Salernitana a Frosinone a caccia di rivincite, Bollni cerca la svolta

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
frosinoneIl cambio di allenatore non è coinciso con il cambio di risultato. In trasferta la Salernitana continua a perdere o a raccogliere le briciole. E’ da marzo che non c’è un acuto lontano dall’Arechi. L’ultima volta fu Bagadur a Cesena, a tempo scaduto, a regalare tre punti importantissimi in ottica salvezza. Otto mesi dopo, capitolo play out a parte, la Salernitana ancora insegue il colpo esterno senza però mai afferrarlo. Archiviata la gara d’esordio per Bollini con il solito carico di occasioni sprecate, errori dei singoli ed ingiustizie arbitrali ci si concentra sul Frosinone. Il Matusa evoca brutti ricordi.




I granata persero tre anni fa la semifinale play off. Una sconfitta netta e perentoria che brucia ancora e che dovrebbe rappresentare un ulteriore stimolo a far bene. Bollini ha avuto più tempo per conoscere il gruppo e i singoli calciatori. Ha mostrato coraggio nel cambiare da subito modulo provando uno schieramento mai utilizzato prima con soli due allenamenti alle spalle. Un aspetto questo che se da un lato indica un eccesso di spregiudicatezza dall’altro mostra il coraggio di un allenatore alla sua prima esperienza e per nulla intimorito dall’avversario e dal teatro del debutto. Ora Bollini dovrà essere bravo a trasferire alla squadra questo coraggio ma anche nuovi stimoli perchè qundo giochi bene e non vinci (accadeva anche con Sannino) c’è il rischio di abbattersi.

Servono i punti e le vittorie per poter voltare pagina in modo concreto. Serve carattere, grinta e determinazione. Serve quel coraggio di osare visto a Bari ma associato anche ad una maggiore attenzione e concentrazione in fase difensiva. Perdere per due tiri in porta su calcio piazzato brucia e non poco. Bollini deve riportare anche serenità in un gruppo che ha tanti capo cantiere e pochi operai votati al sacrificio. Con l’uscita di scena di Sannino non ci sono più alibi. I giocatori sono dei professionisti, lo dimostrino da qui alla fine del campionato mettendosi incondizionatamente a disposizione del nuovo tecnico che dovrà fare le scelte del caso senza aver paura di ferire qualcuno. All’insegna dell’uno per tutti, tutti per uno si va avanti così: con un’arma in più – quella dell’unità d’intenti – da far pesare, da far diventare arma vincente.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.