Trasporti: 18 mln per incentivi a procedure d’esodo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
filobus-napoli-trasporti-campaniaIl grave stato di crisi del settore del trasporto pubblico locale – già dichiarato dalla Regione Campania nell’ottobre del 2011 – si è protratto in questi anni con un aggravarsi della situazione a causa di un aumento continuo dei costi aziendali. In questo contesto – per le aziende di trasporto, al fine di ridurre il ricorso a procedure collettive di licenziamento del personale in esubero e nello stesso tempo avviare politiche di razionalizzazione e inserimento di nuove professionalità – si è deciso il ricorso a procedure d’esodo incentivate o prepensionamento. La misura da adottare per la riproposizione del fondo ammonta – come da delibera approvata nei giorni scorsi – a 18 milioni di euro.

“L’obiettivo principale è quello di sostenere nel percorso di efficientamento l’intero settore dei trasporti”, ha dichiarato il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca –“Abbiamo lavorato intensamente e, anche qui, abbiamo mantenuto la parola data. Questa decisione – ha aggiunto –  avrà un forte impatto di carattere sociale (garantendo ai dipendenti con maggiore anzianità, la possibilità di scegliere la cessazione del rapporto di lavoro a fronte di emolumenti da parte dell’azienda) e consentirà all’azienda di innovare le professionalità e contenere di conseguenza i costi generali, offrendo così un sensibile miglioramento della qualità del servizio, rendendo il sistema complessivamente più efficace ed efficiente”.

Ulteriore soddisfazione giunge per la firma della seconda transazione per i debiti con Trenitalia, che contribuisce all’eliminazione definitiva anche di tutti i contenziosi in corso. “Nel solo biennio 2011/2012 – ha sottolineato il Presidente De Luca – è stato accertato un debito, per servizi non pagati da parte della Regione, pari a circa 52,6 milioni che si aggiungono ai 92,5 milioni del 2013, con due diversi atti la regione ha transatto in 124 milioni la cifra complessiva, rateizzandola in 3 anni”.

Dopo aver definito positivamente questo pesante debito, il passo conseguente finalmente possibile, è il rinnovo contrattuale con Trenitalia previsto entro fine anno. “Utilizziamo le previsioni contrattuali – ha detto De Luca – per definire un rapporto contrattuale mancante dal 2014 con un valore medio annuale di circa 160 milioni, e puntando a una crescita progressiva negli anni di km di servizio. Sono misure queste, che rientrano nel complesso programma che abbiamo messo in campo da mesi per recuperare, anche nel settore dei trasporti, il grave ritardo accumulato negli ultimi anni”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Siete bravi a parole…
    Intanto, per i pendolari, i trasporti in REGIONALE CAMPANIA sono un vero e proprio incubo….
    Mezzi di trasporto obsoleti, sporchi, iperaffollati, corse saltate, ecc.
    Parliamo di trasporti sia su ferro che su gomma (FS – ANM – SITA, ecc.). Persino LA METROPOLITANA di Napoli linea 1 ancora non ultimata, già sembra già da rinnovare, oltre ad essere un servizio ad ore e non a minuti. … La frequenza tre una corsa e l’altra, è in media di 10 – 12 minuti, vale a dire circa 4 max 5 corse all’ora, anche nelle ore di punta, quando le corse dovrebbero essere continue ogni due o tre minuti…..
    E, dulcis in fondo, sempre per i pendolari della Regione CAMPANIA, quest’anno, un bell’aumento medio del costo dell’abbonamento di circa il 40%….
    Mivieve da dire (ricordando una frase che veniva riportata sui cartelloni esposti nella città di Napoli qualche mese fa, e che ripete spesso anche il Presidente DE LUCA nel corso della trasmissione settimanale su Liratv) : MENO MALE CHE LA REGIONE CAMPANIA C’E’….
    Grazie a Dio fra tre anni si ritorna al voto….
    E qui mi viene da dire: meno male che fra tre anni i cittadini campani ci saranno (alle urne) per mandarli a casa…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.