Salernitana da ”Bollini” rosso: sconfitta a Bari 2-0 con soliti errori

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
21
Stampa
bari_salernitana14Inizia male l’avventura di Bollini alla Salernitana. Non poteva avere la bacchetta magica l’allenatore laziale e anche al San Nicola due dormite difensive una nel primo tempo e l’altra nella ripresa consentono al Bari di avere la meglio su una sufficiente Salernitana che proprio oggi disponeva di un Rosina in palla come non accadeva da tempo. De Luca e Daprelà giustiziano Terracciano e compagni. Inutile gli ingressi di Donnarumma e Joao Silva. I granata sfiorano il gol della bandiera e reclamano per un fallo di mano in area. Ci sarà molto da lavorare per Bollini che avrà un ciclo terribile con una squadra da riprendere in mano in fretta.

Cambia modulo dunque ma soprattutto atteggiamento la Salernitana di Alberto Bollini. Il neo mister oggi debuttava sulla panchina granata dopo appena due allenamenti ed un terremoto tecnico causato dalle dimissioni del suo predecessore Sannino. La squadra dell’ex coordinatore del settore giovanile della Lazio cambia pelle. A Bari undici granata schierato con il tridente nonostante la forza degli avversari e 20 mila spettatori sugli spalti di cui 2000 provenienti da Salerno.




Il tecnico doveva fare a meno di Schiavi, Odjer e Vitale: tutti in infermeria. Nonostante le assenze, comunque, al San Nicola Salernitana a trazione anteriore. Nel 4-3-3 di Bollini non c’è comunque Donnarumma, che va nuovamente in panchina. Rosina, ex di turno, torna nel suo ruolo naturale di ala destra con Coda e Improta a comporre il tandem offensivo. Ronaldo in cabina di regia, Busellato al rientro e Della Rocca ai suoi fianchi. In difesa non ci sono Schiavi e Vitale: Perico torna difensore destro, Bernardini e Tuia i centrali ed il giovane Luiz Felipe adattato come terzino sinistro per l’indisponibilità di Vitale.

La novità più significativa è che dieci calciatori su undici sono schierati nel proprio ruolo naturale, sembra un paradosso ma è la realtà. Stesso tema tattico anche per Stefano Colantuono ed il suo Bari, reduce dalla sconfitta del Bentegodi. Tre i dubbi alla vigilia per il tecnico. Nel dettaglio: in porta ci sarà Micai, in difesa spazio a Sabelli, Tonucci, Moras e Cassani. In mediana ci saranno Fedele e Romizi con Basha in versione play. In avanti, invece, bomber Maniero ed il recuperato Brienza. Per l’ultimo posto utile tra Furlan e De Luca la spunta quest’ultimo. Arbitra Serra di Torino

LA PARTITA

Squadre in campo alle 15 in una cornice di pubblico di ben altra categoria. Rinnovato gemellaggio tra le due tifoseria. Bari in tenuta bianca e Salernitana in casacca granata. Minuto di raccoglimento per le vittime della squadra brasiliana tragicamente uccisa in settimana da un incidente aereo in Colombia. Dopo un fase di studio Salernitana vicino al gol proprio con l’ex Rosina: Busellato scarica per il fantasista che tira subito di sinistro senza pensarci con Micai che devia in corner aiutato anche dalla traversa. Risponde il Bari con De Luca che salta Luiz Felipe e tutto solo viene chiuso in corner da Della Rocca. Al 10’ ci provano prima Coda e poi Basha dalla distanza senza fortuna.

Al quarto d’ora Terracciano si oppone alla grande su Brienza che aveva trovato il varco buono in area. La squadra di Bollini sembra soffrire soprattutto quando viene presa di infilata sulla destra. Tegola per Colantuono che perde al 25’ Sabelli per infortunio al suo posto Daprelà.

Dopo un minuto ancora Brienza ha la palla giusta sul destro ma Luiz Felipe riesce a ribattere in extremis. Risponde ancora Rosina dalla sponda granata ma il suo sinistro vellutato si spegne di poco sul fondo. Il Bari sembra avere esaurita la sua spinta con i granata che sembrano avere nelle corde il guizzo vincente. Per vedere uno spento Maniero si deve attendere il 37’ con un tiro telefonato per Terracciano.

Nel finale buona azione di Busellato che tira di destro con Micai che respinge sui piedi di Coda che non trova il tap-in vincente anticipato da Tonucci. Ma a sorpresa quasi il Bari si ritrova in vantaggio a 5 dal termine: punizione dal vertice sinistro di Brienza, solita dormita difensiva della Salernitana e De Luca di testa da due passi fa secco Terracciano. Esplode il San Nicola. I granata tentano la reazione con Ronaldo che nel recupero dai 35 metri mette i brividi a Micai. Finisce qui, tutti a bere un the caldo negli spogliatoi.

