Referendum, vince il No. Renzi si dimette

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
21
Stampa
renzi-mezzogiornoVince il No al referendum costituzionale e il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, annuncia le dimissioni: “Mi assumo tutte le responsabilità della sconfitta. Volevo ridurre il numero delle poltrone: la poltrona che salta è la mia”.

Visibilmente emozionato durante la conferenza stampa convocata a Palazzo Chigi intorno a mezzanotte, il premier ha fatto quello che aveva annunciato all’inizio della campagna elettorale, in caso di vittoria del No: “Domani pomeriggio convocherò il cdm, ringrazierò i miei colelghi e salirò al Quirinale, dove consegnerò le dimissioni nelle mani del presidente Mattarella”, ha detto, ringraziando quanti hanno lavorato perché le riforme andassero avanto e sotto lo sguardo della moglie Agnese, in sala per accompagnarlo, come ha spesso fatto nei momenti più importanti del suo mandato. E poco prima di incontrate la stampa, Renzi ha telefonato al presidente della Repubblica

“È stata una festa in un contesto in cui tanti cittadini si sono avvicinati alla Carta costituzionali. Sono fiero ed orgoglioso della possibilità che il Parlamento ha dato ai cittadini. Il No ha vinto in modo straordinariamente netto”, ha detto il premier. “Mi assumo tutte le responsabilità della sconfitta. Chi lotta per un’idea non può perdere – ha aggiunto-. Voi non avete perso, sentitevi soddisfatti per il vostro lavoro. Vorrei che foste fieri di voi stessi”. Renzi ha proseguito: “Si può perdere un referendum, ma non si può perdere il buon umore. Io ho perso, in Italia non perde mai nessuno. Io non sono così: ho perso. Non sono riuscito a portarvi alla vittoria”. E, sottolineando ancora una volta di non essere mai stato attaccato alla poltrona, prosegue: “L’esperienza del mio governo finisce qui”. Poi prosegue: “Qui in questa sala saluterò il mio successore, chiunque egli sarà, e gli consegnerò la campanella e il dossier delle cose che restano da fare”.

Nessun rimorso, però, dice Renzi: “Non siamo stati convincenti, mi dispiace, ma andiamo via senza rimorsi, volevamo vincere non partecipare”

Il verdetto delle urne. No nettamente avanti negli exit poll del . In base al quarto exit poll, elaborato ponderando anche i primi dati dello spoglio, di Ipr Marketing-Istituto Piepoli per la Rai, il Sì è al 40-42% ed il No al 58-60%. In base alla seconda proiezione Emg per La7 sul referendum, con copertura al 38%, il Sì si attesta al 40,5% e il No al 59,5%. In base al terzo exit poll Tecné per Mediaset sul referendum, il Sì è al 40-44%%, il No è al 56-60%.

Le reazioni. Immediate le reazioni: il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, esulta: “Una giornata di liberazione nazionale. Renzi lascia un Paese diviso” ha detto.

“Evviva! Ha vinto la democrazia”, scrive sul suo blog, Beppe Grillo, in un post a sua firma. E aggiunge: “Questo voto ha due conseguenze: Addio Renzi, e gli italiani devono essere chiamati al voto al più presto”.

Il vice segretario del Pd Lorenzo Guerini annuncia: “Noi come Pd convocheremo gli organi di partito entro pochi giorni, già martedì la Direzione, per le valutazioni dell’esito del voto referendario e per le iniziative da assumere”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

21 COMMENTI

  1. Ah ve ne siete accorti pure voi dopo le prime pubblicazioni? Complimenti, siete semplicemente vergognosi. Forse non volevate dare un dispiacere al Lucano? Embè capita, vuol dire che i cittadini Campani non gradiscono le fritture e gli giri in barca.
    Faccio un ringraziamento particolare al Presidente del comitato scientifico per il si per l’ottima campagna elettorale svolta… a favore del NO. Poi Di Maio e Di Battista erano mezze pippe.
    Il popolo non si è fatto infinocchiare da voi venditori di fumo.
    Spero, per il suddetto presidente, che adesso si trovi un lavoro perchè, a quanto pare, Montecitorio si allontana.
    Hasta la victoria siempre

  2. finalmente renzi a casa e pure de luca e famiglia spa a casa andate a lavorare la gente non dimentica che a dicembre il 31 del 2015 il buffoncello renzi fece approvare un emendamento che stabiliva che i lavoratori che avevano fatto lo straordinarii dovevano ritornare indietro il 3% che metteva lo stato anche in maniera retroattiva e in materia di retroattività vglio sapere la questione del padre di renzi che fu indagato per truffa o simil caso che fine ha fatto andate a lavorare e date un calcio in culo a questi politici

  3. Che scoppolona!!!
    se lo scorso maggio vincevano con il 70% piazzando quella inutile ed irrispettosa marionetta, oggi raggiungono uno striminzito 40%.
    Riforma costituzionale o meno, per come si sono spese le Istituzioni regionali, Provincia e Comune di Salerno, la famigliola con tutto il suo apparato tra accoliti e sostenitori, Salerno, finalmente, comincia a svegliarsi da un lungo torpore.

  4. non che Renzi mi abbia mai entusiasmato, ma il problema resta sempre lo stesso: le alternative!
    Che ci dobbiamo aspettare adesso, il ritorno di Silvio e la sua corte dei miracoli? Oppure Salvini? O meglio ancora Grillo e i suoi illusionisti? O il Dalema resuscitato? Come stiamo inguaiati!!!!!

