Agricoltura: il PSR cambia volto, la Regione Campania accoglie richieste CIA

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
orti-sociali-agricolturaPriorità alle filiere in crisi come quella castanicola e cerealicola, riconoscimento del ruolo strategico della progettazione collettiva e dei cluster, più risorse ai giovani che decidono di intraprendere nel settore agricolo e semplificazione delle procedure di accesso ai finanziamenti. Accolte pienamente dalla Regione Campania le richieste di modifica al Piano di Sviluppo Rurale – PSR  2014-2020 avanzate da CIA Campania. La fumata bianca è arrivata nel corso di un incontro tenuto ieri, mercoledì 14 dicembre, presso gli uffici di Santa Lucia tra il presidente della Regione Campania Vincenzo de Luca, il consigliere delegato all’Agricoltura della regione Campania Franco Alfieri, il presidente di Cia Campania Alessandro Mastrocinque e Mario Grasso, direttore generale della confederazione regionale. All’incontro hanno partecipato anche i rappresentanti delle altre associazioni di categoria.

Siamo molto soddisfatti – afferma il numero uno di Cia Campania e vicepresidente nazionale Cia Alessandro Mastrocinqueperché questa è una battaglia che portiamo avanti dal giorno stesso dell’approvazione del Psr Campania a Bruxelles poco più di un anno fa. Si tratta di aspetti sostanziali per favorire un utilizzo efficace delle risorse e superare criticità che soprattutto i piccoli agricoltori segnalano da tempo. Un risultato ottenuto anche grazie al ruolo fondamentale di ascolto di concreta collaborazione che in questi mesi ha avuto il consigliere delegato all’Agricoltura della regione Campania Franco Alfieri”.




Priorità alle filiere in crisi e a quelle innovative. Le prime modifiche ad avere un riscontro effettivo saranno, nei primi mesi del 2017, quelle relative alla definizione di filiere produttive prioritarie. Per rispondere alla perdurante crisi di settore, tra esse ci saranno quella cerealicola e quella castanicola. Sarà inoltre riconosciuta anche una filiera innovativa, come quella relativa alle produzione legate alla canapa.

Pacchetto giovani. Un altro aspetto che promette far cambiare volto al PSR è quello relativo al “pacchetto giovani”, un insieme di misure pensate per facilitare il subentro generazionale. Le misure prevedono facilitazioni per accesso a credito e misure di garanzia.

Progettazione collettiva. Il vecchio PSR è stato centrato nella sua prima fase di attuazione su bandi “semplici” (ammodernamento delle Pmi, ecc.) per poi passare a quelli di sistema (progettazione collettiva, costituzione di partenariati e filiere per interventi integrati, ecc). CIA Campania ha insistito sull’opportunità di favorire già a inizio programmazione misure strutturate di progettazione collettiva, perché più efficaci per uno sviluppo del settore rurale nel periodo medio-lungo.

Stop burocrazia. Sono state infine accolte le richieste di una drastica riduzione della documentazione necessaria per accedere alla misure del Psr, evitando agli imprenditori agricoli la solita “corsa a ostacoli” rappresentata dagli “incartamenti” e addossando il maggior numero di oneri possibili all’ente gestore delle pratiche.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.