Caos Cotoniere a Fratte, scattano i bypass. Oggi l’assalto di 600 pullman

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
traffico-via-irno-salernoDomenica post Immacolata da record a Salerno con l’arrivo in città di almeno 600 pullman. E’ un vero e proprio assalto con oltre 30 mila persone che si aggiungono ai tanti visitatori che nelle prossime ore raggiungeranno Salerno da ogni parte per le luci, per lo shopping o semplicemente per trascorrere qualche ora nei locali della movida salernitana.

E’ il primo grande stress test per il piano viabilità che nelle ultime ore ha dovuto fronteggiare anche il blocco di Fratte causato dall’apertura delle Cotoniere. Un blocco che ha riguardato non solo Salerno ma anche i comuni della Valle dell’Irno come Pellezzano e Baronissi interessati dagli enormi flussi di traffico.

Nel corso di un vertice che si è svolto ieri tra tecnici, amministratori e forze dell’ordine  è stato fatto appello a Trenitalia di potenziare le corse su ferro. Nel contempo i vigili urbani saranno inflessibili verso coloro che parcheggeranno, soprattutto in prossimità delle Cotoniere in zone non consentite riducendo la carreggiata.

Mano pesante anche per i bus turistici che non rispettano le regole attraversando il centro cittadino. Tornando al nodo Cotoniere tra le misure adottate alcune deviazioni momentanee anti – caos

Obiettivo principale: evitare che le auto dei clienti si inoltrino nel centro abitato di Fratte dove il giorno dell’Immacolata si è creato un imbuto da difficile gestione.

Primo intervento – come ricorda Il Mattino oggi in edicola – è la deviazione già all’altezza del ponte di Rouen (parco Pinocchio) per far defluire i veicoli sulla Lungoirno: in questo modo si evita la strozzatura su via Irno fino a Fratte e si scongiura il blocco di via Pagano.

Altro provvedimento è la deviazione delle auto che escono alla tangenziale di Fratte su via Spirito. Potenziata con l’Anas la segnaletica che era piuttosto lacunosa, con l’installazione di pannelli anche su via Degli Etruschi e all’altezza di Cappelle.

 

Purtroppo si tratta di soluzioni tampone non essendoci nell’immediato la possibilità di intervenire. L’unica vera alternativa, al momento sarebbe il potenziamento della ferroviaria di Fratte della linea Salerno-Mercato San Severino.

foto pagina facebook figli delle chiancarelle

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. magari chiudessero anche l’unisa a fisciano, e mandassero a zappare tutti i paraculati che per anni hanno rubato stipendio prima e pensione dopo…avremo università vuota e aria salubre!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.