Natale amaro per la Salernitana: il derby è dell’Avellino, 3-2 al Partenio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
24
Stampa
avellino_salernitana21Un natale amaro quello che i giocatori granata regalano ai propri tifosi perdendo un derby ad Avellino dopo un primo tempo orribile e un secondo tempo fatto solo di volontà. Partita tattica i primi minuti spezzati dalla rete di Jidayi al 17’ che approfitta della solita dormita difensiva della difesa granata. Gli ospiti non riescono a reagire con un impalpabile Joao Silva e nel finale di tempo Mantovani già ammonito si becca il secondo giallo finendo sotto la doccia per fallo su Castaldo. E sulla punizione Ardemagni trova il raddoppio irpino. Nella ripresa entrano prima Zito e poi Donnarumma che approfittano della stanchezza dei padroni di casa e con Busellato riaprono il match. Partita che sembra riaprirsi con il rosso a Belloni ma i tentativi di Zito prima e Perico poi sono fermati da Frattali e al 90’ Verde in contropiede sigla il tris biancoverde. Nel recupero atterramento di Busellato e Donnarumma dal dischetto sigla il 3-2 ma è troppo tardi per salvare il derby e il Natale.

Sotto l’albero di Natale dunque Avellino e Salernitana trovano il derby. Una partita che mette in palio tre punti ma anche il trampolino di lancio per superare le rispettive crisi di gioco e soprattutto risultati. Due squadre in debito di punti che hanno già virato sul piano tecnico: Novellino è subentrato a Toscano, Bollini ha preso il posto di Sannino dopo le dimissioni. I granata si presentano in Irpinia orfani senza Coda e Bernardini squalificati,con parecchi elementi della rosa ancora debilitati per i postumi di un brutto virus influenzale che ha colpito la squadra in settimana. Inoltre ancora indisponibile Odjer.

Il trainer granata conferma comunque il tridente d’attacco con Joao Silva (uno dei tanti ex) nelle vesti di vice-Coda, Rosina e Improta sugli esterni. Forse bocciatura definitiva per Donnarumma che si accomoda nuovamente in panchina. In difesa forfait dell’ultim’ora di Schiavi e Bollini lancia Mantovani al fianco di Tuia con Perico e Vitale esterni. Mediana nelle mani anzi nei piedi di Ronaldo che sarà affiancato da Busellato e Della Rocca. L’altro ex Zito parte dalla panchina. Sugli spalti colpo d’occhio importante. Sold-out il settore ospiti con 800 tifosi granata che non fanno mancare il loro calore alla Salernitana dal primo all’ultimo minuto dando ieri al Volpe un piccolo assaggio del loro calore.

Avellino in cerca della vittoria della svolta di una stagione complicata dai risultati del campo e dalle vicende processuali per un illecito di qualche anno fa. Novellino che si gioca la credibilità della piazza schiererà come al solito con un 4-4-2 che assicura equilibrio nelle due fasi di gioco. Davanti a Frattali spazio a Gonzalez, Djimsiti, Jidayi e Asmah; a centrocampo D’Angelo ed Omeonga a far gioco e legna, con i grimaldelli Verde e Belloni sugli esterni. La coppia d’attacco è formata da Castaldo ed Ardemagni. Arbitra Abisso di Palermo.

LA PARTITA

Pubblico e tifo delle grandi occasioni al Partenio Lombardi. Giornata soleggiata ma con temperatura abbastanza fresca. Tutto tranquillo fino al calcio d’inizio di Abisso per quanto riguarda l’ordine pubblico. Sfottò da un settore all’altro a colpi di cori e striscioni, tanti i fumogeni accesi che provocano una nebbia artificiale prima del match. Parte la gara con qualche minuto di ritardo ed è subito l’Avellino a cercare di aggredire i granata. Tegola per Novellino che dopo 5 minuti perde Asmah per infortunio, al suo posto Perrotta. Prima proiezione offensiva dei lupi con Gonzalez che crossa tagliato con la retroguardia ospite che libera con qualche apprensione.

Rispondono i granata con una punizione di Ronaldo al 10’ ma Tuia non ci arriva. Rosina si procura una punizione sulla trequarti con ammonizione per l’irpino Belloni, ma prima Improta e poi Vitale non sfruttano l’azione. Al 17’ si sblocca il match: punizione dalla distanza per l’Avellino, palla lunga sul secondo palo dove sbuca la testa di Jidayi che infila Terracciano incrociando sul secondo palo. Esplode l’impianto irpino con la squadra granata ancora vittima delle palle inattive. Tenta di reagire la Salernitana ma la manovra è farraginosa. Anzi sono i padroni di casa da uno svarione di Ronaldo ad avere la palla del raddoppio ma Ardemagni è chiuso da Tuia. Intanto anche Mantovani prime e Ronaldo poi finiscono sul taccuino di Abisso per gioco falloso, mentre Vitale perde una sfera sanguinosa che Belloni non concretizza in rete.

