De Luca: «Vitalizi? Una palla, Siamo esempio di rigore spartano»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
consiglio-regionale-campania“I vitalizi in Campania non esistono, basterebbe informarsi. Ma la logica della falsificazione, del lanciare nel sistema di comunicazione una palla è diventata abitudine quotidiana”.

Lo ha detto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel suo intervento a Radio Kiss Kiss Napoli commentando le polemiche per la norma dei vitalizi per i consiglieri regionali.

“Siamo di fronte ad una campagna mediatica senza precedenti; non c’è il vitalizio, è una palla. È una cosa falsa. Nella riunione del Consiglio regionale di domani eliminiamo questo problema, per dimostrare che in Regione non si tollera l’ombra della casta. Siamo un esempio di rigore spartano.

Domani proporrò che si tolga di mezzo questo argomento. Il problema è che bisogna versare i contributi per i consiglieri, questo significherebbe parlare di cose concrete, ma in Italia non è così. Noi non facciamo inciuci. Approveremo una legge che prevede risparmi”

“De Luca accusa il M5S di dire palle sui nuovi privilegi per la casta, introdotti con un blitz nella legge di stabilità 2017. Ma poi si contraddice e annuncia che domani chiederà alla sua maggioranza di stralciarli. Allora significa che il problema denunciato dal M5S esiste eccome, a differenza di ciò che sostiene falsamente lo stesso presidente e la sua maggioranza.

Altro che amministrazione spartana e trasparente! De Luca è stato colto dal Movimento 5 Stelle con le mani nel barattolo della marmellata”. Lo dice Valeria Ciarambino, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle. “De Luca messo alle strette prova a salvarsi la faccia, quando ormai l’ha già persa, e la butta in caciara – dice Ciarambino – Davvero crede che i campani siano talmente fessi da non riconoscere una maldestra ‘pezza a colori’?”.

“La denuncia del Movimento 5 Stelle sui ‘vitalizi contributivi’ introdotti dalla legge di Stabilità 2017 l’ha punto sul vivo e adesso, con una acrobatica capriola all’indietro – conclude – cerca di correre ai ripari e cancellare quella che il M5S ha smascherato come una vera vergogna. Domani in aula ne vedremo delle belle”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. E bravo il governatore, continua a comportarsi come Renzi. Del resto lui che usufruisce di tutti i privilegi della casta come può eliminarli ai suoi sodali? Infatti, per chi non lo sapesse, De Luca percepisce la pensione di militanza nel partito, cioè non ha fatto una mazza per una vita intera e percepisce una pensione che ha un ammontare superiore dello stipendio di un lavoratore. Una persona comune lavora in fabbrica per 43 anni, al momento, e percepisce una pensione da fame. Questa è la casta reale a cui appartiene ed, grazie a tanti che ancora abboccano alle sue puttanate, a cui si tiene ben aggrppato facendo finta di combatterla dicendo bugie su bugie e derubricando gli eventuali reati. Purtroppo per lui gli è andata ancora male perchè i rappresentanti del M5S leggono tutti gli atti, non votano secondo indicazioni di partito, e lo inchiodano sempre. Loro non firmano inconsapevolmente atti che favoriscono i loro amici e poi danno la colpa all’impiegato che gli ha portato il fascicolo

  2. Azz…?!?!…. e i figli che ha piazzato e che intende piazzare sulle sacche dei contribuenti cosa sono????
    De Luca rappresenta il più becero degli insulti alla onesta’ intellettiva di tutti i Campani che pagano le tasse.
    Fra’ vituperio che parla di castita’

  3. Avevo riposto tutte le mie speranze in De Luca che credevo capace di poter cominciare a risolvere in modo serio gli innumerevoli problemi di questa Regione e correggere modi e comportamenti della classe politica regionale ed invece si sta’ confermando uno dei più squallidi politicanti che, avendo denunciato in campagna elettorale tutto il marcio che ci attanaglia da venti anni, continua imperterrito a comportarsi come tutti i suoi inutili predecessori.
    Che schifo!!!

  4. De Luca, icona della casta, della clientela e del nepotismo.
    Cosa vi aspettavate in Regione dopo quello che é sotto gli occhi di tutti a Salerno ? Vergognoso da cacciare dalle Istituzioni.
    Per la precisione, l’articolo ritirato, é il N° 5.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.