Salernitana, con Bollini pericoloso processo involutivo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
salernitana-carpi-42Terzo ko in quattro gare. La svolta Bollini, exploit di Frosinone a parte, non ha prodotto i frutti sperati. Il tecnico mantovano, subentrato al dimissionario Sannino, in termini di media punti sta facendo addirittura peggio del suo predecessore: 18 punti in 17 incontri per l’allenatore di Ottaviano (quindi poco più di 1 di media per partita), 3 punti in 4 gare per l’ex laziale (quindi poco meno di 1 di media per partita). Inoltre, nelle 4 sfide con Bollini in panchina, la Salernitana (che ha sempre subito gol) ha incassato la bellezza di 8 reti (2 di media per partita), facendo anche in questo caso peggio di quanto stesse accadendo nella gestione Sannino (18 gol subiti in 18 incontri, 1 di media per partita, con 4 gare chiuse senza gol al passivo).




E’ vero che il nuovo allenatore della Salernitana sta facendo di necessità virtù, lavorando con una rosa che non è stata allestita per quelle che sono le sue convinzioni e con calciatori rispondenti al suo disegno tattico, ma è anche vero che ci sono aspetti sui quali non si può sorvolare. A partire dal fatto che la Salernitana sta continuando ad incassare reti sui calci piazzati, che continua a commettere ingenuità colossali nell’interpretazione della fase difensiva, che sta tornando d’attualità il problema dei troppi cartellini rossi (già emerso nello scorso campionato). Insomma, invece di progredire, la Salernitana sembra stia facendo i conti con una pericolosa fase involutiva, che nemmeno i ritiri (più o meno “punitivi) né gli abbracci ed il caloroso sostegno dei suoi tifosi sono riusciti a scongiurare.

Come se non bastasse, Bollini, che sembrava potesse rilanciare i giocatori ignorati dalla precedente gestione tecnica, trasformandoli in risorse e non in pesi, zavorre o problemi, anche ad Avellino ha lasciato fuori dall’undici titolare i vari Laverone, Zito, Caccavallo che, vedendo quello che stanno combinando gli attuali titolari, avrebbero potuto dare una mano. Senza considerare che il ritorno al 4-3-3 (che sta esaltando le capacità offensive di Rosina), proposto l’anno scorso da Torrente fino al tardivo esonero di febbraio, ha fatto invece tornare d’attualità anche un altro problema, quello della difficile convivenza tra Coda e Donnarumma che, nel finale dello scorso torneo, in coppia, vicini alla porta, con le loro reti trascinarono la Salernitana alla difficoltosa salvezza tramite i play out. La partita col Perugia segnerà la fine di un 2016 tribolato, per vivere un 2017 più sereno bisognerà compiere delle scelte funzionali ad un’idea precisa, anche se dovessero essere dolorose.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. come sempre sbagliate nei calcoli perchè con Sannino la squadra ha fatto 18 punti in 16 gare e non in 17, per il resto no comment.

  2. Allenatori scadenti entrambi sannino-bollini ,cmq un campo vanno i giocatori spero che a gennaio arrivino 3-4 calciatori buoni e che vadano vía chi non ha le motivazioni e le palle per giocare a Salerno poi giusto per ricordare questa squadra ė stata allestita IL 70%da svincolati ,un motivo se li ha presi tutti la salernitana ci sará no perchè siamo Stati bravi sul mercato ma perchè sono scadenti e nessuno li voleva

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.