De Luca ironico: «Grazie al No manteniamo il nostro livello salariale»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
De_Luca_Regione_Campania_GiuntaCon 32 voti contrari e su 49 votanti, il Consiglio Regionale della Campania ha respinto la mozione di sfiducia presentata da Stefano Caldoro e dai gruppi regionali del centrodestra. Il presidente De Luca ha commentato, con il suo proverbiale sarcasmo, il voto di fiducia, tornando anche sull’esito del referendum: “Prendendo atto che chi ha presentato la mozione di sfiducia in realtà non voleva sfiduciare il Presidente ma fare propaganda, io mi vergognerei a presentare una mozione di sfiducia che non persegue gli obiettivi per cui è prevista, ovvero le dimissioni del Presidente, lo scioglimento del Consiglio regionale e il blocco dell’azione amministrativa”.

E continua: “Per quanto riguarda il risultato referendario, invece, aver bocciato il referendum ci consente di difendere il nostro ‘livello salariale’ perché, lo ricordiamo, nella riforma c’era una norma che tagliava le indennità dei consiglieri regionali e le spese dei gruppi, quindi vanno ringraziati tutti i gruppi di opposizione che hanno fatto questo regalo ai consiglieri regionali d’Italia”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Sarà pure così, chi lo sa. Però ti rimane il problema di sistemare tuo figlio che deve rispondere di bancarotta fraudolenta. Credo che tu non sia contento del guadagno, altrimenti non appoggiavi il si tanto da invitare a violare la legge. Inoltre non avrai l’immunità parlamentare che, alla luce dei nuovi fatti, potrebbe servirti come il pane.

  2. Tu non puoi sistemare i figli perché non hai ancora sistemato te stesso a 50 anni passati.

    Scrivi, scrivi, scrivi che più scrivi più voti acchiappi.
    Metti video, audio e commenti sul web ai fini di indignare chi?
    Solo te stesso e il tuo sponsor premiata ditta Casalciuccio.
    Le avete perse tutte le battaglie compreso ultimo referendum:
    10 partiti nel 60%, 1 partito nel 40% (compreso spostamenti reciprochi tra i due schieramenti). Secondo me se ne sono andati di testa e non hanno capito niente.

    Ha detto bene VDL: Non si fa la riforma? Tanto piacere, non cambia niente. I ciucci rimangono ciucci e noi proseguiamo a carroarmato.

  3. Con una delibera se lo aumentano e con una delibera se lo possono diminuire, perchè non lo proponi in consiglio, ma hai visto mai?

  4. Vicenzì… non fare così… te l’ho detto… tu col SI e col PD non c’entri nulla, così come il SI al referendum era una gran sola!

  5. Questo dimostra sempre più di essere un giullare, si è inventato le partecipate e le cooperative che pagano i dipendenti , quando li pagano a 500 euro al mese e lui fa finta di niente GIULLARE vivi tu con 500 euro al mese GIULLARE.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.