  5. sembra che gli italiani cominciano a rendersi conto….
    Chi bene inizia è a metà dell’opera.

  6. Non perdete occasione per sfoderare tutta la vostra igniranza, doppia faccia e arroganza tipica dell’incolto salernitano medio che pur di guardare agli interessi del proprio orticello (si perché ol vostro modo di agire è esattamente quello dei contadini che badano solo al proprio campo da arare per sfruttarlo al massimo) vomita su chi vi ha tolti dall’anonimato e portati ad essere conosciuti in tutta Italia per quello che di positivo c’è a Salerno. De Luca non andrà certamente a casa per il NO al referendum e continuerà a fare ciò che l’esercito degli omertosi ha fino ad oggi non fatto pur di mantenere viva la logica del clientelismo. Mi capacito ancora una volta che avete talmente tanto da nascondere che vi fa paura chi agisce e non accetta compromessi.

  7. l’ italia è un paesone composto in maggioranza da egoisti e cretini…inutile governarli…!!

  8. AH DE LUCA,QUANTI ERRORI E FESSERIE HAI COMMESSO,ANCHE GRAZIE AL TUO LUNGIMIRANTE FIGLIUOLO, CHE SI E’MESSO DIETRO IL DUETTO RENZI/BOSCHI E VARI FENOMENI RENZIANI.IL CROLLO DI RENZI,COINVOLGERÀ ANCHE TE E IL TUO POTERE A SALERNO E IN CAMPANIA.
    BISOGNA DIRE CHE ANCHE TU HAI MESSO DEL TUO PER FAR CADERE RENZI.PRESO DA DELIRIO DI ONNIPOTENZA DICENDO QUELLE STUPIDAGGINI ALLA RIUNIONE DEI SINDACI.ORAMAI TI SEI BRUCIATO A LIVELLO NAZIONALE E BRUCIANDO ANCHE IL POVERO FRANCO ALFANO.

  9. Il figliolo, già direttore scientifico del Comitato del NO che in Città e provincia è stato semplicemente asfaltato, ora, da fine analista politico ci racconta che il voto referendario è stato unicamente un voto di protesta nei confronti del Governo e che non ha nulla a che vedere con un giudizio sulle politiche amministrative locali.
    Decisamente un’ analisi fine e scientifica.

  10. Oggi è un giorno importante, finalmente per la prima volta il popolo italiano ha fatto la sua prima rivoluzione contro i gruppi di potere della politica, delle banche, dei massoni e delle clientele…andando a votare in massa!!!
    Adesso il popolo sovrano vuole scegliere il suo presidente del consiglio, perchè da quando il PD, le banche, la Merkel e le lobby di potere decisero di far cadere il governo Berlusconi ( cmq opinabile ) non si è più potuto votare un proprio rappresentante ma ci hanno imposto un governo tecnico lunghissimo ed ingiusto e poi Renzi e company che non sono stati in grado di fare gli interessi del popolo.
    Festeggeremo tutto il giorno…

  11. x UnNonSalernitano
    Non ho capito bene a chi ti riferisci. Comunque andiamo con ordine. Dici di non essere salernitano, allora perchè giudichi se non sai? Io mi documenterei un pochino prima di sparare cazzate.
    Per quanto riguarda poi il sottoscritto, De Luca non mi è stato mai bene anche quando alle ultime amministrative prendeva il 70% (io ero nell’altro 30). Per cosa ci ha fatto conoscere De Luca? Per le minacce stile mafioso alla Bindi? Oppure per l’incitamento al voto di scambio da cui l’ex premier abusivo non ha preso le distanze? Certo adesso al nord ci indicano così.
    Parli di clientelismo, e di non accettare compromessi, ma a chi ti riferisci? Se ti riferisci a De Luca ti ho già risposto dato che lo stesso, nella riunione di Napoli, ha esternato la sua inclinazione alla politica clientelare e di compromessi e lo hanno sentito tutti. Lui ovviamente, dall’alto del suo essere unto dal Signore come qualcun altro passato poco tempo fa, derubrica il tutto ad una battuta, non so i giudici, ma il popolo non l’ha interpretata tale ed ha votato di conseguenza. Potevamo mettere l’Italia in mano a chi fa del clientelismo la propria bandiera? Poteva mai essere questa una buona riforma?
    La disoccupazione giovanile è alle stelle a Salerno, i servizi nulli e l’amministrazione spende circa 10000 € per la Arcuri, oltre milioni per le luci ed il concerto di fine anno? Sono errori gravissimi perchè non bastano 4 luci per fare una città turistica di qualità, con cui potremmo vivere alla grande, ma c’è bisogno di scelte lungimiranti ed oculate e non sperperare il denaro pubblico che porta i cittadini salernitani ed avere i balzelli tra i più alti d’Italia.

  12. l’ italia è un paesone composto in maggioranza da cretini IN CARRIERA…è inutile governarli…!!

  13. vi meritate i nani, le puttane, gli scansafatiche e i comici da bar….è la vostra miserabile condizione di italiani, quelli che “.. è inutile governarli..!!”

  14. ecco che riappare il razzista, discriminatore di professione, che insulta quelli bassi, i comici, gli italiani, complimenti 12.10 e 12.13, premio razzista doc.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.