Dopo la mezz’ora ci prova Improta dopo un dai e vai con Rosina ma la sua azione viene fermata prima da Frattali di piede e poi dal guardalinee per off-side. Si infortuna anche Gonzalez al suo posto Donkor che viene subito ammonito per un fallo.

Sul ribaltamento di fronte, palla lunga per Ardemagni, con Mantovani che lo stende sulla corsa. Secondo giallo ed espulsione per il centrale granata  dalla punizione di Verde palla in area per Ardemagni. L’attaccante si gira e conclude potente sotto la traversa. Raddoppio dell’ Avellino e crollo nervoso dei granata che si beccano altri due gialli per proteste di Busellato e Rosina. Al 49’ Abisso manda tutti a riposo con i giocatori ospiti inviperiti che accerchiano il fischietto siciliano. La seconda frazione si complica per la troupe di Bollini.

SECONDO TEMPO

Ripresa che comincia con Bollini che manda subito in campo Zito per uno spento Ronaldo. Formazione ospite che cerca subito di premere sull’acceleratore per riaprire un match compromesso. L’Avellino si difende non rinunciando a qualche sortita offensiva con Castaldo prima e Omeonga poi. Bollini si gioca anche la carta Donnarumma al posto di Improta. Dopo qualche minuto la Salernitana accorcia le distanze.

Rosina controlla un buon pallone e serve sul secondo palo una sfera perfetta per Busellato, che tutto solo buca Frattali colpendo al volo e depositando sotto la traversa. Si riaccende la fiammella della speranza in casa granata. Donnarumma ci prova ma non trova l’impatto con la palla servita dal solito Rosina. Al 20’ Belloni commette fallo su Busellato e Abisso lo manda sotto la doccia per doppia ammonizione, ristabilita la parità numerica. La partita si infiamma, i granata si catapultano in avanti ma si espongono al contropiede irpino.  Novellino si copre e inserisce Camarà per Ardemagni. Ci prova in rovesciata Castaldo la sfera termina fuori. Si infortuna Tuia nei granata, al suo posto Luiz Felipe. Alla mezz’ora cross di Vitale dalla sinistra, Busellato non riesce a trovare l’impatto vincente. Novellino mai domo nell’area tecnica viene allontanato da Abisso. Camarà pericoloso al 33’ ma Terracciano si oppone in corner. Nei granata ci prova Donnarumma dopo il tiro di Zito respinto da Frattali ma l’ex Teramo termina in fuori gioco. Dopo i tentativi di Zito prima e Perico poi fermati da Frattali al 90’ Verde in contropiede sigla il tris biancoverde. Nel recupero atterramento di Busellato e Donnarumma dal dischetto sigla il 3-2 ma è troppo tardi per salvare il derby e il Natale. L’Avellino vince e respira la Salernitana soffoca nuovamente nelle sabbie mobili.

TABELLINO Avellino-Salernitana: 3-2

Avellino (4-4-2): Frattali; Gonzalez (39′ pt Donkor), Jidayi, Djimsiti, Asmah (5′ pt Perrotta); Verde, D’Angelo, Omeonga, Belloni; Castaldo, Ardemagni (25′ st Camarà). A disp.: Radunovic, Mokulu, Lasik, Crecco, Soumarè, Paghera. All.: Novellino.

Salernitana (4-3-3): Terracciano; Perico, Tuia (30′ st Luiz Felipe), Mantovani, Vitale; Busellato, Ronaldo (1′ st Zito), Della Rocca; Rosina, Joao Silva, Improta (17′ st Donnarumma). A disp.: Liverani, Franco, Caccavallo, Laverone, Garofalo. All.: Bollini.

Arbitro: Rosario Abisso della sezione di Palermo.

Assistenti di linea: Matteo Bottegoni di Terni e Damiano Margani di Latina Quarto uomo: Aleandro Di Paolo della sezione di Avezzano

Reti: 17′ pt Jidayi, 48′ pt Ardemagni, 18′ st Busellato, 45′ st Verde, 48′ st Donnarumma

Note: Ammoniti: Belloni, Mantovani, Ronaldo, Donkor, Busellato, Rosina, Djimsiti

Espulso: 47′ pt Mantovani (doppio giallo), 22′ st Belloni (doppio giallo), 33′ st Novellino,

Calci d’angolo: Avellino: 5 – Salernitana: 7

Recupero: 4′ pt – 4′ st

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

24 COMMENTI

  1. Oggi è stato l’anticipo del derby in lega pro il prossimo anno. Squadra inguardabile e senza un portiere

  2. Grazie per la GIOIA che hanno saputo regalare per Natale a noi tifosi squadra e società. Grazie di cuore…….a proposito,per il 2017 non andrò più allo stadio Arechi,il mio abbonamento lo buttero’ nel cesso,ed invito tutti a seguire il mio esempio. Quest’anno è serie C diretta…….chissà poi a gennaio che “CAMPIONI “arriveranno .Auguri a tutti

  3. SALERNELLA IN C BATTIPAGLIA GODE NOI NON SIAMO SALERNICANI !!!!!!! GRAZIE AVELLINO !!!!!

  4. Una squadra di pippe! Da Terracciano a tutta la difesa, da Rosina a tutto l’attacco. Il primo ad andare via è Fabiani.

