Referendum Salerno: il giallo delle matite cancellabili, caos in 2 seggi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
matita_referenudmAveva con sé una gomma per cancellare per accertare se il voto sulla scheda potesse essere realmente eliminato. È successo a Salerno, nella scuola Tasso, dove una
sessantenne è entrata in cabina munita di gomma. Dopo aver espresso il voto, si èrivolta al presidente del seggio asserendo che il tratto lasciato dalla matita poteva essere alterato. Ne è nata una piccola discussione che si è conclusa solo quando la signora è andata via. Secondo quanto si è appreso non è stata presentata denuncia.

La donna, che si era recata al seggio da sola, avrebbe detto che sui social network si è diffuso un allarme per eventuali schede alterate proprio in seguito a cancellazioni. Analoga vicenda è accaduta nella zona orientale di Salerno dove al seggio 124 una signora aveva chiesto di votare con la propria matita temendo che quelle fornite dal ministero potessero essere facilmente cancellate. La presidente del seggio non ha permesso che la donna votasse con la propria matita. La votante aveva citato la notizia diffusa sui social.

Fonte ANSA

LA PROVA IN UN SEGGIO DI SALERNO: MATITE SONO INDELEBILI

 

“Le matite cosiddette “copiative” sono indelebili e sono destinate esclusivamente al voto sulla scheda elettorale”. Le “Prefetture possono utilizzare anche le matite che sono rimaste in deposito dagli anni precedenti”. E’ quanto specifica il ministero dell’Interno in merito alle segnalazioni su matite non indelebili nei seggi.

“Le matite cosiddette ‘copiative’ sono indelebili – così come, tra l’altro, aveva dichiarato il produttore, Faber-Castell, al Corriere della Sera, nel 2013 – e sono destinate esclusivamente al voto sulla scheda elettorale”, spiega in una nota il Viminale.

“Il ministero dell’Interno, in media ogni anno, ne acquista un certo numero – prosegue la nota – basandosi sul fabbisogno storico, per rifornire i depositi ed essere in grado di rifornire le Prefetture man mano che manifestano il loro fabbisogno. Nello specifico, quest’anno, il Viminale ha acquistato 130 mila matite dalla ditta Luca srl – aggiudicataria del relativo appalto sul mercato elettronico – che, a sua volta, si rifornisce dalla Faber-Castell, direttamente in Germania.

Di queste 130 mila, per esempio, quest’anno ne sono state distribuite circa 80 mila per il referendum costituzionale, mentre altre richieste, da parte delle Prefetture, sono state soddisfatte per il referendum sulle trivelle e in occasione delle elezioni amministrative. Le Prefetture – e’ bene precisare – possono utilizzare anche le matite che sono rimaste in deposito dagli anni precedenti. Si utilizzano matite prodotte dal Faber-Castell almeno da cinque anni”, conclude la nota del Viminale.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Effettivamente il segno che lasciava la matita dove ho votato era molto chiaro, ed ho dovuto calcare affinche la preferenza fosse chiara, devo dire che sono rimasto un po perplesso.Mi chiedo se anche altri lo hanno notato.

  2. E vero le matite sono indelebili,ma perché se vuoi cancellare il no ci riesci, ma se,vuoi,cancellare il si non ci riesci?.non censurate x favore alla sezione 124,a mariconda mi sono trovato anche io.

  3. Cari geni delle matite ma siete veramente degli stupidi voi e tutti gli altri che avete messo in piedi questa buffonata. Le matite non sono indelebili è la scheda che lo è. Se provate a cancellare la matita dalla scheda questa si rovina facendo annullare il voto. Complimenti a Tony che ha cancellato il NO ed il SI annullando il suo voto almeno che non abbia visto la caz…ta su qualche social.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.