SECONDO TEMPO

 Comincia la ripresa con gli stessi schieramenti in campo. Salernitana a testa bassa in avanti alla ricerca del pareggio. Sempre Rosina, in giornata positiva a creare grattacapi a Micai che smanaccia un pericoloso cross. Ma al 6’ raddoppio pugliese: solito calcio piazzato pennellato da Brienza, la difesa granata non libera e Daprelà fa secco Terracciano.

I granata non si ritrovano intanto giallo per Basha e il portiere Micai nel Bari mentre Tuia e Luiz Felipe negli ospiti. Bollini tenta il tutto per tutto inserendo anche Donnarumma al posto di Improta. Proprio Donnarumma di testa tenta di impensierire Micai. Nel Bari entra Valiani per Romizi. I padroni di casa si chiudono a riccio con la Salernitana che è costretta a tirare dalla distanza. Ma è De Luca che sfiora il tris con la sfera salvata in recupero difensivo da Busellato. Nei granata entra al posto di Della Rocca Antonio Zito, fischiato dai tifosi baresi mentre la Salernitana alla mezz’ora sfiora su due rimpalli il gol che può riaprire il match mentre su una conclusione di Coda evidente fallo di mano di Basha non sanzionato da Serra. Dopo la mezz’ora il sempre vispo Rosina coglie il palo in area barese dopo una buona azione dei campani.

Esce uno spento Maniero per Di Cesare mentre giallo anche per Ronaldo. Bollini getta nella mischia anche l’altro ex Joao Silva per Luiz Felipe. La Salernitana si sbilancia rischiando il tris barese, mentre dopo cinque minuti di recupero termina l’ennesima stramba partita con Bollini che ora avrà tanto ma tanto da fare alla vigilia di un ciclo terribile.

BARI – SALERNITANA 2-0

BARI (4-3-3): Micai; Sabelli (25′ pt Daprelà), Tonucci, Moras, Cassani; Fedele, Basha, Romizi (20′ st Valiani); Brienza, Maniero, De Luca. A disposizione: Ichazo, Di Cesare, Castrovilli, Boateng,, Fedato, Furlan. Allenatore: Stefano Colantuono
SALERNITANA (4-3-3): Terracciano; Perico, Tuia, Bernardini, Luiz Felipe (36′ st Joao Silva); Busellato, Ronaldo, Della Rocca (28′ st Zito); Rosina, Coda, Improta (16′ st Donnarumma). A disposizione: Liverani, Rosti, Mantovani, Franco, Laverone, Caccavallo. Allenatore: Alberto Bollini
Arbitrio: Marco Serra di Torino

Assistenti: Pasquale Cangiano (sez. Napoli) – Andrea Tardino (sez. Milano).

IV uomo: Federico Dionisi (sez. L’Aquila).

Reti: 41′ pt De Luca, 6′ st Daprelà

Note: Ammoniti: Luiz Felipe Marchi, De Luca, Cassani, Basha, Tuia, Micai

Calci d’angolo: Bari: 7 – Salernitana: 8

Recupero: 3′ pt – 5′ st

Spettatori: 18768

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

21 COMMENTI

  1. Se avessero chiamato Menichini facevamo un campionato tranquillo, con questi giocatori e questo allenatore la vedo nera, peggio dell’anno scorso.

  2. Battipaglia…….servi dei neaples….gente inutile senza identità….ancora ricordi le mazzate prese alla stazione a salerno? non pensarci dai….è stato un allenamento

  3. Infatti tu non sei salernitano,sei solo l’uscita per Agropoli poi non conti un caxxo…ciao fallito

  4. Lotirchio ha fatto una squadra di pupù e siamo d’accordo, ma da qui ad elogiare Battipaglia ce ne passa…

  5. fate passare i messaggi di questo cafone di battipaglia è inaccettabile
    volevo vedere se capitava su un sito di napoli !!!!!

  6. Battipiglialoncxxo perchè ti nascondi dietro a un pc, sei solo un omincchio..e Battipaglia non e come te. Fatti vedere un po.

  7. ogni volta che leggo i commenti su questo sito
    capisco che siamo degli ignoranti e ottusi
    che significa battipaglia
    napoli
    savoia
    torre annunziata e salerno
    qui si sta parlando di calcio
    e voi date troppo peso a 22 gay che corrono inseguendo una palla

  8. Non censurate il mio commento perchè ho usato “cagata”. Piuttosto l’IP di Peto/gigginoOcumpless/Battipaglia è sempre lo stesso vero?

  9. È incredibile quanto é scarsa questa squadra! Siamo sicuri che sono calciatori di categoria ? Lotito invece di insultarci sulla ns storia (anche se non gloriosa) pensa a gennaio di comprare calciatori e nn mezze cazette ! È bastato gia l anno scorso l’ intossicamento.

  10. Ma qual’è il problema?quanti allarmismi per niente!Lotito ha detto che ci allarmiamo subito,possiamo stare tranquilli,vedrete dopo le partite con il frosinone,carpi,perugia e la trasferta di avellino,saremo in zona play off,e noi che subito ci allarmiamo e che vogliamo tutto subito.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.