Air. Se questo fosse vero, allora non c’é stata nessuna sfida Na/Sa !! Allora uno dei due sbaglia!!!

  7. Per Antonio delle 19:45
    Che non esiste sono d’accordo con te, ma allora perchè il distributore di fritture in cambio di voti aveva detto che gli altri erano incapaci e che avrebbe fatto vedere lui avrebbe come si faceva a far decollare l’aeroporto di Salerno? Come tutte gli annunci di opere, nessun risultato. Però nel contempo sistema i suoi poco capaci dirigenti che inanellano solo insuccessi a spese dei contribuenti.
    Ricordatevi salernitani che per evitare di instaurare la famiglia De Luca, dopo il padre i figli, dobbiamo votare NO al referendum e non votarli alle prossime amministrative.
    IoDicoNO

  8. Mettete le mani avanti,non preoccupatevi, se la Regione Lucana aderisce al progetto aeroporto significa che quello che e stato fatto e di gradimento,mo andate di fretta dimenticando quello che ha fatto Caldoro,anzi quello che non ha fatto.

    .

  9. Ryanair era interessata ad investire nell’aeroporto di Salerno ma voleva la “gestione completa” e l’allungamento della pista. Bene, entrambe le cose non sono state fatte quindi giustamente la compagnia ha creato la base a Napoli. La colpa è di tutti gli amministratori degli ultimi anni, sindaci, presidenti di provincia e di regione, da DX a SX. Ricordatevi anche di questo quando andate a votare.

  10. Ma come si fà, sfida napoli-salerno!! siamo nel 2016, il mondo si è globalizzato è noi parliamo di sfida tra 2 aeroporti della stessa regione, del sud, con un bacino di popolazione di 6 milioni di abitanti!!! Bisogna unire le forze e far decollare anche lo scalo salernitano insieme si cresce non facendosi la guerra tra “poveri”.
    Non capisco, si continua ad investire cosi tanto in quello di napoli dove c’è il rischio che se si svegli ail vulcano la prima cosa che faranno bloccheranno il traffico aereo === paralisi

  11. Certo ceh il megalomane vi ha proprio infettato. Volersi paragonare a napoli e come Frosinono vuole paragonarsi a Roma.
    Godiamoci i nostri cuoppi le Zeppole e le luci d’Artista piu di quello a Salerno non si puo. Poi dopo che MArcianise diventerà come Rotterdam (allanm ra pall) dove ci presentiamo noi?
    Salerno sveglia caccia via sta famigl i merd

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.