  5. giochiamo con difesa e portiere SCARSI … lo abbiamo detto ad aprile in serie C a campionato vinto che servivano rinforzi in difesa; lo abbiamo ripetuto l’anno scorso, lo ripetiamo quest’anno…ma è evidente che il trio dei SAPIENTONI ha priorità diverse, di natura non tecnica….!

  6. ….ma è possibile che ogni partita mandano arbitri mediocri e che non usano il solito metro di giudizio? Questo non vuole giustificare l’ennesima sconfitta della mia squadra del cuore…portiere e difesa non si possono guardare….primo e terzo gol ma com si po fa…ahhhh dimenticavo Zito e Donnarumma per tutta la vita….peccato che a gennaio secondo me andranno via….Forza Salerno sempre….

  7. Vabbè 3-2 fuori casa non è male,al ritorno ci basta l’1-0.
    È stato un anno pieno di soddisfazioni il secondo posto in campionato,la qualificazione in champions è un calcio spettacolare.
    A no scusate chill ien U Neipl.
    Buon natale a tutti.

  8. Niente di nuovo… soliti regali di punti…solite figure infelici donate ai nostri ragazzi ….tifosi di una squadra che non merita nulla. Non è necessario essere tecnici per comprendere che tutta la nostra difesa dal n.1 ai terzini e ai centrali è composta da calciatori di 2 categorie inferiori…basterebbe cambiate questo reparto interamente con giocatori di categoria. Qualcuno spieghi ai tecnici che vedono il bicchiere mezzo pieno nelle ormai innumerevoli sconfitte che c’è un proverbio locale che dice: “scambi sputi per monete”…….basta non se ne può più… e si facessero spiegare dall’ex allenatore del Teramo come si inserisce un Donnarumma con Coda visto che insieme a Lapadula hanno segnato oltre 40 gol in due.

  9. Sono 2 anni che diciamo che siamo senza portiere e senza difensori validi. Prendiamo gol da polli, sempre nella stessa maniera. A cio’ si e’ aggiunto un altro mago della panchina, Zito e Donnarumma in panchina, con Joao Pippa in campo. Siamo destinati a soffrire sempre. Se e’ vero che a Lotito non c’e’ alternativa, e’ altrettanto vero che ci sta pigliando ogni anno per il culo. Altro che playoff, pensiamo a salvarci e speriamo bene.

  10. Nuova Guardia grandi ultras curva sud siberiano ma una contestazione quando la fate?siete piu’ mercenari dei calciatori siete la rovina di Salerno e dellla Salernitana …siete vergognosi…mi vergogno io per voi dai cori all asservismo verso fabiani e lotito…sti pezzi di m….!ps.un augurio a tutti gli ultras di Salerno che di certo nn sn Ng e cricca varia…sperando che gruppi cm i fedelissimi e i ragazzi dei distinti un giorno si riuniscano e cacceranno fuori questi sub tifosi tesserati vergogna della Salerno Ultras

  11. BATTIPAGLIESE MA TI RENDI CONTO CHE SEI UNA NULLITA’ PENSA UN PO’ DI PIU’ ALLA TUA REALTA’……..NON SIETE MAI ESISTITI…….PUOI AVERE VOCE IN CAPITOLO SOLO DALLA TASTIERA

  12. napulillo non dormi la notte nonostante tutto salerno ti caga in testa da sempre! voi siete napolecani!!

  13. Ogni anno la stessa storia, si fa la campagna acquisti in estate e poi a gennaio bisogna stravolgere la rosa per rimediare agli errori fatti…se davvero lotito vuole il bene della salernitana perchè non manda via l’unico artefice di questo scempio cioè fabiani?

  14. sono d’accordo con East. ho sempre pensato che la rovina della Salernitana é la curva Sud. Incompetenti di calcio e asserviti alla proprietà. Non si va allo stadio solo per urlare 90 minuti. non é un festival canoro, é una partita di calcio e se lo spettacolo offerto é penoso, non c’é proprio nulla da cantare e saltare. forse non vi siete resi conto che ieri voi cantavate davanti ad uno spettacolo indecente.
    Siate seri e coerenti almeno una volta, disertate lo stadio.

  15. ahahah bello vedere i napoletani festeggiare per l’Avellino, è la stessa squadra che nel 2005 punì il Napoli facendoli giocare per un altro anno in serie C…bravi gioite per loro, tanto lo scudetto dista 10 punti, fate prima se lo vince su PS4…….a grande Metropoli del Sud….frittura, diabetici e obesità, la famosa dieta mediterranea del fallito Greko……

  16. nn hanno le palle di contestare pke gli interessi personali vengono prima di tutti e prima della salernitana…l anno scorso hanno fatto la sceneggiata che se ne uscivano prima x nn contestare la societa ‘ alla quale sn asserviti…siete la vergogna di SALERNO… munnezze tesserate!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.