Salerno: Manuela Arcuri accende l’albero in piazza Portanova

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
18
Stampa
albero-natale-salerno-2016Domani pomeriggio sabato 3 dicembre alle ore 17.30 Accensione dell’Albero di Natale in Piazza Portanova  con il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli e la madrina Manuela Arcuri.

A seguire accensione degli altri decori, opere ed addobbi  natalizi nella Zona Orientale con saluto in piazza Caduti di Brescia (Pastena) dove è collocata l’installazione “Arriva il Natale”.

FORZA ITALIA ALL’ATTACCO. Sull’accensione dell’albero dure critiche di Forza Italia.  «Come ogni anno le autorità civili regionali e cittadine si “scomoderanno” per tagliare metaforicamente e “pacchianamente” l’ennesimo nastro del nulla. Il timore è che l’iniziativa, nonostante il silenzio elettorale, sia trasformata, ancora una volta col pubblico denaro, in uno spot per il referendum.

Ad accendere le luci sul “Governatore”, profumatamente pagata dal Comune di Salerno, ci sarà Manuela Arcuri. Circa 10.000,00 euro di cachet per qualche minuto di apparizione e qualche parola di “remunerata” esaltazione in una città in cui, appena due mesi fa, il “finto” Sindaco, su “imbeccate” dinastiche, interruppe la tradizione dei fuochi d’artificio in onore del Santo Patrono con l’intento, a suo dire, di risparmiare risorse. Si utilizzano i soldi dei salernitani  per pagare soubrette e per inutili spot promozionali del “sistema” e non per le tradizioni cittadine. Ricordiamo al Sindaco che esiste anche un altro Natale, quello cristiano, quello  su cui l’Amministrazione non accende  luci.

Denunciamo alla città, per questo, l’ennesimo spreco, l’ennesimo schiaffo ai salernitani in difficoltà!» scrivono  i Consiglieri comunali   Roberto Celano  e Ciro Russomando

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

18 COMMENTI

  1. Mi pare che pochi giorni fà la belva lucana ha detto che non c’erano soldi per i contributi allogiativi 2016, ma spuntano 10000 euro per una che viene per mostrare mezza tetta ed accendere un albero di Natale (con l’energia elettrica che pagano i salernitani…). Esposito, altro regalo del prediletto di LiraTV a Salerno!

  2. Anche UN MILIONE e più! La Arcuri è priceless e per un avvenimento che porterà migliaia di persone a Salerno durante tutto il periodo natalizio 10,000 Euro sono ben spesi. D’altra parte Corona prendeva 7000 euro a nero per una comparsata di 15 minuti in palestra perchè meravigliarsi? E gli inutili di Forza Italia, che si riscoprono cristiani secondo le loro convenienze, avranno un travaso di bile guardando la Arcuri incassare magari mentre mangia una frittura di pesce gentilmente offerta.

  3. A saperlo mi proponevo io e x €10.000,00 mi precipitavo da New York. Si sarebbero evitati tanti casini…..
    L’anno prossimo chiamatemi che c’ho qualche debito da saldare.

  4. ma come si possono dare circa 10.000,00 euro di cachet alla signora Arcuri, quando la nostra città è sempre più sporca!!! vogliamo parlare poi della metroplitana, per la quale sono state ridotte da tempo le corse e non ti serve a niente un treno che passa ogni 40-50 minuti??!!! e noi subiamo e paghiamo!

  5. Non so se De Luca fa clientelismo o il solito magna magna, ma almeno ci ha portato l’Arcuri. Quelli prima chi ci portavano?!?

  6. Un’altra perla di questa amministrazione che non ha i soldi per la manutenzione delle strade ma 10000 € per l’Arcuri li trova subito.
    Pippoperpelo ma ti hanno lavato il cervello con la candeggina? Pensa un pò da te e non pendere dalle labbra dello spacciatore di fritture di pesce in cambio di voti.
    Pagate salernitani e lamentatevi poi continuate a votarlo e starete a posto. In un paese poco poco sveglio l’amministrazione sarebbe stata cacciata a calci. Evviva le lucine cinesi e poi non arrivate a fine mese

  7. ma non era meglio se la accendeva lui? e in fin dei conti, tra tutta la gente che starà lì, qualcuno non lo si trovava per accendere una luce??
    comunque sappiate che diecimila euro fanno circa duecento multe, pensateci quando ne riceverete qualcuna “dubbia” (per usare un eufemismo): avrete contribuito alle luci di pomigliano e alla arcuri

  8. Parlate ,ma siete sicuri di quello che commentiamo,l’ha scritto un giovane giornalista per sentito dire,Celano che è consigliere comunale ha visto e approvato insieme agli altri il rimborso,non credo che queste decisioni si fanno vicino a un bancone di un bar,come pure per organizzare il fine anno in piazza,vedrete che sentiremo le stesse lamentele,ormai a Salerno siamo abituati a questi piagnistei, io non sono tanto convinto della spesa,ma vedendo negli anni precedenti che dopo un paio di giorni di polemica poi tutto dimenticato,non ne faccio una questione,lo spazio viene lasciato ai denigratori

  9. In fatto di comunicazione strategica ed aggiramento delle leggi e dei regolamenti, bisogna riconoscerglielo, rimane il numero Uno.
    Inforna presenze di gente ed eco mediatica, aggira ovviamente il silenzio elettorale perche’ benedicente ed affiancato da una splendida donna qualche perla delle sue sicuramente le regala, il tutto, come sempre ed in maniera scientifica, pro domo sua e famiglia con i soldi dei contribuenti salernitani.
    Due sono le cose…. o gli si permette di continuare a fare tutto quello che gli passa per la testa e la si finisce di rosicare qua sopra votando come vuole lui, oppure domani si entra in cabina elettorale con il chiaro intento di cominciarlo a stoppare in modo da dover cominciare a rendere, finalmente, conto del suo operato.

  10. festa farina e forca,dai Borbone a questo ducetto nulla è cambiato. Popolo pezzente ed ignorante.

  11. E ancora basta, ma vi rendete conto di quanto clamore e pubblicità gratuita ha scatenato questa cosa? Ma chi la conosceva Salerno? Oggi ne parlano radio giornali e tv. Qualcuno si è chiesto quanto sarebbe costata una campagna pubblicitaria sui network e la carta stampata nazionale? Invece con il costo di un solo passaggio televisivo, su una sola rete, di questa cosa se ne parlerà per molto tempo. Basta a chi dice che è uno spreco, basta a chi dice che non si è speso per i fuochi, io e moltissime altre persone non solo di sesso maschile, preferiscono la Arcuri alle stelle pirotecniche. Bravo/a a chi ha avuto questa idea, agli altri, ai detrattori, rodetevi il fegato

  12. basta basta basta, 13:38?? a dire il vero ho a che fare con persone straniere, e salerno continua ad essere sconosciuta. sai cos’è? è “una città vicino pompei” o “tra paestum e pompei e amalfi” ..
    questa la mia quotidiana esperienza.
    non mi risulta che i comuni di paestum, pompei e amalfi spendano piu di quattro milioni di euro per farsi pubblicità dai dubbi introiti per la comunità tutta.

  13. I veri soldi sprecati sono gli stipendi di Celano, Cammarota e Santoro.
    E speriamo di poter risparmiare quelle di Fasano.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.