Campania: la Regione approva la legge per la coltura della Canapa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
canapa_tessileIl Consiglio Regionale della Campania, presieduto da Rosa D’Amelio, ha approvato all’unanimità, con 39 voti favorevoli, la proposta di legge “Interventi per favorire la coltura della canapa (cannabis sativa) e le relative filiere produttive”, ad iniziativa dei consiglieri Gennaro Oliviero (Pd) e Maurizio Petracca (Udc). “La proposta di legge promuove e favorisce il ripristino della coltivazione della canapa industriale sul territorio regionale, quale coltura da reddito, per i diversi impieghi dei suoi derivati, nonché quale specie vegetale in grado di ridurre l’impatto ambientale in agricoltura” – ha spiegato Oliviero –  relatore di maggioranza – che ha aggiunto: “essa è tesa a favorire lo sviluppo di filiere integrate riguardanti i prodotti realizzabili attraverso la coltivazione di canapa per uso alimentare, industriale, ambientale”.




“E il momento di fare scelte innovative e coraggiose per l’agricoltura e per la crescita sostenibile dell’economia del nostro territorio – ha sottolineato il consigliere del M5S Michele Cammarano, relatore di minoranza, per il quale “la canapa costituisce un’importante risorsa per il territorio anche per il settore della bioedilizia ed è necessario rafforzare l’impegno economico della regione per questo settore”. A sottolineate la positività della legge anche la consigliera di FI Flora Beneduce: “negli ultimi anni ci sia stata una vera e propria riscoperta e sperimentazione degli effetti benefici dei prodotti derivanti dalla canapa, riproposta come risorsa per un’agricoltura naturale ed innovativa e come occasione di sviluppo in molte filiere produttive”. “Una legge positiva ed innovativa che punta su un settore che può costituire un importante risorsa per il nostro territorio” – ha detto il consigliere di De Luca Presidente, Carlo Iannace.

La legge, che si applica alle coltivazioni di canapa delle varietà ammesse iscritte nel Catalogo comune delle varietà di specie di piante agricole le quali non rientrano nell’ambito di applicazione del Testo Unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura  e riabilitazione degli stati di tossicodipendenza, istituisce un marchio di qualità per promuovere, sensibilizzare e incentivare azioni dirette alla coltivazione della cannabis sativa nei terreni inquinati , prevede azioni a sostegno della coltivazione della canapa sativa e delle filiere produttive attraverso progetti pilota e a beneficio di imprese agricole e associate, associazioni di produttori agricoli, reti di impresa, partenariati costituiti da norme imprese agricole, enti di ricerca, aziende sementiere, imprese di trasformazione ed altri soggetti che hanno tra i propri scopi la lavorazione, la commercializzazione e la promozione della canapa e dei prodotti derivati.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.